Le nostre cellule di invecchiamento: cosa può davvero dirti quel test del sangue

Probabilmente hai visto i titoli urlanti che suggeriscono che un esame del sangue disponibile a breve sarà in grado di dirci quanto a lungo vivremo e se possiamo evitare i fastidiosi segni esteriori dell'invecchiamento.

Ignorali. Essi distorcono la verità, riducendo la scienza complessa a morsi sensazionalistici.

Ecco i fatti:

Già in autunno, potremmo essere in grado di ottenere un semplice esame del sangue che possa aiutarci a monitorare non solo il nostro stato generale di salute, ma anche la velocità con cui stiamo invecchiando, o quanto velocemente le nostre cellule stanno invecchiando. Il test misurerà la lunghezza dei nostri telomeri: i tappi alle estremità dei nostri cromosomi che mantengono intatto il nostro DNA e le nostre cellule prosperano.

E mentre gli scienziati dei telomeri sono divisi sul valore del test per gli individui, nessun ricercatore serio sta dicendo che il test dei telomeri sarà una sorta di sfera di cristallo.

In realtà, il nuovo test rappresenta una differenza di grado piuttosto che di tipo dai singoli test che attualmente utilizziamo per valutare la salute, come il colesterolo, i trigliceridi e i livelli di glucosio. I test dei telomeri mirano a fornire un'istantanea one-stop del nostro rischio statistico per tutto, dalle malattie cardiache e diabete al declino cognitivo e alla mortalità. Se le persone possono monitorare la loro lunghezza dei telomeri, il pensiero va, possono apportare cambiamenti nello stile di vita per alterare tale rischio aumentando la longevità delle loro cellule.

Come funziona

Come può un semplice test che analizza i globuli bianchi fornire questo tipo di informazioni?

Quando le cellule si dividono per replicarsi, i loro telomeri si accorciano. Ciò ha indotto molti scienziati a considerare la lunghezza dei telomeri come un indicatore dell'invecchiamento biologico, un orologio "molecolare" che ticchettava la durata della vita della cellula, oltre a un indicatore della salute generale. Quindi, in generale, le persone anziane hanno telomeri più brevi di quelli più giovani. A febbraio, Ronald A. DePinho, un biologo oncologo del Dana-Farber Cancer Institute di Boston, ha proposto una teoria unificata dell'invecchiamento, con i telomeri malfunzionanti come il "core pathway" che ha causato il declino della salute in età avanzata.

Ma la lunghezza dei telomeri è solo una parte dell'immagine.

"La lunghezza dei telomeri, come qualsiasi altra misurazione del rischio, ci dice probabilità di malattia e mortalità precoce, non è una diagnosi", sottolinea Elissa Epel, psicologa della salute presso l'Università della California, San Francisco, e cofondatore di Telome Health Inc. (THI), una delle aziende che offrono il test. "La lunghezza dei telomeri è solo un'informazione utile se interpretata correttamente, che è probabilisticamente", afferma.

Ecco come funzionerà questa interpretazione: come altri test medici basati sulla valutazione del rischio, le aziende confronteranno la lunghezza dei telomeri con una "norma" determinata attraverso l'analisi statistica di ampi gruppi di persone simili per età, sesso e comportamenti. Sia la THI che la Life Length SL di Meno Park, a Madrid, in Spagna, stanno conducendo questi studi ora.

Come sostiene il biologo molecolare Calvin B. Harley, capo ufficiale scientifico e cofondatore di THI, "La linea di fondo è che per ogni fattore di rischio, non è una diagnosi o una prognosi; è un risultato statistico basato su analisi di grossi gruppi ".

Pronto o no?

Detto questo, due dei più illustri ricercatori nel campo che hanno condiviso il Premio Nobel 2009 per il loro lavoro sui telomeri: Elizabeth H. Blackburn, cofondatrice della THI, e Carol Greider, biologa molecolare alla Johns Hopkins School of Medicine, non sono d'accordo il valore di un test in questo momento. Probabilmente hai sentito Greider altrove, magari in uno di quei rapporti fuorvianti. Eccola nel contesto.

Greider non crede che ci siano stati sufficienti studi clinici su larga scala per misurare la lunghezza dei telomeri per fornire agli individui informazioni utili sul loro stato di rischio. "Abbiamo conosciuto molto sul colesterolo per molto tempo, quindi puoi scegliere un particolare individuo e dire per questo che sappiamo quali sono i rischi", dice. "E questo viene da molti laboratori diversi per molti, molti anni. E così è stabilito all'interno della comunità scientifica. Questo non è lo stato attuale dello stato in termini di lunghezza dei telomeri ".

