Le strategie di accoppiamento di Extraverts

Le teorie evolutive della sessualità umana tendono a descrivere le persone come generalmente preferiscono strategie di accoppiamento a breve o lungo termine. Da qui l'idea che la sessualità umana cada su un continuum in cui le persone da un lato si concentrano intensamente sulla ricerca di opportunità per brevi rapporti sessuali, mentre quelle dall'altro lato si concentrano su relazioni a lungo termine impegnate. Esiste una ricerca che suggerisce che questa visione unidimensionale potrebbe essere troppo semplicistica perché alcune persone perseguono contemporaneamente l'accoppiamento sia a breve che a lungo termine, mentre alcune persone fanno poco o nessuno sforzo per perseguire l'una o l'altra. Quindi, una visione multidimensionale della sessualità umana potrebbe essere più accurata. Un problema simile si verifica con le teorie che tentano di integrare le strategie di accoppiamento e le caratteristiche della personalità in un singolo fattore comune basato sulla strategia della storia di vita. Tali teorie propongono anche un continuum unidimensionale che comprende un'ampia gamma di caratteristiche umane, in cui le persone ad una estremità hanno una strategia di vita veloce e quelle che hanno l'altra estremità hanno una strategia lenta. Questa teoria sembra anche troppo semplicistica perché non tutti i tratti della personalità legati alla sessualità umana si inseriscono perfettamente in un continuum veloce-lento. Quindi, una vista multidimensionale sembra anche più accurata.

Wikipedia commons
Venere, dea dell'amore e della lussuria
Fonte: beni comuni di Wikipedia

Secondo la teoria della storia della vita, gli individui tendono a variare lungo un continuum veloce / lento in base alla loro strategia riproduttiva preferita. In questa prospettiva, le strategie veloci sono associate a un alto sforzo di accoppiamento, cioè alla promiscuità sessuale, mentre le strategie lente sono associate a uno sforzo genitoriale più elevato, cioè all'impegno verso relazioni monogame a lungo termine (Figueredo et al., 2006). L'idea alla base di questo è che in ambienti difficili dove l'aspettativa di vita è relativamente breve e la mortalità infantile è alta, le persone si concentreranno sull'avere più figli con un minore investimento dei genitori. D'altra parte, in ambienti ricchi di risorse, dove l'aspettativa di vita è più lunga e la mortalità infantile è più bassa, le persone si concentreranno sull'avere meno figli e investire più intensamente in ciascuna di esse. La teoria della storia della vita è stata inizialmente applicata alla comprensione delle differenze nelle specie animali. Alcune specie di mammiferi, come gli elefanti e le grandi scimmie, hanno una vita relativamente lunga, tendono a riprodursi lentamente, generalmente hanno un solo infante alla volta e forniscono un'assistenza genitoriale intensiva per un periodo di anni; quindi sono considerati lenti strateghi. Altre specie, ad esempio i lupi, hanno una durata della vita relativamente più breve, tendono a riprodursi più frequentemente, danno alla luce più neonati allo stesso tempo e forniscono cure parentali per un periodo di tempo relativamente breve; quindi sono considerati strateghi veloci. Una cosa che trovo sconcertante è l'affermazione che le strategie lente dovrebbero essere associate alla monogamia, mentre le strategie veloci sono associate alla promiscuità e all'accoppiamento a breve termine. L'accoppiamento a breve termine è relativamente comune nei mammiferi, inclusi gli elefanti, dove i maschi non forniscono affatto cure parentali. Sebbene gli scimpanzé siano chiaramente lenti strateghi rispetto alla maggior parte dei mammiferi, sono anche molto sessualmente promiscui e le cure genitoriali sono fornite solo dalle femmine. D'altra parte, i lupi sono strateghi chiaramente veloci rispetto agli elefanti e agli scimpanzé, eppure formano legami monogamici a lungo termine, ed entrambi i genitori forniscono assistenza ai loro piccoli. Quindi, l'idea che il lento equivale alla monogamia / veloce equivale alla promiscuità non sembra adattarsi molto bene ai dati a livello di specie.

Wikipedia commons
Bonobo allo zoo di San Diego. Strategi chiaramente lenti, ma i bonobo sono tra i mammiferi più sexy di tutti.
Fonte: beni comuni di Wikipedia

La teoria della storia della vita è stata estesa dalle differenze tra le specie alle differenze tra individui e persino intere popolazioni all'interno della specie umana (Figueredo et al., 2006). Come ho notato in un post precedente, si verificano anomalie quando si applica la teoria alle popolazioni umane. In particolare, i paesi in via di sviluppo hanno un'aspettativa di vita relativamente bassa e un'alta mortalità infantile rispetto ai paesi sviluppati più ricchi. Quindi, ci si aspetterebbe che le persone nei paesi più poveri diventassero strateghi veloci e le persone nei paesi più ricchi fossero lenti strateghi. Tuttavia, i dati interculturali sull'atteggiamento verso l'accoppiamento a breve termine contraddicono le previsioni della teoria della storia della vita: le persone nei paesi più poveri hanno meno probabilità di indicare un interesse per l'accoppiamento a breve termine rispetto a quelle più ricche (Schmitt, 2005). Quindi, la monogamia potrebbe effettivamente essere più adattabile della promiscuità in condizioni difficili, contrariamente alle affermazioni fatte dalla teoria della storia della vita.

