Le persone stanno diventando più primitive o la psicoanalisi?

Che succede alla psicoanalisi ultimamente? Non sono più così coinvolto nella psicoanalisi organizzata, ma ascolto e leggo una buona parte di ciò che succede nelle comunità analitiche locali mie e altrui. E ciò di cui ho sentito parlare sempre più spesso sono i modi in cui i pazienti che vengono presentati in caso di conferenze o di esperti in visita sono invariabilmente ritenuti più malati di quanto il pensiero dell'analista presentatore o che sembra incontrare l'occhio. Almeno in alcune comunità psicoanalitiche, vi è un'enfasi crescente sugli aspetti psicotici del paziente (e talvolta dell'analista). Se un'analisi sembra andare bene o no, il trucco sembra essere quello di individuare alcune difficoltà nell'aggressività o primitività non riconosciute nel paziente.

Dubito molto che le persone – i nostri pazienti – diventino effettivamente più aggressivi o pazzi nel tempo, quindi è probabile una svolta in teoria e non nei pazienti che vengono da noi per l'analisi. Dubito anche che queste nuove "interpretazioni" sui pazienti che attaccano le menti degli analisti, o che non abbiano realmente menti capaci di pensare simbolicamente, o che funzionino in altro modo a livelli primitivi, abbiano effettivamente aumentato l'efficacia dell'analisi, qualcosa che ci si potrebbe aspettare dal nostro comprensione dei nostri pazienti in realtà più accurata.

Quindi, quello che probabilmente abbiamo, invece, è una svolta teorica, che riflette, nel migliore dei casi, un nuovo apprezzamento degli aspetti finora sottovalutati della vita mentale e, nel peggiore dei casi, un nuovo linguaggio e un apparato concettuale per le stesse vecchie cose che gli analisti hanno sempre visto e lavorato con. In ogni caso, anche se forse di qualche interesse intellettuale, ho i miei dubbi sul fatto che tale tendenza rifletta un progresso nella teoria analitica o nella sua efficacia terapeutica.

La mia opinione è che l'emergere di nuovi linguaggi e paradigmi come questo potrebbe essere esplorato più fruttuosamente dal punto di vista della sociologia della conoscenza. Cioè, cosa sta succedendo dentro e fuori la nostra professione che potrebbe rendere questa svolta teorica più "corretta" e avvincente per i suoi praticanti? Le professioni (notoriamente) non fanno molto bene a guardarsi come attori storici o sociali e la psicoanalisi non fa eccezione.

Quindi, ecco alcune delle mie inferenze (chiaramente speculative) sulle fonti dell'appello di questo rinnovato interesse per la primitività del funzionamento mentale tra alcuni psicoanalisti:

  1. Mi chiedo se c'è un certo dramma o eccitazione evocata nell'analista che sente che lui / lei sta giocando con forze folli e pericolose. Forse gli analisti devono evitare quello che temono (erroneamente) potrebbe essere il lavoro più prosaico dell'analisi tradizionale, forme di psicoterapia molto meno favorevoli
  2. Fa sembrare che gli analisti siano intelligenti, che siano anche intellettuali, perché il linguaggio degli stati mentali primitivi è spesso complicato e arcano.
  3. Piuttosto che capire perché i loro pazienti non stanno migliorando molto, forse c'è la tentazione di girare verso l'interno e continuare a riorganizzare le sedie a sdraio del Titanic.
  4. La profondità sembra essere quasi feticizzata. Più profondo è, meglio è. Siamo "astronauti dell'inconscio", come disse una volta la psicanalista Vann Spruell. Chi non vuole essere un astronauta o, più drammaticamente, chi non vorrebbe essere come Dante, usando le nostre torce analitiche che sondano in livelli sempre più profondi di oscurità pieni dei demoni della follia e dell'aggressione. Ci nobilita
  5. È un modo di aggrapparsi alla metapsicologia freudiana tradizionale mentre sembra andare ben oltre Freud. C'è ancora aggressività, forme pericolose di sessualità e perversioni, ma siamo in un mondo pseudo-kleiniano ora di pre-simbolizzazione e alterate funzioni alfa. Perché non essere solo freudiani? Non sono così male. E se non vogliamo essere freudiani, diciamo qualcos'altro, come i terapeuti cognitivi, i terapisti di supporto o anche gli allenatori. Guariamo attraverso l'amore e le esperienze emotive correttive!

Oppure non … ma perché diventare più oscuri o pazzi di Freud?

Solutions Collecting From Web of "Le persone stanno diventando più primitive o la psicoanalisi?"