Le persone devono funzionare come le cellule in un vasto cervello tecnologico

La tecnologia digitale favorisce la connessione intima su grandi distanze e facilita la cooperazione globale. In definitiva, la comunità globale funzionerà come un singolo cervello che connette la maggior parte delle persone e dei loro dispositivi elettronici.

Previsione del cambiamento tecnologico

Alcune previsioni sul cambiamento tecnologico hanno l'abitudine di sbagliare molto, come l'ipotesi che l'energia nucleare possa soppiantare i combustibili fossili. Eppure ci sono alcune regole generali utili. Sappiamo che il ritmo di tutti i cambiamenti tecnologici aumenta esponenzialmente e che le innovazioni più importanti richiedono sempre meno tempo per essere pienamente adottate da circa 500 anni per la stampa a circa un decennio per i telefoni cellulari, ad esempio (1).

Una spiegazione per il ritmo accelerato del cambiamento tecnologico è che le nuove tecnologie aumentano l'efficienza. Quindi è molto più veloce progettare un computer su un computer piuttosto che usare vecchi strumenti di disegno.

Un'altra importante generalizzazione è che i dispositivi elettronici diventano progressivamente più efficienti nell'elaborazione di grandi volumi di informazioni rapidamente (legge di Moore) in modo che il cellulare di oggi funzioni molto di più dei primi computer di dimensioni normali.

Gli esperti di ingegneria elettronica usano la legge di Moore come una guida approssimativa su dove potrebbe essere il settore in un momento futuro. Negli ultimi 40 anni, il numero di transistor per microprocessore è raddoppiato ogni anno, aumentando così di un fattore di un miliardo.

Questo risultato è stato raggiunto perfezionando le tecniche di miniaturizzazione e siamo già giù alla scala delle singole molecole, rendendo il miglioramento ulteriore controverso. Date le possibilità di chip tridimensionali e computer biologici, è una follia scommettere contro la legge di Moore che continua. Perché dovremmo preoccuparci se lo fa?

Alcune previsioni sul futuro della tecnologia e della psicologia

Un'applicazione che prospera sempre dalle nuove tecnologie è la pornografia, e il sesso su Internet non fa eccezione, essendo questo il primo settore a fare seriamente dollari online. Al momento, la pornografia e i siti di incontri non sono molto diversi dai loro analoghi dei vecchi media, in gran parte dovuti a limitazioni tecniche. In futuro, i dispositivi di realtà artificiale si svilupperanno al punto in cui le persone possono stimolare l'un l'altro da remoto in una realtà artificiale condivisa che imita le esperienze tattili e visive dei rapporti sessuali.

Se tali possibilità digitali ci rendono più sexy o meno, probabilmente ci renderanno più intelligenti, proprio come ogni altro importante progresso nella tecnologia delle comunicazioni, dalla stampa al smartphone. La logica è che questi dispositivi facilitano l'elaborazione umana di sempre più informazioni a velocità maggiori. Ciò arricchisce il cervello e promuove l'effetto Flynn in cui ambienti arricchiti rendono le persone più intelligenti in termini di elaborazione delle informazioni più rapidamente e risoluzione dei problemi migliori.

Un chiaro esempio di prove a sostegno di ciò è il fatto che i punteggi nazionali sui risultati accademici in matematica, scienze e lettura aumentano con l'esposizione ai media moderni e questi punteggi dei test sono fortemente correlati con il QI (2). Nonostante i timori espressi in senso contrario, la tecnologia non ci rende mentalmente pigri.

Oltre ad essere potenzialmente molto più intelligente, la gente del futuro sarà molto più aperta alla collaborazione online, un fenomeno che è già ben sviluppato come ho sottolineato in un recente post. I fattori chiave che rafforzano la collaborazione includono un declino dell'etnocentrismo e un aumento dell'idealismo tra i giovani che desiderano dare un contributo significativo all'umanità (3).

L'impulso collaborativo è espresso in ambientalismo, sforzi cooperativi come Wikipedia, software open source e Crowdsourcing, nonché partecipazione a discussioni online e piattaforme di condivisione video come YouTube. Il car sharing è già un'opzione percorribile, come illustrato dal dibattito su Uber, e questo rappresenta un'economia futura più fluida in cui l'accesso a beni e servizi è importante quanto la proprietà. Ci sarà maggiore enfasi sulla condivisione se si tratti di energia solare sul tetto nella smart grid o di indumenti usati in siti come ThredUp. Per inciso, internet è molto bravo a sorvegliare i cattivi attori nei sistemi cooperativi, e un venditore di eBay con voti cattivi ha difficoltà a fare affari.

In futuro, la connettività elettronica coinvolgerà dispositivi domestici molto più intelligenti che funzioneranno in modo diverso per risparmiare elettricità durante i periodi di picco della domanda. I nostri frigoriferi saranno immagazzinati automaticamente utilizzando una vasta infrastruttura logistica che sarà come il sistema di adempimento Amazon sugli steroidi. I robot intelligenti serviranno da compagni sociali passabili.

Supponendo che le reti rilevanti possano essere costruite e protette contro le minacce alla sicurezza, quelli di noi che vivono a lungo e prosperano si troveranno uniti in una vasta rete elettronica che acquisisce informazioni in tempo reale non solo da ogni altra persona nella rete, ma anche da innumerevoli dispositivi domestici e sistemi di monitoraggio ambientale. Sarà così complesso, fluido e controllato quanto il nostro cervello.

1. Kurzweil, R. (2005). La singolarità è vicina. New York: Viking / Penguin.

2. Barber, N. (2006). È l'effetto della ricchezza nazionale sui risultati accademici mediati dai mass media e dai computer. Ricerca interculturale, 40, 130-151.

3. Rifkin, J. (2014). La società a costo zero marginale. New York: Palgrave / Macmillan.

Solutions Collecting From Web of "Le persone devono funzionare come le cellule in un vasto cervello tecnologico"