Le radici psicologiche della nostra attuale epidemia di ipocrisia

Una volta ho avuto una conversazione con un amico libertario che ha insistito sul fatto che la libertà era la risposta a tutto, ironico da quando si sarebbe sposato la settimana seguente.

"Libertà di fare sesso con altri sposati?" Chiesi.

"Certo che no," disse.

"Libertà per i tuoi figli di fare quello che vogliono?"

"No, è diverso", ha detto.

"Libertà per tutti di avere una bomba nucleare?"

"No, non sarebbe bello."

"Libertà per la gente di rubare?"

"No, questo deve essere controllato."

"Non pensi davvero che la libertà sia la risposta a tutto", dissi. "La vera domanda è cosa limitare e cosa lasciare andare libero. La domanda nell'ingegneria sociale è la domanda in tutta l'ingegneria. È una questione di tolleranze: cosa limitare con tolleranze ristrette e cosa lasciare correre senza limiti. Quella domanda è costruita proprio nelle dichiarazioni paradossali che dovremmo tutti, "essere intolleranti a tutte le intolleranze" o "tollerare ogni intolleranza".

"Scusa, non è questa la mia domanda", ha detto.

"Ma perché?" Ho chiesto.

"Perché è difficile e non voglio preoccuparmene."

Ho applaudito la sua onestà. Se vuoi sapere perché non è ovvio per tutti ormai che la domanda è cosa tollerare e non tollerare, è semplicemente questo. La domanda è difficile.

È molto più facile essere un ipocrita, affermare che la libertà totale o il vincolo totale sono le uniche possibilità e che si preferisce e si oppone all'altro. È più facile fingere di essere crociati per la libertà assoluta contro il controllo assoluto o viceversa piuttosto che affrontare la complessità disordinata di cercare di capire cosa liberare e cosa limitare.

L'ipocrisia è l'alternativa alla preghiera per la saggezza di conoscere la differenza tra cosa limitare e cosa lasciare correre libero. Fai finta di avere già la saggezza perfetta per conoscere l'ovvia differenza. Fai finta che non ci siano dubbi, il controllo è sempre negativo, la libertà è sempre buona. O vice versa.

E con l'ipocrisia, puoi persino averla in entrambi i modi a seconda dei tuoi bisogni e dei tuoi desideri momentanei. Puoi affermare che ne preferisci sempre uno dato che puoi passare avanti e indietro.

"Non mi piace che questo mi limiti. Dovremmo essere tutti sempre liberi. "

"Sempre?!"

"Sì, il giudizio è sempre cattivo. Le persone non dovrebbero mai giudicare. "

"Ma non è" dovrebbe "un giudizio?"

"No. E perché devi sempre essere in disaccordo con me? "

"Io non sempre e comunque, non hai appena detto che le persone dovrebbero essere sempre libere? Questo non vale anche per me? Non dovrei essere libero di non essere d'accordo con te? "

"No. Le persone dovrebbero sempre fare la cosa giusta. Le persone dovrebbero essere sempre controllate dai principi morali che conosco e sposano ".

"Ma … ma … hai appena detto …"

C'è una differenza tra essere e sentirsi coerenti. Per essere coerenti devi domare la tendenza ad estrapolare i principi universali da qualunque cosa tu stia provando nel momento. Devi essere in grado di notare le tue incongruenze.

Dal momento che è difficile e auto-compromettente, è più facile sentirsi coerenti. Per questo è necessario mantenere una sola idea costante. Canta sempre, "Sono coerente. Ho integrità Non sono come tutte le altre persone intorno a me. Altre persone sono un'ipocrisia inconsistente. Non sono."

Se tieni quel pensiero con tutto il tuo cuore, allora non devi prestare attenzione al tuo rovesciamento. Puoi avere tutti i tuoi dolci e mangiarli anche tu.

Non vivrai secondo i tuoi standard incoerenti, ma se sei abbastanza insistente, sarai in grado di convincerti che lo fai, e forse sarai in grado di convincere anche gli altri. Ci sono un sacco di culti ipocrisici a cui puoi unirti, società di mutua ammirazione che rivendicano qualche verità assoluta, liberandosi così di seguire i loro capricci, sicuri di essere coerenti.

In questi giorni, il libertarismo è uno di questi culti, che sta crescendo in popolarità, in gran parte grazie alla sponsorizzazione della rete di donatori dei fratelli Koch, spendendo miliardi attraverso le organizzazioni di beneficenza private per raggiungere una meta di circa 400 miliardari, senza restrizioni in tutto ciò che fanno . La cabala è stata ispirata da un'erronea lettura dell'Unione Sovietica. Fred Koch, il padre del fratello Koch era un fornitore chiave di Stalin mentre costruiva l'industria petrolifera dell'Unione Sovietica. Quando Fred vide la devastazione provocata dal suo cliente Stalin, scrisse: "Ciò che vidi in Russia mi convinse della natura del tutto malvagia del comunismo … Ciò che vidi lì mi convinse che il comunismo era la forza più malvagia che il mondo abbia mai visto e Devo fare tutto ciò che è in mio potere per combatterlo, cosa che ho fatto da allora. "

Piuttosto che mordere la mano di Stalin che gli dava da mangiare, si concentrò convenientemente sulla razionalizzazione che Stalin aveva impiegato per giustificare la sua dittatura. Nel 1938, Fred disse che "anche se nessuno è d'accordo con me, sono dell'opinione che gli unici paesi validi al mondo siano la Germania, l'Italia e il Giappone, semplicemente perché lavorano e lavorano sodo". Amava il fascismo ; odiava il comunismo.

