Lezioni dal Maestro Zen nonno Jerry

Used by permission from www.zen-buddhism.net
Fonte: usato con il permesso di www.zen-buddhism.net

Il film del 1983 "The Right Stuff" è uno dei miei preferiti. Copre l'arco della storia degli Stati Uniti dalla fine degli anni '40 alla fine degli anni '60, dove eravamo affascinati dalle possibilità di viaggiare nello spazio. Il film segue gli astronauti Gemini e i primi piloti di test supersonici, tra cui Chuck Yeager, che ha stabilito vari record per velocità e altitudine in jet ad alte prestazioni. (E oggi, anche a 94 anni, è ancora un personaggio interessante su Twitter, @GenChuckYeager)

Verso la fine del film, il personaggio di Yeager, interpretato con la sua consueta intensità stoica e low-key di Sam Shepard, "prende in prestito" un aereo sperimentale nel tentativo di stabilire il record di altitudine mondiale. Dopo aver stabilito il record, l'aereo di Shepard si rompe e viene espulso da quello che sembra un milione di miglia nel cielo. Mentre precipita a terra, uno dei suoi compagni pilota a terra vede l'incidente e salta su un'ambulanza con un giovane medico dell'Air Force e corrono verso il fumo.

Fuori dalla foschia, l'autista dell'ambulanza vede un uomo con indosso una tuta da volo color argento, coperto di olio e fuliggine, che cammina verso di loro e porta il paracadute. Il medico dice al collega di Yeager: "Signore! Guarda! È un uomo? "L'amico di Yeager grida," Hai dannatamente ragione! "

Mio nonno, Jorma "Jerry" Pulkka, non era un pilota collaudatore o un domatore di leoni o un eroe di guerra; ma era un uomo. Ma dire che era solo un uomo è ridurre la sua vita a un'etichetta. Era molto più di un uomo.

Jorma Pulkka nacque in Finlandia nel 1910. Venne in questo paese nel 1927, attraverso l'ondata di immigrazione di Ellis Island, e si stabilì a Lainesville, nel Massachusetts. Si è laureato alla Lainesville High School e ha sposato la sua prima moglie, che era la sorella della moglie di suo fratello, Kal Pulkka. È entrato nell'esercito degli Stati Uniti nel 1943, dopo che sua figlia, mia madre, è nata. Jerry prestò servizio in Francia durante la seconda guerra mondiale e tornò a casa come sergente a Baltimora nel 1946. Nel 1961 sposò la sua seconda moglie, Nelma, anch'essa finlandese. Era il suo vero amore e rimasero insieme nella vita e nello spirito, fino alla sua morte nel 1990 e nel 1994.

Nonno Jerry ha vissuto bene e a lungo nei suoi 80 anni qui. Ha toccato molti, in modi che non possono essere sempre spiegati o misurati. Se guardi le nostre foto di famiglia su di lui, sembra che siano tutte leggermente sfocate. Non è la fotocamera; ha letteralmente avuto un bagliore.

Le nostre vite sono una raccolta di piccoli momenti; piccole intersezioni e interazioni con altri che si combinano per formare un'immagine completa o incompleta. La vita di nonno Jerry era completa e i ricordi che ha lasciato diventano più forti mentre li considero.

Spesso mi sono detto: "Vorrei che più di lui mi avesse cancellato. Vorrei che più di lui fosse più di quello che sono. "Una storia, di molti, aiuta ad illustrare la sua umanità e la sua pazienza e abilità Zen per vedere il momento e vivere in esso.

Nel 1953, quando il mio cugino di secondo grado aveva 12 anni, era seduto nella macchina del nonno Jerry, facendo quello che fanno i ragazzi pre-adolescenti quando sono al posto di guida, che stava giocando con tutte le manopole, i controlli e i pulsanti . Tornato in quell'epoca, il nonno Jerry guidava un'auto che aveva un cambio di bastone montato sulla colonna. Il design era tipico di quel giorno: a forma di H, quattro velocità, più retromarcia, montato sul lato destro del volante. Usando la frizione (per quelli dei tuoi minori di 30 anni, chiedi ai tuoi genitori che cosa fosse quel terzo pedale sul lato sinistro della pedana) e questa leva del cambio di destra, potresti portare la tua auto fuori dal vialetto e su per la strada.

Mentre questo tipo di trasmissione faceva riferimento alla macchina da scrivere manuale (o elettrica, per quella materia) e alla videocassetta Betamax (chiedi di nuovo ai tuoi genitori), erano ciò che la gente usava per spostare gli ingranaggi della trasmissione sulle loro macchine.

Mentre mio cugino giocherellava con la leva del cambio, lo spense. Non riesco a immaginare l'espressione di terrore che deve aver attraversato la sua giovane faccia. Primo, aveva appena interrotto una parte vitale della macchina del nonno Jerry. Secondo, dovevano andare in spiaggia a Ocean City, nel Maryland, quel giorno. Terzo, ora il viaggio in spiaggia era in pericolo perché non solo la macchina improvvisamente non funzionava, ma era sicuro che il nonno Jerry sarebbe stato così arrabbiato con lui, che non sarebbero andati a riva. (E come una quinta e forse una nota a margine, se mio cugino avesse rotto la leva del cambio dalla macchina di suo padre – mio zio Kal – era sicuro di ottenere più di quanto urlato. Kal era un gigante di uomo, con una voce tonante e la personalità da abbinare.)

