Le nostre azioni sono virtuose o cattive?

Mentre medito di vivere una vita morale durante l'amministrazione Trump, mi rivolgo a Martin Luther King. Ha spiegato come "i tre mali del razzismo, dello sfruttamento economico e del militarismo" sono collegati e ci ha spinti a combattere questi mali nella nostra società affinché le persone vivano insieme con pace e prosperità.

Clair Brown
Fonte: Clair Brown

Vivere moralmente significa che dobbiamo riconoscere le azioni malvagie e poi fermarle. Come riconosciamo le azioni malvagie, sia nella nostra vita quotidiana che nelle politiche del governo? Il buddhismo dice di giudicare le azioni dal loro impatto sulle persone e sulla terra: le azioni virtuose portano beneficio (buoni risultati) e le azioni malvagie portano a danni (cattivi risultati).

Quando le nostre convinzioni contraddicono la realtà, causano problemi. Il razzismo che considera un gruppo di persone inferiore a un altro causa grandi danni; lo sfruttamento economico in cui le persone consumano merci di fantasia fatte da persone che vivono in povertà causano gravi danni; e il militarismo in cui un paese bombarda un altro paese che uccide madri e bambini e distrugge le abitazioni causa gravi danni. Con questi risultati dannosi, sappiamo che queste azioni sono malvagie. Nell'economia buddista, le persone non devono intraprendere azioni che possano danneggiare altre persone o esseri o danneggiare il pianeta. Invece il nostro obiettivo è intraprendere azioni virtuose che allevino la sofferenza e portino beneficio a tutti gli esseri e la terra. (Payutto, Buddhist Economics , 1988)

Applichiamo questo alle politiche economiche discusse dall'amministrazione Trump, che sta usando un modello economico di libero mercato che ignora il male e la moralità. L'economia del libero mercato si basa sulla convinzione che le persone spendono i loro soldi con saggezza e comprano ciò che è più piacevole per loro. Questo risultato è considerato ottimale sulla base del fatto che tutti sanno cosa è meglio per loro stessi. Il modello del libero mercato attribuisce un alto valore all'individualismo e alla libertà egocentrica e al consumo sempre maggiore. Nel frattempo il danno agli altri o al pianeta causato dall'azione del governo (o dall'inerzia) viene ignorato, e le attività economiche non sono giudicate né cattive né virtuose.

Eppure la società può vedere il danno al mondo reale. Per combattere il male e creare pace e prosperità, le persone di tutto il mondo possono prendersi cura l'una dell'altra e prendersi cura di Madre Terra. Buddhist Economics (Brown, 2017) insegna che abbiamo la responsabilità morale di esigere che il nostro paese abbia politiche economiche che proteggano le persone e il pianeta e creino benessere per tutti.

Come Ven. Payutto scrive ( Buddhist Economics , cap 1):

La nostra etica – e il comportamento che scorre naturalmente
dalla nostra etica: contribuire alle cause e alle condizioni
che determinano chi siamo, il tipo di società che noi
vivere e le condizioni del nostro ambiente.

Solutions Collecting From Web of "Le nostre azioni sono virtuose o cattive?"