La teoria della storia della vita è stata applicata anche ai tratti della personalità (Figueredo, Vásquez, Brumbach, & Schneider, 2004). Secondo questo punto di vista, che ho discusso in una serie di post, c'è un ampio fattore di salute e vitalità noto come fattore K, che è associato non solo allo spettro veloce / lento delle strategie riproduttive, ma a un generale fattore di personalità (GFP) che combina tutti i tratti principali in un modo socialmente desiderabile. [1] Quindi, gli individui con una strategia lenta dovrebbero generalmente essere alti in una combinazione di tratti come extraversione, stabilità emotiva, gradevolezza, coscienziosità e apertura all'esperienza, mentre quelli con una strategia veloce dovrebbero mostrare bassi livelli di questi tratti, lungo con alti livelli di tratti antisociali tra cui la triade oscura di psicopatia, machiavellismo e narcisismo. C'è una ricerca per suggerire che i tratti della triade oscura facilitano l'accoppiamento a breve termine e la promiscuità sessuale (Jonason, Li, Webster e Schmitt, 2009; Jonason, Valentine, Li, e Harbeson, 2011). Tuttavia, non è stato studiato se alti livelli di GFP facilitino l'accoppiamento a lungo termine.

Una recente ricerca (Holtzman & Strube, 2013) suggerisce che la teoria della storia della vita potrebbe avere un altro problema. L'idea che le strategie sessuali cadano lungo un continuum unidimensionale presuppone che l'accoppiamento a breve termine ea lungo termine siano poli opposti. Tuttavia, alcune persone potrebbero preferire perseguire entrambi i tipi di strategie contemporaneamente, mentre alcune persone non perseguono neanche. Quindi, la teoria della storia della vita trascura importanti variazioni umane nelle strategie sessuali. Lo studio di Holtzman e Strube ha esaminato le relazioni tra le due strategie di accoppiamento e un numero di tratti di personalità tra cui i Big Five e la Triade Oscura in due culture diverse: una occidentale (USA) e una orientale (India). Hanno trovato che le misure di accoppiamento a lungo termine (es. Esperienza con relazioni a lungo termine) e di interesse nell'accoppiamento a breve termine (ad esempio conforto e desiderio di avere relazioni sessuali non assegnate) avevano solo una moderata correlazione negativa nel campione americano (r = -.23), e una correlazione negativa leggermente maggiore nel campione indiano (r = -.54). Ciò ha dimostrato che, sebbene vi sia una tendenza generale per le persone ad avere una preferenza per l'accoppiamento a lungo oa breve termine, le due preferenze sono lontane dall'escludersi a vicenda. Anche i risultati per la personalità sono stati piuttosto interessanti. Come previsto, i tratti della Triade Oscura erano tutti positivamente associati all'interesse per l'accoppiamento a breve termine, mentre la psicopatia e il machiavellismo erano associati negativamente all'accoppiamento a lungo termine (il narcisismo non era correlato). Inoltre, la gradevolezza e la coscienziosità sono state associate negativamente all'interesse a breve termine e positivamente associate all'accoppiamento a lungo termine. La scoperta che ho trovato più interessante è stata che nel campione americano l'extraversion era correlata positivamente sia con l'accoppiamento a breve che a lungo termine. Nel campione indiano, invece, l'extraversion era correlata positivamente con l'accoppiamento a breve termine e non correlato a quello a lungo termine. L'extroversione essendo positivamente correlata all'accoppiamento sia a breve che a lungo termine (almeno in una cultura) è difficile da spiegare all'interno di una visione unidimensionale delle strategie riproduttive, ma è prontamente accomodata da una visione multidimensionale in cui a breve ea lungo termine le strategie sono in una certa misura indipendenti l'una dall'altra.

Queste scoperte sull'estroversione sono in accordo con la ricerca passata che collega la personalità a varie dimensioni della sessualità (Schmitt & Buss, 2000). Ad esempio, l'alta estroversione è stata collegata alla mancanza di esclusività relazionale ed erotofilia (cioè un atteggiamento aperto, accettante, privo di sensi di colpa nei confronti del sesso) – cose che sembrano facilitare l'accoppiamento a breve termine – ma anche con investimenti emotivi (essere amorevoli, romantici, e affettuoso), qualcosa che sembrerebbe compatibile anche con l'accoppiamento a lungo termine.

