Leslie Jones è una stella del cinema che mi fa ridere e piangere

Christian Siriano
Leslie Jones alla premiere di "Ghostbusters", indossando Christian Siriano.
Fonte: Christian Siriano

La settimana scorsa, un post su Internet virale su Leslie Jones mi ha fatto piangere. Era una clip della sua apparizione in The View , dove ha discusso il suo ruolo di protagonista nel riavvio di G hostbusters . La stessa Jones aveva gli occhi velati mentre raccontava a Whoopi Goldberg com'era vederla sullo schermo quando era una bambina, dicendo:

"Continuavo a guardare mio papà che diceva:" Oh mio Dio! C'è qualcuno in TV che assomiglia a me! Lei mi assomiglia! Papà! Posso essere in TV. '"

Lei ha continuato:

"Voglio solo ringraziarti dal profondo del mio cuore perché ora so cosa sto facendo quando indosso quel costume di Ghostbusters e le bambine mi vedono in TV adesso. Andranno, 'Posso farcela', e tu me l'hai dato. "

È stato difficile non condividere le sue lacrime durante questo momento edificante, che ha dimostrato quanto possa essere importante e di grande impatto la diversità sullo schermo.

Questa settimana, l'ennesima storia virale di Leslie Jones mi ha fatto piangere. Solo questa volta per disperazione e non per gioia. Dopo un weekend di apertura di successo per Ghostbusters , uno sciame di misogini razzisti è sceso su Twitter per sputare l'odio ignobile nell'unica stella nera del film. I commenti e le immagini che sono state inviate pubblicamente a Jones – che sono troppo fondate e disgustose per essere ripetute o descritte – mi hanno lasciato a chiedermi come qualcuno possa essere così infelice da sentire la compulsione ad attaccare un'altra persona in questo modo. Anche se Jones avesse dato la peggiore performance cinematografica nella storia del cinema, non avrebbe meritato un trattamento tanto riprovevole, né avrebbe mai avuto nessuno in nessuna circostanza.

Ma gli attacchi disgustosi sono particolarmente sconcertanti e ironici visto che Jones è davvero meraviglioso da guardare sul grande schermo. Ha dimostrato di essere una vera star del cinema.

Leslie Jones è sempre vivace e ridicolizza a crepapelle nella sua routine di stand-up e nel suo lavoro su Saturday Night Live . Ma trascende il suo personaggio comico in Ghostbusters , temperandolo e rivelando un morbido carisma, arguzia e intelligenza sottile, che non vediamo necessariamente quando si esibisce in schizzi e frammenti. Vediamo anche la sua radiosa, anche se non convenzionale, bellezza nel film, che è una rinfrescante deviazione dalle donne delicate, ultra-magre, bianche, con caratteristiche piccolissime, che Hollywood ha tradizionalmente stabilito come il nostro standard per le donne leader. Lo stesso vale per Ghostbusters e SNL, co-protagonista, Kate McKinnon, che spiana il bordo spastico e comico per cui è diventata famosa, per permettere a un personaggio di brillare, a chi possiamo ridere, ma con che possiamo mettere in relazione, anche se è un po 'strana. È un piacere vedere entrambe le attrici lavorare con i co-protagonisti più esperti del grande schermo, Melissa McCarthy e Kristen Wiig, e provare la rara emozione di vedere donne complesse, divertenti, come protagoniste in un film d'azione ad alto budget, che sono tutti presentati rispettosamente dai creatori del film e che sembrano davvero piacersi.

Raramente vediamo donne al timone di film come Ghostbusters , quindi prima di tornare al ingiustificato, orrendo vetriolo che è stato vomitato a Leslie Jones, prendiamoci un momento per considerare come siamo stati così fortunati da vedere lei e le altre donne in queste ruoli di eroe comici / d'azione.

In un recente articolo su New York Magazine, il regista di Ghostbusters , Paul Feig, che ha anche diretto le commedie di donne di grande successo, Bridesmaids e The Heat, ha discusso della siccità dei ruoli principali per le donne divertenti e della sua spinta a crearne altre , accreditando in gran parte la sua stretta amicizia con sua madre per questo. Allo stesso modo, il regista JJ Abrams ha descritto il suo desiderio di vedere altre donne protagoniste sullo schermo – come il personaggio di Rey nel sequel di Star Wars che ha diretto – dicendo che voleva che sua figlia si vedesse incarnata da un eroe d'azione sullo schermo.

Quindi, sembrerebbe che finché non avremo più registi che sono donne e / o persone di colore, e / o queer, dovremo fare affidamento su direttori bianchi, maschi che amano, rispettano, ammirano e apprezzano donne, persone di colore e persone queer nelle loro vite abbastanza da mettere personaggi come loro nei loro film.

E come ho detto molte, molte, volte, in molti, molti, modi diversi, fondare le cose. Più diversità di personaggi e attori vediamo sui nostri palchi e schermi, più opportunità possiamo creare per l'identificazione e l'empatia tra noi.

Inoltre, le più grandi varietà di colori della pelle, e tipi di corpo e forme di bellezza, intelligenza e fascino, siamo in grado di vedere sullo schermo, meno persone saranno prese di mira per non adattarsi allo stampo di Hollywood.

Odiamo e temiamo il cambiamento più di ogni altra cosa. Basta guardare alla nostra attuale crisi politica per avere esempi chiari di questo. Ma non possiamo cedere a quella paura e odio. Come Paul Feig e JJ Abrams, dobbiamo fare delle scelte, nei nostri film e nelle nostre vite, che rendano più visibili gli uni agli altri. In questo modo possiamo condividere sia le risate che le lacrime, con più madri, figlie, sorelle e amici.

Un modo per farlo subito è comprare un biglietto per Ghostbusters e utilizzare l'hashtag, #LoveForLeslieJ, e acquistare la action figure di Leslie Jones, e celebrare il suo coraggioso, audace, radioso e vero talento. È una star del cinema degna del tuo amore, del tuo rispetto, delle tue risate e delle tue lacrime. Nonostante gli ostacoli immeritevoli sulla sua strada, continua a coltivare e condividere i suoi grandi doni. E questo è il suo dono per tutti noi.

Sony Pictures
Fonte: Sony Pictures

Copyright Mark O'Connell, LCSW-R

Articoli correlati di Mark O'Connell, LCSW-R:

La diversità di Hollywood si risveglia

Nel bosco bianco bianco

Viola Davis importa

Il discorso Oscar che volevo quest'anno: Mya Taylor di "Tangerine"

Non agire, non dire

Do not Act, Do not Tell è in vigore

Chiamando tutti gli Hobbit di colore

My Gay Voice and Yours

Solutions Collecting From Web of "Leslie Jones è una stella del cinema che mi fa ridere e piangere"