Blackburn non è d'accordo. "Coorti multiple e studi multipli hanno stabilito chiari legami statistici con la carenza di telomeri e rischi per malattie comuni e meno comuni che includono malattie cardiovascolari e mortalità, alcuni tipi di cancro e diabete, nonché associazioni con gravi esposizioni di trauma vitale che essi stessi hanno rischi chiaramente stabiliti per le malattie ", invia un'e-mail dall'Islanda, dove tiene un discorso. "Questi studi includono alcuni studi longitudinali aggiuntivi, non ancora pubblicati, che, ad esempio, Carol potrebbe non essere a conoscenza."

Greider raffronta ulteriormente lo stato attuale dei test dei telomeri con i test genetici diretti al consumatore, che offre la sequenza del genoma e ti dice la tua predisposizione a determinate malattie. "La preoccupazione è sempre stata: che cosa diranno alla gente di quelle particolari variazioni genetiche" che trovano? lei chiede. "La scienza non è ancora lì" per quanto riguarda le diverse configurazioni delle variazioni genetiche sulla predisposizione alla malattia.

Ancora una volta, Blackburn si smentisce, sottolineando in una e-mail che i telomeri, pur comprendendo il DNA, non portano "contenuto di informazioni genetiche" come fa il genoma. Quindi, i cambiamenti nella lunghezza dei telomeri non rappresentano variazioni nei geni, ma piuttosto l'invecchiamento delle cellule e il modo in cui l'invecchiamento si correla statisticamente con il rischio di malattia.

C'è una crescente ricerca che mostra correlazioni tra lunghezza dei telomeri, in particolare lunghezza dei telomeri di cellule del sangue bianco e stile di vita. Ad esempio, gli studi dimostrano che coloro che esercitano regolarmente hanno telomeri più lunghi rispetto ai pantofolai. Le persone con rating più alto su una scala di pessimismo hanno telomeri più corti di quelli che hanno il punteggio più basso. Coloro che si percepiscono come i più stressati hanno telomeri più brevi di quelli che si considerano i meno abbattuti.

"Quello che sappiamo è che in termini di coorti, di gruppi di persone, la lunghezza dei telomeri ha un potere predittivo", dice il gerontologo delle cellule Thomas Von Zglnicki, professore di gerontologia cellulare presso l'Institute for Aging and Health di Newcastle. Aggiunge: "Se guardiamo un individuo e cerchiamo di usare la lunghezza dei telomeri come predittore di qualcosa, è buono come lanciare i dadi".

Ecco perché, dicono le aziende, loro – come i tester del colesterolo – non sono nel business delle previsioni. Piuttosto, stanno esplorando la probabilità di rischio.

Monitoraggio noi stessi

Come possono questi telomeres accorciarsi si manifestano nelle nostre guance cascanti, pelle rugosa e capelli grigi?

Una volta che una cellula si è divisa fino al punto in cui i suoi telomeri sono stati portati al nocciolo, entra in uno stato arrestato chiamato senescenza, o muore. Le cellule senescenti emettono tutti i tipi di sostanze proinfiammatorie nel tessuto e nel flusso sanguigno. Alcuni scienziati credono che siano quelle tossine che masticano le fibre di collagene e di elastina-proteina che tengono insieme i nostri organi (compresa la nostra pelle), portando alla "maturazione antiestetica", come Shakespeare vorrebbe che noi siamo testimoni nello specchio mentre invecchiamo.

La buona notizia è che la ricerca ha anche dimostrato che i telomeri, attraverso i cambiamenti dello stile di vita, possono allungarsi nel tempo, probabilmente guidati da un aumento dell'assunzione di acidi grassi omega-3, riduzione dello stress e del grasso della pancia, il livello di esercizio consigliato nel Linee guida 2008 sul CDC, meditazione e altri interventi sullo stile di vita. Ad esempio, un recente articolo ha mostrato che le persone che hanno praticato un ritiro intensivo di meditazione avevano livelli più elevati di enzima ricostituente telomerasi – che può aggiungere ai telomeri esistenti – di quelli che non andavano. Un altro studio ha dimostrato che, in un periodo di cinque anni, i telomeri sono effettivamente allungati in quelli con i più alti livelli di acidi grassi omega-3 nel sangue.

"È nelle prime fasi della ricerca fare affermazioni definitive", afferma Epel. "Ma il più grande beneficio verrà probabilmente dalle misurazioni relative personali, cioè, come la lunghezza dei telomeri cambia nel tempo, per esempio, al basale e poi dopo sei mesi quando determinati comportamenti di stile di vita sono stati cambiati. Questo riguarda la manutenzione della salute, non la rilevazione della malattia. Le persone hanno bisogno di feedback sul fatto che i loro sforzi stanno lavorando oltre ai livelli di scala e lipidi. Il monitoraggio della lunghezza dei telomeri può essere un modo utile per promuovere il cambio di paradigma verso la prevenzione della malattia. "

La versione originale di questa storia si trovava nella sezione Salute e Scienza del Washington Post.

Solutions Collecting From Web of "Le nostre cellule di invecchiamento: cosa può davvero dirti quel test del sangue"