Così nacque l'ipocrita campagna di Koch, il controllo della libertà; costringere per la libertà, dettare l'anarchia. È stato facile convincere gli altri ricchi donatori entusiasti del movimento, donatori come il nostro nuovo segretario all'istruzione Betsy Devos, un libertario autoproclamato che ha donato oltre 200 milioni di dollari a campagne ipocrite per l'educazione religiosa imposto dallo stato in nome del libertarismo. Ed è stato facile trovare politici che metteranno in bocca e difenderanno l'ipocrisia per i soldi.

Questo è quello che è successo a quello che una volta era il partito repubblicano. I repubblicani che abbracciarono le tradizioni americane piegate al volere del Koch o furono cacciati dai candidati finanziati dal Koch dal Tea Party. Se ti stai chiedendo che cosa è successo al nostro paese, ciò che spiega il bizzarro slancio verso il libertarismo, i fratelli Koch sono un buon posto per trovare risposte. Il Tea Party non sarebbe durato più a lungo del movimento Occupy se non fosse stato orchestrato e finanziato dai Koch.

Ti sembro un teorico della cospirazione? Se l'alternativa alla teoria della cospirazione è l'ipotesi che non ci siano mai cospirazioni, siamo nei guai. Ci sono cospirazioni. La differenza tra i teorici della cospirazione e le persone che rivelano cospirazioni reali è se l'entusiasmo di trovarne uno o l'evidenza conduca alla conclusione che ce n'è uno. Se leggi i fatti sui fratelli Koch, penso che scoprirai che le prove si impongono in modo abbastanza conclusivo.

Ma non importa quanti soldi spendi per vendere qualcosa, non venderà se non c'è appetito latente. Con il libertarismo come razionalizzazione, c'è un sacco di appetito, l'appetito per qualche alternativa al dover pensare a ciò che vale e non vale la pena limitarsi.

I libertari si sono comprati la libertà suprema, pagati per intero con l'impegno per l'ipocrisia, la libertà di non doversi mai meravigliare o imparare da qualcosa mai più, la libertà di sentirsi coerenti senza doversi preoccupare della domanda difficile che si presenta ovunque poiché a volte la libertà si rivela bene e a volte risulta male:

In ingegneria: ci sono bulloni e ci sono cuscinetti a sfera. Abbattiamo alcune cose e lasciamo che altre cose scorrano liberamente.

Ingegneria informatica: gli algoritmi sono vincoli che consentono di immettere una gamma libera di variabili e ottenere risultati vincolati in modo affidabile.

Ingegneria sociale: vogliamo che le persone abbiano la libertà di fare ciò che vogliono fintanto che non causano più danni di quanti ne valga la libertà. Le leggi, al loro meglio, sono vincoli che massimizzano la libertà.

Libertà e giustizia per tutti: la giustizia ci costringe, la libertà ci libera. La giustizia è sicurezza Il governo al suo meglio cerca il miglior mix.

Libertà e responsabilità: sei libero sulla pista da ballo, ma se non sei speciale (PS, non lo sei) la tua libertà arriva con la responsabilità di non limitare la libertà degli altri. Non si riesce a radunare tutti nell'angolo danzando selvaggiamente con gli occhi chiusi che gridano "Credo nella libertà!"

Movimenti sociali: i movimenti migliori e peggiori della storia umana hanno tutti avuto lo stesso grido di battaglia, un fiero "Chiediamo di più!". È il grido di chi è affollato ma anche di quelli che hanno già più della loro giusta quota. È il grido del movimento dei diritti civili e delle donne, ma anche dei nazisti. Quindi qual è la differenza tra le versioni buone e cattive di quel grido di battaglia? Ipocrisia, richiesta di più dancefloor quando ne stai già prendendo in abbondanza.

Giocatore contro sposato: Un giocatore è libero di uscire con chiunque, ma la libertà arriva con una perdita di sicurezza, nessun partner affidabile a cui tornare a casa. Una persona sposata è più vincolata, ma nel commercio guadagna un po 'di sicurezza.

Freelance vs. salariati: i lavoratori dipendenti sono più vincolati dei liberi professionisti, ma in cambio ottengono un po 'più di sicurezza.

Evoluzione: la vita è un processo per tentativi ed errori e noi siamo le prove. Questo ci rende ambivalenti, il tifo per noi stessi come prove e il tifo per il processo di prova ed errore. Nei nostri cuori, piangiamo "lascia che l'uomo migliore vinca e maledettamente meglio di me!"

Perdenti doloranti: i perdenti malati rompono il tabellone se perdono. I libertari sono così. Pensano che se non vincono, il gioco è truccato contro di loro e devono essere distrutti in modo che vincano sempre.

Volontà libera contro determinismo: affermiamo che il libero arbitrio è migliore del determinismo, ma in realtà siamo ambivalenti. Quello che ci piacerebbe davvero è la libertà di avanzare e il determinismo che blocca i progressi che abbiamo già fatto. Quello che vogliamo veramente è un cricchetto, la libertà di arrampicarsi, il vincolo contro la caduta.

Possiamo avere quel cricchetto se chiudiamo gli occhi, danziamo impulsivamente e gridiamo "la libertà è l'unica risposta!" Mentre affolliamo tutti gli altri negli angoli, intendendo solo la nostra libertà personale, l'inferno con la loro.

Solutions Collecting From Web of "Le radici psicologiche della nostra attuale epidemia di ipocrisia"