Nonno Jerry si imbatté nel giovane che piangeva in macchina e scoprì presto la radice del suo lamento. "Asciugati le lacrime", disse. "Andiamo al negozio di ricambi auto."

Nonno Jerry prese un cacciavite dalla sua cassetta degli attrezzi, lo spinse nella fessura del cambio rotta e riuscì a zoppicare la macchina fino al negozio di ricambi auto, a poche miglia di distanza. Lui e mio cugino sono entrati per parlare con il bancone, che ha detto: "Bene, abbiamo quel modello sostitutivo, ma non è acciaio inossidabile come questo. Abbiamo solo il modello Chrome ed è un po 'più costoso. "

Il nonno Jerry pagò l'uomo per la leva del cambio cromata e lui e mio cugino sedettero nel parcheggio mentre faceva la riparazione sulla sua macchina. "Guarda che," disse nonno Jerry, con ammirazione, "funziona perfettamente. E questo è lucido e cromato, quindi è un grande miglioramento rispetto al vecchio. In realtà siamo riusciti a migliorare l'affare. "

"Stiamo ancora andando in spiaggia?" Chiese mio cugino, si spera. "Certo che lo siamo," disse Nonno Jerry, e andarono a Ocean City per trascorrere la giornata nella sabbia e nell'acqua, proprio come aveva promesso.

Immagina come ti sentiresti se venissi alla tua auto e scoprissi che tuo figlio ne aveva spezzato qualsiasi parte. Immagina di nuovo che tu abbia detto a quello stesso bambino di non fare confusione con la tua macchina, e in effetti, di non toccare nulla dentro o fuori dalla macchina, o addirittura di sederti al posto di guida. Se quello scenario mi fosse successo, il mio urlare a mia figlia si sarebbe fermato solo dopo aver perso la voce per la laringite (o gli sbirri sono arrivati ​​per vedere di cosa si trattava).

Eppure per nonno Jerry, è stato in grado di vedere la situazione esattamente per quello che era, un ragazzino che ha commesso un errore. La soluzione prevedeva un rapido viaggio al negozio di ricambi auto, pochi dollari e una facile riparazione. La sua capacità di vedere il buono in questo evento ("il nuovo è migliore di quello vecchio, quindi siamo in vantaggio sul gioco") è stato associato alla sua promessa: "Andiamo in spiaggia".

Nel corso della storia, i maestri Zen hanno parlato della vita come una raccolta di momenti. Ci hanno chiesto a tutti, nelle epoche antiche e moderne, di prendere il meglio da ciascuno dei piccoli momenti della vita. Devo lavare un mucchio di piatti sporchi? Cosa c'è di buono in quel particolare momento? L'acqua è calda e saponata; i piatti vanno da sporchi a puliti a causa tua; probabilmente hai appena fatto un buon pasto; e puoi pensare a problemi di vita più importanti mentre li fai, perché non è un'attività di concentrazione di abilità ad alta motorizzazione. Il tempo dall'inizio alla fine non è lungo e puoi sognare ad occhi aperti.

Camminando verso la tua casella di posta, è facile sentire il terrore di bollette, bollette e altri conti. Perché non cambiare quella dinamica e pensare, "Controlla, controlla, controlla" fino alla scatola? E se la scatola era piena di posta indesiderata (un termine non usato da Nonno Jerry, come impiegato della USPS trentennale, tutta la posta era preziosa per lui), allora come lui e i maestri Zen avrebbero detto: "Se non ci sono controlla, quindi almeno sii grato che non ci sono fatture. "

Che cosa c'è di buono in ogni momento in cui ti trovi, come lo stai vivendo? Che cosa puoi trovare (per quanto piccolo o persino dubbio possa essere all'inizio) con le persone intorno a te? Puoi essere più simile a un maestro Zen e vivere la tua vita come ha fatto il nonno Jerry, godendo le persone e le situazioni intorno a te, anche quando le cose non sono sempre perfette.

Il Dr. Steve Albrecht è un oratore principale, autore, podcaster e consulente. Si concentra su problemi dei dipendenti ad alto rischio, coaching e formazione. Nel 1994, ha co-scritto Ticking Bombs, uno dei primi libri di business sulla violenza sul posto di lavoro. Ha conseguito un dottorato in Business Administration (DBA); un Master in Security Management; una laurea in psicologia; e una laurea in inglese. È membro del consiglio di amministrazione in materia di risorse umane, sicurezza, coaching e gestione delle minacce. Ha lavorato per il Dipartimento di Polizia di San Diego per 15 anni e ha scritto 17 libri su argomenti di business, risorse umane e giustizia penale. Può essere contattato su drsteve@drstevealbrecht.com o su Twitter @DrSteveAlbrecht

Solutions Collecting From Web of "Lezioni dal Maestro Zen nonno Jerry"