Le tue convinzioni sull'intelligenza influenzano le tue convinzioni sull'apprendimento

Brain

Le tue convinzioni sull'intelligenza sono davvero importanti.

L'apprendimento è un processo permanente. I bambini vanno a scuola per essere esposti a nuovi argomenti che vanno dalla storia alla matematica alla scienza. Gli adulti devono acquisire nuove conoscenze per comprendere gli eventi mondiali e avere successo con nuovi compiti sul lavoro.

A volte, ovviamente, le cose che impariamo sono abbastanza facili da imparare. Molte persone che osservano gli eventi politici svoltisi in Nord Africa e nel Medio Oriente nel 2011 potrebbero non aver saputo molto sui governi di paesi come la Tunisia e l'Egitto prima che le proteste portassero giù quei governi. Tuttavia, è stato abbastanza semplice apprendere che questi paesi avevano leader che avevano prestato servizio per decenni e che alla fine il popolo voleva più influenza sul governo.

Altre informazioni sono più difficili da raccogliere. Dopo il devastante terremoto e lo tsunami in Giappone, il mondo ha seguito la crisi nella centrale nucleare. Capire perché il combustibile nucleare si stava surriscaldando e i vari modi in cui gli ingegneri e gli operatori di emergenza stavano cercando di gestire i reattori danneggiati richiedevano l'apprendimento di aspetti più complessi della progettazione del reattore e del combustibile nucleare. Questi concetti non sono familiari alla maggior parte di noi, e quindi si sentono difficili da imparare.

In che modo la difficoltà di apprendere qualcosa influisce sulle tue convinzioni su quanto puoi imparare a riguardo?

Questa domanda è stata esplorata da David Miele, Bridgid Finn e Daniel Molden in un documento nel numero di marzo 2009 di Psychological Science .

Erano interessati al ruolo delle credenze delle persone sull'intelligenza nell'apprendimento. Ho scritto un numero di voci in questo blog sul lavoro di Carol Dweck e dei suoi colleghi sulle convinzioni. Questo lavoro suggerisce che le persone credono che gli aspetti della psicologia siano talenti o abilità . Quando credete che l'intelligenza sia un talento, allora pensate di avere un particolare grado di intelligenza che determina quanto bene pensate. Quando credi che l'intelligenza sia un'abilità, allora presumi che tutto possa essere padroneggiato se lavori abbastanza per ottenerlo.

Queste credenze possono influenzare ciò che accade quando incontri informazioni che sembrano difficili da imparare. Qualcuno che crede che l'intelligenza è un talento sentirà che ha raggiunto il limite quando incontra qualcosa di difficile, e questo dovrebbe farli sentire come se non potessero impararlo. Qualcuno che crede che l'intelligenza sia un'abilità sentirà che le informazioni difficili sono una sfida che possono superare.

Per testare questa possibilità, Miele, Finn e Molden hanno dovuto imparare a mettere in relazione parole inglesi con parole indonesiane con lo stesso significato. Alcune di queste parole sembrano abbastanza ovvie (Polizia- Polisi ), mentre altre sembrano totalmente arbitrarie (Bandage- Pembalut ). Le persone hanno studiato le parole per tutto il tempo che volevano e poi hanno espresso giudizi sul modo in cui hanno appreso le parole. Alla fine dello studio, la gente ha fatto un questionario per determinare se pensano all'intelligenza come a un talento o a un'abilità.

In questo studio, le coppie che sembravano facili erano in effetti molto più facili da imparare di quelle che sembravano difficili. Le persone che credevano che l'intelligenza fosse un talento usavano quella sensazione di facilità per decidere quanto bene imparavano i nuovi oggetti. Le persone che credono che l'intelligenza sia un'abilità in realtà hanno mostrato l'effetto opposto. Erano in realtà troppo sicuri del fatto che in seguito avrebbero ricordato gli oggetti duri.

In apparenza, potrebbe sembrare una brutta cosa pensare che tu abbia fatto un lavoro migliore di apprendimento di qualcosa di quello che effettivamente hai fatto. Tuttavia, le persone che credevano che l'intelligenza fosse un talento credevano che quando dovevano dedicarsi molto all'apprendimento, imparavano male. Coloro che credevano che l'intelligenza fosse un'abilità credevano che quando avevano fatto un sacco di sforzi nell'apprendimento, imparavano bene.

Questo risultato è abbastanza importante. Una montagna di prove suggerisce che l'intelligenza sia davvero un'abilità. Cioè, più lavori, più impari. Quindi, quando incontri qualcosa di difficile, è meglio considerarlo una sfida piuttosto che un segno che hai raggiunto i tuoi limiti mentali. È anche meglio credere che studiare duramente porterà a un buon apprendimento piuttosto che credere che studiare duramente porti a uno scarso apprendimento. Inserendo uno sforzo in più su concetti difficili, vieni via con più conoscenza.

In definitiva, questo aspetto dell'apprendimento si nutre di se stesso. Più impari in un dato momento, più è facile imparare cose nuove in futuro. Lo sforzo che hai fatto per imparare è ricompensato rendendo più facile per te imparare più cose in futuro.

Seguimi su Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Le tue convinzioni sull'intelligenza influenzano le tue convinzioni sull'apprendimento"