Secondo Holtzman e Strube, l'extraversion potrebbe facilitare una strategia di doppia relazione, almeno in alcune culture, in cui una persona mira a bilanciare i benefici dell'essere in una relazione a lungo termine con l'eccitazione di avere degli affari a breve termine. Questo potrebbe aiutare a far luce sul motivo per cui alcune persone impegnate in relazioni a lungo termine sono spesso infedeli. L'extraversione è stata collegata a una sensibilità di fondo a esperienze gratificanti di ogni tipo, non solo con la sessualità ma anche con l'alcol e l'uso di droghe ricreative (Cook, Young, Taylor, & Bedford, 1998; Miller et al., 2004), nonché all'efficacia interpersonale in generale. Quindi, avrebbe senso che l'estroversione possa essere collegata a una strategia di relazione per cercare di ottenere il maggior numero di ricompense possibili, anche quando queste implicano interessi contrastanti. I tratti legati all'extraversion sono stati anche collegati all'assunzione di rischi (ad es. Sesso rischioso e uso di droghe) (Zuckerman e Kuhlman, 2000), ritenuti una caratteristica delle strategie di una storia di vita veloce. Tuttavia un'elevata estroversione dovrebbe essere collegata a livelli elevati di un fattore generale di personalità (e quindi a strategie lente) a causa della sua associazione con l'efficacia sociale. Di conseguenza, l'extraversione combina sia le qualità socialmente desiderabili che quelle indesiderabili, e non è chiaramente associata ad entrambe le estremità del continuum di K proposto.

Wikipedia commons
Le relazioni, come tante cose, sono spesso complicate e rischiose.
Fonte: beni comuni di Wikipedia

L'idea che l'accoppiamento a breve e lungo termine non si escludano a vicenda è difficile da riconciliare con modelli unidimensionali come la teoria della storia della vita e il fattore generale della personalità. Tuttavia, è chiaramente compatibile con i modelli multidimensionali. Holtzman e Strube suggeriscono che l'accoppiamento a breve e lungo termine può mappare approssimativamente sul circumplesso interpersonale. Questo modello presenta due dimensioni del comportamento interpersonale noto come agenzia (andare avanti e raggiungere lo stato sociale) e la comunione (andare d'accordo con gli altri e mantenere relazioni calde). L'accoppiamento a lungo termine può essere allineato in particolare con la comunione, mentre l'accoppiamento a breve termine potrebbe allinearsi in particolare con l'agire. È interessante notare che la combinazione di alta mediazione e alta comunione è associata con l'extraversione, mentre una combinazione di bassa azione e alta comunione è più associata alla gradevolezza. Ciò ha senso alla luce delle scoperte di Holtzman e Strube che la gradevolezza era positivamente associata all'accoppiamento a lungo termine e associata negativamente all'accoppiamento a breve termine, mentre l'extraversione era positivamente associata ad entrambi (almeno negli Stati Uniti).

Journal of Personality
Diagramma del circolo interpersonale. L'asse verticale corrisponde all'agire, quello orizzontale alla comunione.
Fonte: Journal of Personality

Sarebbe interessante esaminare le relazioni tra i tratti della personalità, in particolare l'estroversione, con l'accoppiamento a lungo termine in una gamma più ampia di culture. Un ampio studio (Schmitt & Shackelford, 2008) ha rilevato che l'interesse per l'accoppiamento a breve termine e la promiscuità erano associati a una maggiore estroversione e a una minore gradevolezza e coscienziosità in molte regioni del mondo. Tuttavia, lo studio di Holtzman e Strube è il primo a guardare la relazione con l'accoppiamento a lungo termine in culture diverse. Hanno trovato diverse relazioni tra l'extraversione e l'accoppiamento a lungo termine in India, una cultura collettivistica non occidentale, rispetto agli USA altamente individualistici. Forse, l'extraversione è associata all'accoppiamento a lungo termine principalmente nelle culture occidentali, dove l'individualismo è molto apprezzato. Le culture occidentali tendono generalmente a essere più permissive di quelle non occidentali. È possibile che le società permissive facilitino strategie riproduttive miste, consentendo ad alcune persone di avere le cose in entrambi i modi quando si tratta di sesso, mentre le culture più conservatrici e tradizionali potrebbero sopprimere tali tendenze in modo più forte.

Nota

[1] Per essere onesti, alcuni sostenitori della teoria della storia della vita (Dunkel, Cabeza De Baca, Woodley e Fernandes, 2014) hanno sostenuto che la strategia di storia della vita e un fattore generale di personalità sono abbastanza distinti l'uno dall'altro e che quest'ultimo è non è un buon proxy per il primo, anche se affermano che entrambi sono componenti di quello che chiamano un "fattore super-K".

