Leggere l’ansia di menti e notizie

In che modo la letteratura e la realtà televisiva possono aiutarci ad affrontare l’ansia delle notizie

L’ex avvocato del presidente lo accusa di attività illegali. Un moghul nega decine di accuse di violenza sessuale. La più grande società Internet del mondo stipula un accordo con una nazione che una volta accusava di totalitarismo. Uno studente laureato accusa un professore femminista di molestie sessuali.

Storie come queste ci trovano se le vogliamo o no. Appaiono sugli schermi dei telefoni, sui feed dei social media, su radio e TV e sui giornali. Ne parliamo per cena o bevande. Facciamo circolare pensieri su di loro. Studi e sondaggi suggeriscono che i titoli provocano una grande quantità di ansia. Uno psicologo ha persino coniato il termine Disturbo da Stress.

Per ulteriori opere di Kelly Breez, vedi http://www.tropicalperson.com/.

Fonte: Kelly Breez, “Altre notizie”

Le storie dietro questi titoli condividono una qualità spesso trascurata: richiedono ai lettori di fare supposizioni e trarre conclusioni sulle intenzioni degli altri. Gli scienziati cognitivi a volte chiamano questa lettura mentale o mentalizzazione . Che cosa sa veramente l’ex avvocato del presidente? Perché uno studente laureato dovrebbe mentire sulle molestie?

Nell’era delle notizie false, i titoli sono sconcertanti per le persone di tutte le inclinazioni politiche. Confesso che per un po ‘ho sentito una stridente resistenza alla mente che leggeva queste notizie che ci richiedono. Smetto di indovinare i motivi degli altri , volevo urlare. Smettila di speculare sulle loro vite private sui social media o in notizie credibili . Ho sbagliato. Stavo desiderando e sperando nell’impossibile. Era la mia versione del tentativo di gestire la mia immotivata risposta emotiva alle notizie. La ricerca suggerisce che molti di noi non possono fare a meno di fare queste ipotesi.

 Matteo Farinella and Hana Ros, Neurocomic.

In Neurocomico, Matteo Farinella e Hana Ros illustrano le dinamiche della lettura letteraria e della lettura errata.

Fonte: Matteo Farinella e Hana Ros, Neurocomic.

Una coppia di libri di influenti critici letterari attingendo alla scienza cognitiva mostra come la letteratura possa aiutarci ad affrontare il fatto che le notizie ci fanno pensare a tutti noi – Why We Read Fiction di Lisa Zunshine e Blakey Vermeule’s Perché ci preoccupiamo dei personaggi letterari? Zunshine e Vermeule offrono anche alcuni indizi su come possiamo reprimere l’ansia che deriva dalla lettura delle notizie.

Zunshine esplora la ricerca su “embargo cognitivo” per dimostrare come scrittori come Virginia Woolf, Jane Austen e Vladimir Nabokov coinvolgano i lettori in quella che lei chiama “lettura della mente“, che parla dei pensieri e dei sentimenti dei personaggi immaginari. La lettura della mente, sostiene, è un’importante abilità sociale. Non possiamo mai sapere con certezza quello che pensano e sentiamo gli altri, ma dobbiamo fare buone ipotesi per orientare il lavoro, l’amore, l’amicizia, la famiglia e la politica. Fa il punto cruciale che nella finzione – come nelle trame della vita spesso si accende il fatto che la lettura della mente comporta una grande quantità di maltrattamenti. Quando facciamo congetture sulle intenzioni degli altri, spesso ci sbagliamo.

Vermeule sostiene che “i personaggi letterari sono strumenti con cui pensare”. La letteratura, suggerisce, opera offrendo “ami” che “catturano il nostro interesse facendo appello alle capacità di lettura della mente”. Estende la sua argomentazione al film, reality tv, gossip- e, sì, titoli di notizie. Lei sostiene che le storie possono funzionare come un telescopio o come le sabbie mobili. Possono illuminare il mondo o possono affondarci in un pantano di speculazione e ansia. Un reportage brillante e notizie false attingono agli stessi impulsi umani.

Zunshine e Vermeule concordano sul fatto che la letteratura rispecchia un fatto fondamentale della vita: gli esseri umani prosperano speculando sulle intenzioni degli altri. I titoli – e in alcuni casi, le persone che fanno notizia – sono impegnati a sfruttare il nostro desiderio di leggere le menti degli altri. È quasi impossibile resistere.

Quindi, come far fronte? Le opere letterarie offrono alcuni spunti:

  • Jane Austen suggerisce ai lettori che un atteggiamento giocoso nei confronti delle intenzioni altrui può aiutarci a ricordare che non possiamo sapere con certezza a cosa stanno pensando.
  • Franz Kafka ci ricorda che le menti degli altri potrebbero non funzionare come immaginiamo.
  • Edgar Allan Poe seduce i lettori con menti apparentemente subdole per mostrarci quanto spesso un imprevisto colpo di scena possa cambiare tutto.
  • Toni Morrison dimostra quanto sia potente il trauma e l’iniquità sociale nel plasmare le nostre risposte gli uni agli altri.
  • Virginia Woolf disegna gli strati di pensieri, mostrando quanto della nostra esperienza comporti indovinare le ipotesi di un’altra persona riguardo alla mente di un’altra persona.
  • Kazuo Ishiguro, Gabriel García Márquez e JK Rowling offrono una vivida testimonianza del fatto che la vita a volte sembra un sogno surreale. Potrebbe sentirsi così per il presidente o il suo ex avvocato? Se sì, come interpretare le loro intenzioni?

