Le donne vogliono compagni a breve termine, anche?

In una recente indagine sulla diversità sessuale tra otto comunità di Makushi in Guyana, Schacht e Mulder (2015) hanno chiesto a dozzine di persone sulla loro "sociosessualità" (cioè, la laurea è disposta a fare sesso senza impegno). Hanno trovato nelle comunità di Makushi rapporti sessuali estremamente alti (dove esistono molti più uomini che donne), la sociosessualità maschile era così bassa che era quasi identica a quella delle donne. Questo significa che la psicologia sessuale evoluta di uomini e donne è identica nel design adattivo? No, nemmeno vicino. Lasciami spiegare perché.

Sembra che ogni anno un nuovo gruppo di ricercatori affermi di aver "smentito" alcuni principi fondamentali della psicologia evolutiva. Un'affermazione ricorrente è che le spiegazioni evolutive delle differenze di sesso umano devono essere sbagliate se i ricercatori sono in grado di dimostrare che le donne sono interessate a un accoppiamento a breve termine, in particolare quando sembrano interessate tanto quanto gli uomini (Schacht & Mulder, 2015). In verità, trovare donne che siano acutamente interessate all'accoppiamento a breve termine non sorprende affatto gli psicologi evoluzionisti. In realtà, hanno predetto e confermato le tendenze di accoppiamento a breve termine delle donne per decenni.

È semplicemente falso che gli psicologi evolutivi si aspettino che tutte le donne siano esclusivamente monogame e che tutti gli uomini siano del tutto promiscui, o che i ricercatori debbano aspettarsi che gli umani si comportino con uno stereotipo di "femmine timorose e maschi ardenti" (Schacht & Mulder, 2015, p.1). Quando gli scienziati fanno affermazioni così fuorvianti sulla psicologia evolutiva si stanno impegnando in una discussione sull'uomo di paglia. In breve, stanno creando un falso ritratto della scienza psicologica evolutiva. Anche se ne ho già parlato in precedenza (vedi http://www.psychologytoday.com/blog/sexual-personalities/201202/men-women-and-interplanetary-promiscuity), vorrei rivisitare due motivi fondamentali per cui questa è chiaramente una cannuccia Argomento uomo

Innanzitutto, oltre 20 anni di prove empiriche sono stati accumulati dagli psicologi evolutivi che confermano che le donne sono, con ogni probabilità, "appositamente progettate" per l'accoppiamento a breve termine. Che le donne posseggano strategie di accoppiamento a breve termine altamente evolute è stata una caratteristica fondamentale della psicologia evolutiva fin dai primi anni '90 (Buss & Schmitt, 1993 *, Kenrick et al., 1990), e diversi programmi di ricerca, molti supportati da letteralmente dozzine di studi, sostengono fortemente questa affermazione.

Storicamente, gli psicologi evolutivi sono stati tra i primi psicologi a trattare l'accoppiamento a breve termine delle donne come una strategia riproduttiva adattiva (la maggior parte degli altri psicologi ha fatto e continua a trattare l'accoppiamento a breve termine come completamente disfunzionale o patologico, un fallimento nel "legame" con il un vero amore, io lo chiamo la Disney-definizione della sessualità femminile da parte della maggioranza dei ricercatori di sesso che seguono il modello standard di scienza sociale).

Che prove ci sono che gli psicologi evoluzionisti si aspettavano che le donne fossero progettate per l'accoppiamento a breve termine? Alcuni dei primi studi degli psicologi evolutivi sui desideri adattivi delle donne per l'accoppiamento a breve termine includono:

Buss, DM & Schmitt, DP (1993). Teoria delle strategie sessuali: una prospettiva evolutiva sull'accoppiamento umano. Revisione psicologica, 100 , 204-232.

Kenrick, DT, Groth, GE, Trost, MR, e Sadalla, EK (1993). Integrare le prospettive evolutive e di scambio sociale sulle relazioni: effetti di genere, auto-valutazione e livello di coinvolgimento sui criteri di selezione del compagno. Journal of Personality and Social Psychology, 64, 951-969.

Kenrick, DT, Sadalla, EK, Groth, G., & Trost, MR (1990). Evoluzione, tratti e fasi del corteggiamento umano: qualificazione del modello di investimento genitoriale. Journal of Personality, 58 , 97-116.

Scheib, JE (1994). Selezione del donatore di sperma e psicologia della scelta del compagno di sesso femminile. Etologia e sociologia, 15 , 113-129.

Seal, DW, Agostinelli, G. & Hannett, CA (1994). Coinvolgimento romantico estradadico: effetti moderatori di sociosessualità e genere. Ruoli sessuali, 31, 1-22.

Simpson, JA, & Gangestad, SW (1992). Sociosessualità e scelta del partner romantico. Journal of Personality, 60 , 31-51.

E gli psicologi evoluzionisti continuarono a scavare nella psicologia speciale dei desideri di accoppiamento a breve termine delle donne alla fine degli anni '90:

Regan, PC (1998). Standard minimi di selezione degli accoppiamenti in funzione del valore dell'accoppiamento percepito, del contesto delle relazioni e del genere. Journal of Psychology and Human Sexuality, 10 , 53-73.

Regan, PC (1998). Cosa succede se non riesci a ottenere quello che vuoi? Disponibilità a compromettere gli standard di selezione degli accoppiamenti ideali in funzione del sesso, del valore dell'accoppiamento e del contesto delle relazioni. Bollettino di personalità e psicologia sociale, 24 , 1294-1303.

Regan, PC e Berscheid, E. (1997). Differenze di genere nelle caratteristiche desiderate in un potenziale partner sessuale e coniugale. Journal of Psychology and Human Sexuality, 9, 25-37.