Crediti d'immagine

La nascita di Venere di Sandro Botticelli (1485). Fonte: Wikipedia

Bonobo madre Lana, 25 anni, e figlia Kesi, 2, allo zoo di San Diego nel 2006. Credito: WH Calvin Ape Bonobo Zoo di San Diego. Fonte: Wikipedia, sotto licenza Creative Commons.

La Belle Dame sans Merci di John William Waterhouse (1893). Fonte: Wikipedia

Il diagramma della Circonferenza interpersonale appare originariamente in: DeYoung, CG, Weisberg, YJ, Quilty, LC, & Peterson, JB (2013). Unificazione degli aspetti dei Big Five, del Circonferenza interpersonale e dell'affiliazione trait. Journal of Personality, 81 (5), 465-475. doi: 10.1111 / jopy.12020.

Riferimenti

Cook, M., Young, A., Taylor, D., e Bedford, AP (1998). Correlazioni di personalità del consumo di alcol. Personalità e differenze individuali, 24 (5), 641-647. doi: http: //dx.doi.org/10.1016/S0191-8869 (97) 00.214-6

Dunkel, CS, Cabeza De Baca, T., Woodley, MA, e Fernandes, HBF (2014). Fattore generale di personalità e intelligenza generale: testare ipotesi da K differenziale, teoria della storia della vita e sforzo strategico di integrazione e differenziazione. Personalità e differenze individuali, 61-62 (0), 13-17. doi: http: //dx.doi.org/10.1016/j.paid.2013.12.017

Figueredo, AJ, Vásquez, G., Brumbach, BH, & Schneider, SMR (2004). L'ereditarietà della strategia della storia della vita: il fattore-k, la covità e la personalità. Biologia sociale, 51 (3-4), 121-143. doi: 10,1080 / 19485565.2004.9989090

Figueredo, AJ, Vásquez, G., Brumbach, BH, Schneider, SMR, Sefcek, JA, Tal, IR,. . . Jacobs, WJ (2006). Consilienza e teoria della storia della vita: dai geni al cervello alla strategia riproduttiva. Review inerente allo sviluppo, 26 (2), 243-275. doi: http: //dx.doi.org/10.1016/j.dr.2006.02.002

Holtzman, NS, & Strube, MJ (2013). Oltre l'accoppiamento a breve termine, l'accoppiamento a lungo termine è legato unicamente alla personalità umana. Psicologia evolutiva, 11 (5). doi: 10,1177 / 147.470.491.301,100514 millions

Jonason, PK, Li, NP, Webster, GD, & Schmitt, DP (2009). La triade oscura: Facilitare una strategia di accoppiamento a breve termine negli uomini. European Journal of Personality, 23 (1), 5-18. doi: 10.1002 / per.698

Jonason, PK, Valentine, KA, Li, NP, e Harbeson, CL (2011). Mate-selection e The Dark Triad: Facilitare una strategia di accoppiamento a breve termine e creare un ambiente volatile. Personalità e differenze individuali, 51 (6), 759-763. doi: http: //dx.doi.org/10.1016/j.paid.2011.06.025

Miller, JD, Lynam, D., Zimmerman, RS, Logan, TK, Leukefeld, C., e Clayton, R. (2004). L'utilità del modello Five Factor nella comprensione del comportamento sessuale a rischio. Personalità e differenze individuali, 36 (7), 1611-1626. doi: http: //dx.doi.org/10.1016/j.paid.2003.06.009

Schmitt, DP (2005). Sociosessualità dall'Argentina allo Zimbabwe: uno studio di 48 nazioni sul sesso, la cultura e le strategie di accoppiamento umano. Behavioral and Brain Sciences, 28, 247-311.

Schmitt, DP, & Buss, DM (2000). Dimensioni sessuali della descrizione della persona: oltre o sottomessa dai grandi cinque? Journal of Research in Personality, 34 (2), 141-177. doi: http: //dx.doi.org/10.1006/jrpe.1999.2267

Schmitt, DP, & Shackelford, TK (2008). Big Five caratteristiche legate all'accoppiamento a breve termine: dalla personalità alla promiscuità in 46 nazioni. Psicologia evolutiva, 6 (2), 246-282. doi: 10,1177 / 147.470.490.800,600204 millions

Zuckerman, M., & Kuhlman, DM (2000). Personalità e assunzione del rischio: fattori bisognosi comuni. Journal of Personality, 68 (6), 999-1029. doi: 10.1111 / 1467-6.494,00124

Solutions Collecting From Web of "Le strategie di accoppiamento di Extraverts"