Una persona che si sente sicura che il presidente abbia commesso crimini e una persona convinta che il suo avvocato stia mentendo sono entrambe menti di lettura. Nel 2018, probabilmente stanno anche diffondendo versioni di queste storie sui social media. Altre persone stanno leggendo, rispondendo, speculando e diventando ansiosi.

La storia della letteratura è piena di personaggi che si perdono nella finzione, entrando in gravi problemi nella vita reale quando cercano di vivere come eroi della finzione, dal Don Chisciotte di Cervantes e alla Jane ‘s Virgin della TV. Questi personaggi sono tutti davvero ansiosi, perché sanno che stanno facendo un errore e non possono resistere. Non sono lettori umili. Si sono convinti di essere dei mind-reader irriducibili. Sono studi su cosa non fare.

Allo stesso modo, il gossip può essere un potente strumento sociale, ma diventa un problema quando dimentichiamo che il gossip è speculazione, non fatto. I migliori pettegolezzi sanno che quando leggiamo le menti dei nostri vicini, probabilmente stiamo facendo molte letture errate. Meglio non accontentarsi troppo comodamente in conclusioni compiaciute. Uno spettatore esperto della realtà TV sa che i suoi personaggi sono ingranditi, fabbricati e manipolati. Guardano per provare piacere nel leggere le menti che in realtà non esistono. Nel suo podcast Decoder Ring, la critica culturale Willa Paskin afferma che uno spettatore sofisticato trova piacere nell’immaginare le intenzioni dietro gli attori che scelgono di riprodurre versioni false di se stessi sullo schermo (un’osservazione molto simile a quelle di Zunshine e Vermeule). Da prima delle elezioni del 2016, la politica si sente come se stessero giocando secondo le regole della reality TV. Questo mette tutti noi nella posizione di leggere le menti dei leader che stanno giocando versioni di se stessi in TV.

Quindi, ancora, come far fronte? Innanzitutto, è una buona idea riconoscere il potente disegno della lettura della mente. È altrettanto importante riconoscere che questi titoli stanno sfruttando il nostro desiderio di speculare sulle intenzioni degli altri. Se arriviamo così lontano, queste realizzazioni possono aiutarci a praticare l’umiltà, a sapere che la lettura della mente è spesso fuorviante . Se non eravamo nella stanza con il presidente o lo studente laureato, non sappiamo cosa hanno fatto o pensato. In realtà, i nostri sistemi giudiziari sono progettati per affrontare il fatto delle nostre letture fallibili delle menti degli altri. Offrono un processo per accumulare prove per aiutare i giudici e i giurati a decidere quanti dubbi sono ragionevoli.

Quando partecipiamo alla corte dell’opinione pubblica, è una buona idea essere in anticipo sul fatto che stiamo rispondendo ai titoli progettati per sfruttarci. È una buona idea essere chiari che sappiamo che stiamo indovinando. È anche una buona idea riflettere due volte sulla portata della nostra partecipazione: quanto spesso stiamo valutando o diffondendo queste storie? Stiamo inconsapevolmente sfruttando i nostri amici e seguaci con esercizi di lettura mentale destinati ad alimentare l’ansia? Infine, ricordando Jane Austen, può davvero aiutare a prendere un atteggiamento giocoso sulle intenzioni degli altri (quando possibile!).

  • Diventare un "orfano", per scelta
  • I farmaci psichiatrici sono falsi profeti con grandi profitti
  • Come spaventare i tuoi bambini senza prendere antidolorifici
  • Cosa senti?
  • Prima educazione
  • Perché scrivo
  • Le distinzioni tra ♂ e ♀ detenuti in Art Therapy
  • Perché è sempre meglio dormire su di esso
  • La terapia online può aiutare i sopravvissuti?
  • Terapia del gioco assistita da animali: un approccio integrativo
  • Quando "I'm Sorry" è troppo
  • Perché temiamo il Vodou?
  • Dopo una crisi Un padre si prende cura di suo figlio
  • Perché non possiamo giudicare il suicidio
  • La tua salute può essere influenzata da Holiday Rush
  • Il perdono: il sentiero della guarigione e della libertà emotiva
  • Il governo dovrebbe definire il tuo genere?
  • Quando Sex Drives Clash
  • Valutare il danno dei genitori narcisistici
  • Mi sono appena laureato. Non ne ho idea.
  • Il lavoro dell'amore: la vita come sex terapeuta, parte 2 di 2
  • Bias del peso all'interno del movimento di recupero dei disturbi alimentari
  • Dobbiamo ai nostri veterani uno sguardo su PTSD, dipendenza e suicidio
  • Mascotte, salute mentale e motivazione
  • Nascondersi in Plain Sight
  • Manette a 8 anni
  • Disturbo di conversione
  • Quando il sesso fa male: consigli e trucchi per superare il disagio
  • Stigma sulla salute mentale Troppo comune in Iran
  • Disordinata eterosessuale, omosessuale, bisessuale, di genere
  • Vergogna, Celebrità e Oregon Shooter
  • Sindrome da stanchezza cronica: più ricerche confermano i pazienti
  • Direttore della scorsa stagione su War, PTSD, Healing and Filmmaking
  • La Mindfulness vale la pena
  • Il mangiare pericoloso è diventato un problema negli sport di alto livello
  • Trattare i nazisti: considerazioni analitiche sull'odio