È l'epidemia di suicidio adolescenziale causata dalla depressione?

C'è stato un aumento indiscutibile e allarmante del tasso di suicidi tra i giovani. I suicidi tra le femmine bianche non ispaniche di età compresa tra 10 e 14 anni sono aumentate da 0,5 per 100.000 nel 1999 a 1,7 nel 2014. Si tratta di un aumento di più di tre volte.

La domanda è perché.

Il 18 maggio 2016, Paolo del Vecchio, direttore del Centro per i servizi di salute mentale presso l'organizzazione nazionale per l'abuso di sostanze, SAMHSA (Abuso di sostanze e servizi di salute mentale), ha affermato che ciò è dovuto all'aumento dei tassi di depressione tra i giovani della nazione. "Riconoscere e trattare la depressione tra i giovani è di fondamentale importanza per la salute della nostra nazione", ha scritto.

In effetti, secondo i dati di SAMHSA, le cifre sembrano allarmanti. La maggiore depressione tra i giovani di età compresa tra i 12 e i 17 anni ha iniziato a sembrare un aumento inarrestabile nel 2010, a 8,0 per 100 tra i giovani di età compresa tra 12 e 17 anni e culminato nell'11,4 per cento nel 2014, l'ultimo anno per il quale sono disponibili statistiche. (Tendenze della salute comportamentale negli Stati Uniti: risultati del National Survey on Drug use and Health, A-15, tab A.17B)

Quindi, più di uno su dieci adolescenti è clinicamente depresso, secondo questo sondaggio. A una partita di basket del liceo, un decimo della partecipazione sarà depresso.

Ci sono due domande: (1) Tutti questi ragazzi sono davvero depressi? (2) E se non hanno una depressione grave e malinconica che spesso comporta il suicidio, perché si suicidano?

In (1), ci è stato detto per decenni che i tassi di depressione stanno aumentando in modo allarmante. In effetti, in ogni sondaggio, il numero di intervistati considerati "depressi" è più alto di prima. Tuttavia, storicamente, la depressione è una delle principali malattie psichiatriche che in realtà non era così comune. La "depressione" prima dell'avvento del DSM-3 nel 1980 di solito significava ciò che veniva chiamato "depressione endogena", o malinconia, i pazienti profondamente tristi, incapaci di provare piacere di qualsiasi tipo, e rallentati nel movimento e nel pensiero. Gli antidepressivi efficaci erano sul mercato dalla fine degli anni '50 e questi agenti erano in effetti abbastanza efficaci in terribili periodi di malinconia, i pazienti si raggomitolavano in una palla fetale o camminavano ansiosamente e dicevano: "Quelle esplosioni in Grecia, è tutta colpa mia".

Ora, c'era una seconda depressione, un disturbo abbastanza diverso chiamato "depressione reattiva", "nevrastenia", "depressione nevrotica" o semplicemente malattia nervosa, in cui le persone non erano profondamente tristi o rallentate o incapaci di rispondere all'affetto dei loro figli. Ma invece erano ansiosi, ossessivi, stanchi, avevano tonnellate di lamentele fisiche e si sentivano permanentemente come se si fossero alzati dalla parte sbagliata del letto.

Questa seconda depressione era reale per coloro che l'avevano, ma non erano necessariamente suicidi (anche se impulsivamente potevano effettivamente agire). Non era questa grave, malinconica depressione, dove verrai ricoverato in un reparto psichiatrico ospedaliero e guardato con molta attenzione.

Quello che accadde nel 1980 fu che il DSM-3 unì queste due depressioni in una sola e chiamò il vaso altamente eterogeneo che ne uscì dalla "depressione maggiore". Le mele e le arance erano state irrimediabilmente mescolate.

Quindi, oggi, da considerare clinicamente depresso, cosa potresti avere? C'è una lista di nove sintomi e ti qualificherai per la depressione maggiore se ne hai almeno tre. Ecco tre dei nove:

-Insomnia o ipersonnia quasi ogni giorno. Possiamo facilmente tradurre questo in non dormire abbastanza. Fino a tarda notte a messaggiare i tuoi amici? Odio davvero alzarti dal letto la mattina? Bingo, con l'occhio della fede, hai il criterio uno.

– Agitazione psicomotoria: in un ospedale psichiatrico, ciò significherebbe episodi di "eccitazione": distruggere finestre e attaccare altri pazienti. In classe significa, con l'occhio della fede, irrequietezza (forse Johnny ha il disturbo da deficit di attenzione e iperattività, anche ADHD, incapace di stare fermo, pensieri che corrono. Johnny è già sul Ritalin per il suo ADHD ma non ha alcun danno nel dargli un paio di diagnosi).

– "Affaticamento o perdita di energia quasi ogni giorno." Devo dire altro? Quale adolescente non ha questo sintomo? "Ehi, ragazzi, sono così stanco. . . “

Quindi, bingo! Abbiamo i nostri tre criteri diagnostici per la depressione maggiore. Ed è davvero una sorta di stile di vita, non dormire abbastanza, distratto dal costante ping del proprio dispositivo personale. Ma se segui un programma di screening, uscirai con la diagnosi di "depressione".

Pertanto, non credo in questa epidemia di depressione. Non credo che il livello di depressione seria cambi così tanto da generazione in generazione, semplicemente perché la vera malattia ha una grande componente genetica, ei geni non cambiano molto da decennio a decennio.

L'epidemia è stata causata dalla volontà dei medici ben intenzionati di conferire la diagnosi di depressione, invece di non fare diagnosi mediche. Non puoi credere come gli psichiatri, gli psicologi, gli infermieri e gli assistenti sociali clinici siano bombardati dalla parola "D". È diventato la spiegazione di tutti i fenomeni clinici e porta con sé tanto rapporto con ciò che i pazienti hanno realmente come diagnosi "isteria" di un tempo. (L'isteria era una volta ancora più comune tra le donne di quanto non lo sia oggi la depressione, ora l'isteria non esiste più).

Su (2), perché questa epidemia di suicidi se i bambini non hanno in realtà una grave depressione? Penso che sia la diffusione epidemica della suggestionabilità all'interno della cultura giovanile. Anche nelle questioni di estrema gravità, gli adolescenti sono infinitamente suggestionabili. Dopo la pubblicazione nel 1774 del romanzo di Johann Wolfgang von Goethe The Sorrows of Young Werther (dove Werther si inarca lacrimando in una triste storia d'amore), in Europa c'era un'epidemia di suicidi tra i giovani suggestionabili. Si proposero nella convinzione che i loro dolori fossero come quelli di Werther e che la sua soluzione potesse essere la loro.

Oggi, le chiacchiere sui dispositivi personali riguardano in realtà la depressione, a volte i pensieri suicidi. Le ragazze in particolare stanno battendo questa roba su Facebook, e agendo su di esso, non perché sono clinicamente depressi, ma perché hanno concepito l'idea, grazie alle infinite sessioni di consulenza sulla salute mentale, che potrebbero essere depresse.

Quando, dunque, Paolo del Vecchio di SAMHSA ci dice "Dobbiamo invertire la tendenza sulla depressione giovanile", la mia risposta è, sì, assolutamente! Questa è una tragica perdita di vita preziosa. Ma poi dice che la risposta è "screening della depressione universale da parte dei medici di base" e, quindi, dovremmo davvero, davvero intensificare il trattamento. Quindi alla partita di basket un decimo di questi bambini sarà un antidepressivo, con tutti i suoi effetti collaterali? No, questa non è la direzione che vogliamo andare.

Solutions Collecting From Web of "È l'epidemia di suicidio adolescenziale causata dalla depressione?"