Le soglie del cervello e del dolore, il sonno e l'infiammazione nell'artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è una malattia infiammatoria che provoca un grande dolore emotivo e fisico. Tuttavia, sembrerebbe che per molti pazienti affetti da artrite reumatoide, non tutto il dolore sia dovuto all'infiammazione: tali pazienti continuano a riportare livelli significativi di dolore, anche nel contesto di malattie ben controllate. La ricerca ha dimostrato gli effetti della depressione e la complessa relazione tra dolore, infiammazione e difficoltà psichiatriche, tra cui scarsa igiene del sonno e umore.

I risultati di uno studio recente, pubblicato su "Arthritis Research & Therapy", hanno dimostrato un'associazione inversa tra il marker infiammatorio C-Reactive Protein (CRP) e la soglia del dolore articolare nell'artrite reumatoide. Meccanismi del dolore periferico (ad esempio, sensibilizzazione periferica) sono caratterizzati da aree locali di maggiore sensibilità al dolore in risposta all'induzione dell'infiammazione. Al contrario, i meccanismi del dolore centrale hanno effetti più diffusi, che coinvolgono l'articolazione e al di fuori dell'articolazione. E questo studio ha dimostrato che le difficoltà del sonno erano inversamente associate alla soglia del dolore, implicando un difetto nell'elaborazione del dolore centrale.

Precedenti studi avevano esaminato sindromi dolorose non infiammatorie, come la fibromialgia, e trovato due importanti meccanismi di sensibilità al dolore diffusa: sensibilizzazione centrale e perdita di controllo inibitorio nocivo diffuso. La sensibilizzazione centrale comporta una fase acuta, con sensibilizzazione dei recettori del dolore nel midollo spinale; e una fase successiva, che coinvolge cambiamenti generalizzati nel cervello. La perdita del controllo inibitorio nocivo diffuso si manifesta con una diffusa ipersensibilità al dolore dovuta alla compromissione delle risposte neurologiche inibitorie che normalmente riducono il dolore. Vi sono evidenze di meccanismi centrali di elaborazione del dolore nell'artrite reumatoide, uno studio mostra un alterato flusso sanguigno regionale nella corteccia prefrontale, nella corteccia cingulofrontale e nella corteccia cingolata anteriore tra i pazienti con artrite reumatoide esposti a stimoli di calore dolorosi.

È noto che la tempesta perfetta di intensa sensibilità al dolore, scarsa igiene del sonno e difficoltà psichiatriche è comune tra le persone affette da fibromialgia, una condizione di dolore cronico che colpisce quasi il 20% dei pazienti con artrite reumatoide. Si potrebbe sospettare che questo sottogruppo di pazienti abbia influenzato lo studio in questione. Tuttavia, è stato riscontrato che le associazioni tra soglia del dolore, CRP, disturbi del sonno e difficoltà psichiatrica sono rimaste invariate dopo aver escluso i pazienti con 11 o più punti teneri dall'analisi finale.

Il dolore nell'artrite reumatoide ha cause proteiforme. I caregiver devono considerare i fattori infiammatori e non infiammatori quando un paziente si avvicina ai disturbi del dolore e rispondere con approcci multidisciplinari per alleviare il dolore.

Solutions Collecting From Web of "Le soglie del cervello e del dolore, il sonno e l'infiammazione nell'artrite reumatoide"