L'effetto Coldplay e la connettività

Atalanta Beaumont
Fonte: Atalanta Beaumont

Dieci giorni fa sono andato a vedere i Coldplay a Wembley che è stato fantastico, ma non solo per la musica o per il momento fantastico che la band ci ha regalato. Sono rimasto colpito soprattutto dall'atteggiamento della band dimostrata da Chris Martin, il loro cantante e portavoce.

È stata una performance superba, come una gigantesca festa di compleanno, completa di palloncini e fuochi d'artificio e polsini da polso liberi che brillavano di colori diversi nell'oscurità a seconda della canzone che stavano cantando. Ma, per me, la cosa più commovente di tutto, a parte la loro interpretazione di "Fix you", è stato l'indirizzo di Chris Martin alla folla.

Ci ha ringraziato per essere venuto. Ha detto che sapeva che era una seccatura dopo il lavoro, salire sul tubo, trovare il parcheggio e quant'altro, ma lui e la band ci hanno davvero fatto apprezzare per essere venuti a sentirlo. E tu sapevi che lo facevano. Poi ha ringraziato la sua band. Per inciso, sono una delle poche band che dividono i loro profitti in egual misura. C'è una ragione per questo. Chris Martin riconosce che non esiste senza di loro. Ha detto tanto. Comprende l'interdipendenza con gli altri che gli permette di essere il superbo musicista e musicista che è. Ottiene la sua (e l'altra) interconnessione. Da qui il suo giro di ringraziamenti a noi, alla sua band, ai roadie e ai tecnici dell'illuminazione ea Wembley. Lui capisce: nessuno di noi può essere il nostro io più soddisfatto fino a quando non riconosciamo il ruolo che gli altri giocano nelle nostre vite e gli danno credito. Dall'uomo che raccoglie la tua spazzatura, alla ragazza che serve il tuo caffè, alla persona che guida il tuo treno … siamo tutti una catena di persone connesse, se vogliamo abbracciare e far parte dell'umanità.

Riconosci questo, dacci il benvenuto e inizia ad apprezzare il tuo prossimo. La tua vita sarà migliorata. Probabilmente sarai più felice. Ci sono molti studi per sostenere la connessione come essenziale per gli esseri umani per prosperare e studi che dimostrano che l'altruismo fa bene alla nostra salute. Riconosci i bisogni, i desideri e i talenti degli altri e troverai il tuo. Creerai un cerchio positivo di successo che si alimenterà da solo. Chuck out confronti, non riesco a ricordare chi lo dice, ma "i paragoni sono odiosi". Non fanno niente per noi. Solo perché qualcuno è diverso, pensa in modo diverso da te, sembra diverso da te o vuole cose diverse, non le rende meno o più grandi – semplicemente lo sono. Allo stesso modo in cui "sei". Accettate voi stessi come luogo comune meraviglioso e unico – esattamente come tutti gli altri umani del pianeta – e divertitevi!

E se non fai parte dell'umanità, sei perso. Per citare il poeta metafisico, John Donne "Nessun uomo è un'isola, tutto per sé". Non possiamo esistere ed essere i nostri migliori se stessi senza gli altri. Siamo tutti esseri umani preziosi, tutti vogliamo le stesse cose, sicurezza, salute, successo, apprezzamento – non esiste "loro e noi", solo "noi". Noi occidentali tendiamo a celebrare la nostra unicità, ma direi che siamo tutti uguali: umani.

Solutions Collecting From Web of "L'effetto Coldplay e la connettività"