L'estate è il momento più deprimente dell'anno

So che quasi tutti pensano che le vacanze invernali siano il periodo dell'anno più deprimente, ma non è vero. Altri suicidi avvengono tra la fine di luglio e il mese di agosto rispetto a qualsiasi altro momento – e non sappiamo perché.

Il mio pensiero è che le persone danno sempre speranza per le vacanze. Vogliono che siano buoni, quindi fanno lo sforzo di sollevarsi dalla loro depressione per quelle poche settimane, agendo come se potesse essere un potente strumento di guarigione e anche un grande regalo per le vacanze per coloro che ti hanno sostenuto attraverso il dolore. Tuttavia, mentre alcuni possono usare questa energia positiva come trampolino per un maggiore equilibrio emotivo, la maggior parte non lo fa.

Di solito la depressione ritorna prima che l'albero si abbassi. A quel punto, devi trovare l'aiuto di cui hai bisogno, in modo che tu possa goderti il ​​resto della tua vita, non solo una vacanza in più.

L'estate porta la sua serie di problemi. Per alcuni, è semplicemente il calore e l'umidità, ma i problemi vanno molto più in profondità per gli altri. Per coloro che vivono da soli o che sono costretti a casa, può sentirsi deprimente sentir parlare di amici o familiari che hanno feste, vacanze e, semplicemente, di fare estate. Per qualsiasi motivo, le giornate più calde e lunghe ci danno più tempo per pensare, e se sei depresso, ciò significa che stai rimuginando su ciò che percepisci che è sbagliato nella tua vita. Se lo fai per troppo tempo, puoi perdere il punto di essere vivo. Può essere facile scivolare nel pensare che prendere la propria vita sia un modo semplice per uscire dal proprio dolore. Ma non lo è. La maggior parte delle persone in questa situazione dimentica di pensare a coloro che le amano o si rende conto di quanto danno infliggano la propria vita.

Credo che il suicidio uccida più di una persona. E ci sono persone che si uccidono per ferire coloro che amano. Quando perdi qualcuno in quella terribile tragedia, ti cambia per sempre. Alcuni sopravvissuti imparano a fare tesoro della vita di più, ma non possono mai lasciare andare il dolore. Altri non riescono a superare il dolore o il senso di colpa. Se il suicidio ha toccato la tua vita, sai cosa sto dicendo. Non è qualcosa che la maggior parte delle persone sentono possa facilmente lasciare andare; hai semplicemente difficoltà a trovare un modo per vivere con la perdita. Contrariamente ad alcune teorie psicologiche, non si passa mai completamente. Ci saranno sempre cicatrici emotive.

Mantenere la rabbia è anche qualcosa che alcuni sopravvissuti sperimentano. "Come hanno potuto farmi questo?" È una domanda che si nasconderà dietro al tuo cuore molto dopo la tua perdita. Questo è il motivo per cui è importante per coloro che sono rimasti indietro ottenere un adeguato supporto emotivo. Consiglio sempre di trovare un gruppo di dolore o un consulente autorizzato il prima possibile e, se hai dei figli, di andare in famiglia un paio di volte.

Anche se sostengo il suicidio assistito dal medico, è per i malati terminali, non per i gravemente depressi. Prendersi la propria vita perché si fa male dentro non è una buona ragione, perché l'aiuto può quasi sempre essere trovato. Tutto quello che chiedo è che se stai pensando di lasciare questo pianeta con la tua stessa mano, chiama il numero 1-800-SUICIDE; è la linea diretta di prevenzione e ci sono professionisti qualificati disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni l'anno, per aiutarti a gestire il dolore nel cuore e nell'anima. Se per qualche motivo non puoi parlare con un estraneo al telefono, allora vai da un terapeuta o anche da un ospedale. Puoi trovare qualcuno che ti aiuterà e si prenderà cura di te se solo ti raggiungerai.

X

Solutions Collecting From Web of "L'estate è il momento più deprimente dell'anno"