L'era delle emozioni

"Un crescente corpo di prove scientifiche ci dice che lo sviluppo emotivo inizia presto nella vita, che è un aspetto critico dello sviluppo dell'architettura generale del cervello e che ha enormi conseguenze nel corso della vita"
– Consiglio scientifico nazionale del bambino in via di sviluppo –

Lo sviluppo emotivo, per me, è al centro del benessere di un bambino. È dove un bambino impara a identificare, esprimere e regolare abilmente i suoi sentimenti. Lo sviluppo emotivo avviene come risultato di una complessa interazione tra la biologia e l'ambiente di un bambino. Non è davvero più complicato di così. I bambini osservano, sentono, interiorizzano e rispondono a ciò che sta accadendo dentro e intorno a loro. Dare a questi bambini gli strumenti scientifici e fantasiosi per iniziare a capire e autoregolarsi le proprie emozioni non è più un lusso che è necessario in questo mondo in continua evoluzione.

Questioni di età

I bambini imparano le loro emozioni dalla nascita in poi. Imparare a regolare i propri sentimenti spesso sembra essere uno dei compiti più impegnativi della prima infanzia (ad es. Temperare scoppi d'ira, piangere, colpire, mordere). Ogni sentimento è così incredibilmente intenso e nuovo che senza le abilità adeguate tale emozione travolge un bambino. Fornire ai bambini insegnamenti semplici sui loro sentimenti è perfetto negli anni di età prescolare. Inoltre sta aiutando a cablare un percorso di salute emotiva nel loro cervello.

Alla fine della scuola materna, "i bambini che hanno acquisito una solida base emotiva hanno la capacità di anticipare, parlare e usare la consapevolezza dei propri e altrui sentimenti per gestire al meglio le interazioni sociali quotidiane", ha affermato l'NSCDC. E i bambini che hanno appreso metodi non corretti di regolazione emotiva sono già posizionati per difficoltà psicologiche, problemi emotivi e problemi di salute. In altre parole, credo fermamente (come fanno molti scienziati e studiosi) che l'asilo è il momento ideale per insegnare ai bambini la loro salute emotiva.

Il rischio di non insegnare a un bambino in età prescolare le proprie emozioni può essere grandioso. La ricerca dimostra che circa il 75% del cervello di un bambino si sviluppa dopo la nascita. In altre parole, i processi di pensiero di un bambino vengono cablati insieme al suo sviluppo emotivo e fisico. Se un bambino sviluppa presto modelli emotivi malsani, il suo modo di pensare può essere compromesso. E non c'è nessun bambino che voglia entrare a scuola senza una forte salute emotiva e cognitiva.

Il tempismo è tutto

Fornire ai bambini in età prescolare dai 2 ai 5 anni curricula scientificamente supportati e creativi per comprendere ed esprimere meglio le loro emozioni ha il potere di influenzare positivamente la traiettoria delle loro vite. Questo approccio pianta semi di salute emotiva contro il bisogno di tirare fuori le radici dei disturbi emotivi dell'infanzia ormai prevalenti (cioè ansia, depressione).

[Sidenote: Healy è coinvolto nella creazione di un curriculum di salute emotiva per i bambini in età prescolare]

© Maureen Healy
contactus@growinghappykids.com
L'autorizzazione deve essere concessa dall'autore per l'uso sui siti Web e per la pubblicazione esterna.

Solutions Collecting From Web of "L'era delle emozioni"