Le radici evoluzionarie della democrazia

Politica: se vuoi una parola che viene caricata in tutti i modi, questo è un buon candidato. Le persone si infiammano su tutti i tipi di politica – politica su larga scala ( Ritieni che l'ONU non stia entrando in scena? ), La politica su scala media ( lo stato bloccherà davvero i bilanci delle scuole locali? È legale ?! ), politica su piccola scala ( Non ho intenzione di votare per quel ragazzo per la commissione PTA! ), per una politica molto piccola ( Sally ovviamente non ha ottenuto la posizione manageriale su Ted perché Ted è il nipote del proprietario!) . Politica!

Negli ultimi anni, alcuni grandi lavori della buona vecchia psicologia evolutiva hanno gettato una luce straordinaria sulla natura della politica. Mentre ci sono molti grandi esempi, uno degli sviluppi più interessanti ed eccitanti in quest'area si riferisce al lavoro di Paul Bingham e Joanne Souza (2009), che costituiscono un grande caso per gli umani come scimmia democratica. E come vedrai, la loro idea generale ha enormi implicazioni per capire chi siamo.

Per comprendere al meglio la nostra natura politica, sostengono Bingham e Souza, dobbiamo pensare che gli esseri umani siano in grado di proiettare una minaccia significativa per gli altri in modo reale e coordinato. Lo chiamano il principio della minaccia coercitiva e sostengono che la nostra capacità di porre una minaccia coercitiva ad altri umani è diversa da qualsiasi altra che sia mai esistita in altre specie. In breve, sostengono che gli umani si sono evoluti per essere precisi e mortali nella loro abilità di lancio. Possiamo lanciare sassi con molta più decisione, velocità e accuratezza di qualsiasi altro animale. Di gran lunga.

Sembra semplice? Forse. Ma pensa a questo. Immagina un gruppo ancestrale di ominidi con un leader potente ma ingiusto ed egoista che sembra essere anche più grande e più forte di tutti gli altri del gruppo (che è il modo in cui ha ottenuto questa posizione di leadership in primo luogo). Attaccarlo fisicamente sarebbe rischioso; può colpire più forte di quanto tu possa, ricorda, è grande e forte. Ma lanciare un pozzo di roccia che può essere intelligente un po 'non ha gli stessi costi potenziali del confronto fisico ravvicinato. Infatti, lanciato giusto, una roccia può uccidere qualcuno. Ma il costo per il lanciatore è, ancora una volta, piccolo in termini di tempo ed energia.

Quando gli umani hanno prima evoluto la capacità di proiettare con precisione i proiettili in questo modo, hanno acquisito la capacità di tenere la minaccia coercitiva sugli altri in un modo evolutivamente senza precedenti. Accoppia questo con un altro aspetto degli umani che è chiaramente parte della nostra storia evolutiva – la formazione di alleanze sociali. Gli esseri umani sono chiaramente esseri sociali e spesso stringiamo alleanze con gli altri oltre le linee di parentela (in altre parole, formiamo forti alleanze e amicizie con i non-parenti). Quindi immagina ora un gruppo di tre o quattro maschi che sono più piccoli del leader ma che formano un gruppo, con una visione, di creare un clan (o società) che offre loro e le loro famiglie più in termini di potere e risorse. Questo piccolo gruppo può essere potente. Con una visione condivisa e la capacità di lanciare con precisione da una distanza, un piccolo gruppo può, infatti, essere più potente di un unico grande leader.

La capacità di emettere una minaccia coercitiva a distanza unita alla propensione a formare alleanze sociali significative potrebbe aver dato origine alla natura della politica nei gruppi umani. In tale scenario, il campo di azione sociale può essere livellato e possono emergere sia l'egualitarismo sia la democrazia. La nostra naturale tendenza, quindi, potrebbe essere la democrazia. L'approccio evolutivo può aiutarci a capire le radici della politica umana? Penso che sia così.

Questo articolo fa parte di una serie di blog intitolati Psicologia evolutiva e Condizione umana .

Riferimenti e ulteriore lettura

Bingham, PM e Souza, J. (2009). La morte da lontano e la nascita di un universo umano. Lexington, KY: BookSurge Publishing.

Geher, G. (2014). Psicologia evolutiva 101. New York: Springer.

Solutions Collecting From Web of "Le radici evoluzionarie della democrazia"