Simpson, JA, Gangestad, SW, Christensen, P., Niels, K. (1999). Asimmetria fluttuante, sociosessualità e tattiche competitive intrasessuali. Journal of Personality and Social Psychology, 76, 159-172.

Wiederman, MW, & Dubois, SL (1998). Evoluzione e differenze di sesso nelle preferenze per compagni a breve termine: risultati di uno studio di acquisizione di politiche. Evoluzione e comportamento umano, 19, 153-170.

E nei primi anni 2000, alcuni degli studi includevano:

Gangestad, SW, & Simpson, JA (2000). L'evoluzione dell'accoppiamento umano: compromessi e pluralismo strategico. Behavioral and Brain Sciences, 23 , 573-587.

Grammer, K., Renninger, L. e Fischer, B. (2004). Abbigliamento da discoteca, motivazione sessuale femminile e stato di relazione: è vestita per impressionare? Journal of Sex Research, 41, 66-74.

Greiling, H. and Buss, DM (2000). Strategie sessuali femminili: la dimensione nascosta dell'accoppiamento a breve termine. Personalità e differenze individuali, 28 , 929-963.

Little, AC, Jones, BC, Penton-Voak, IS, Burt, DM e Perrett, DI (2002). Lo stato di partenariato e il contesto temporale delle relazioni influenzano le preferenze femminili umane per il dimorfismo sessuale nella forma del viso maschile. Atti della Royal Society of London B, 269 , 1095-1103.

Pawlowski, B., & Jasienska, G. (2005). Le preferenze delle donne per il dimorfismo sessuale in altezza dipendono dalla fase del ciclo mestruale e dalla durata prevista della relazione. Psicologia biologica, 70 , 38-43.

Penton-Voak, IS, Little, AC, Jones, BC, Burt, DM, Tiddeman, BP, Perrett, DI (2003): La condizione femminile influenza le preferenze per il dimorfismo sessuale nei volti degli uomini maschi (Homo sapiens). Journal of Comparative Psychology, 117 , 264-271.

Regan, PC, Levin, L., Sprecher, S., Christopher, FS, e Cate, R. (2000). Preferenze dei partner: quali caratteristiche desiderano uomini e donne nei loro partner romantici a breve e lungo termine? Journal of Psychology and Human Sexuality, 12, 1-21.

Regan, PC, Medina, R., e Joshi, A. (2001). Preferenze dei partner tra uomini e donne omosessuali: ciò che è desiderabile in un partner sessuale non è necessariamente auspicabile in un partner romantico. Comportamento sociale e personalità, 29 , 625-633.

Schmitt, DP, Couden, A., & Baker, M. (2001). Sesso, contesto temporale e desiderio romantico: una valutazione sperimentale della teoria delle strategie sessuali. Bollettino di personalità e psicologia sociale, 27, 833-847.

Scheib, JE (2001). Criteri di scelta del compagno specifici per il contesto: trade-off delle donne nei contesti delle relazioni a lungo termine e extra pair. Rapporti personali, 8, 371-389.

Shackelford, TK, Weekes, VA, LeBlanc, GJ, Bleske, AL, Euler, HA e Hoier, S. (2000). Orgasmo femminile coitale e attrattiva maschile. Human Nature, 11 , 299-306.

Stewart, S., Stinnett, H., & Rosenfeld, LB (2000). Differenze di sesso nelle caratteristiche desiderate dei partner di relazione a breve e a lungo termine. Journal of Social and Personal Relationss, 17, 843-853.

Thornhill, R., & Gangestad, SW (2003). Le donne hanno evoluto l'adattamento per la copulazione in coppia extra? In Estetica evolutiva (pagine 341-368). Springer Berlin Heidelberg.

Poi verso la fine degli anni 2000:

Guéguen, N. (2009). Fasi del ciclo mestruale e ricettività femminile a una sollecitazione del corteggiamento: una valutazione in un nightclub. Evoluzione e comportamento umano, 30 , 351-355.

Haselton, MG & Miller, GF (2006). La fertilità delle donne in tutto il ciclo aumenta l'attrattiva a breve termine dell'intelligenza creativa. Human Nature, 17, 50-73.

Li, N. (2007). Compagno delle necessità di preferenza nell'accoppiamento a lungo ea breve termine: le persone danno la priorità a se stesse su ciò che i loro compagni danno priorità a loro. Acta Psychologica Sinica, 39, 528-535.

Li, NP e Kenrick, DT (2006). Somiglianze sessuali e differenze nelle preferenze per compagni a breve termine: cosa, se e perché. Journal of Personality and Social Psychology, 90, 468-489.

Pillsworth, EG, & Haselton, MG (2006). L'attrattiva sessuale maschile predice cambiamenti ovulatori differenziali nell'attrazione delle coppie extra-femmine e nella ritenzione del compagno maschio. Evoluzione e comportamento umano, 27, 247-258.

Pipitone, RN, e Gallup Jr, GG (2008). L'attrattiva della voce femminile varia nel ciclo mestruale. Evoluzione e comportamento umano, 29 , 268-274.

Provost, MP, Kormos, C., Kosakoski, G., & Quinsey, VL (2006). Sociosessualità nelle donne e preferenza per mascolinizzazione facciale e somatotipo negli uomini. Archivi di comportamento sessuale, 35, 305-312.

Provost, MP, Troje, NF, & Quinsey, VL (2008). Strategie di accoppiamento a breve termine e attrazione per la mascolinità nei camminatori a luci minuscole. Evoluzione e comportamento umano, 29, 65-69.

Puts, DA (2006). Variazione ciclica delle preferenze delle donne per i tratti maschili: potenziali cause ormonali. Human Nature, 17, 114-127.

Thornhill, R., & Gangestad, SW (2008). La biologia evolutiva della sessualità femminile umana. New York: Oxford University Press.

Diamine, sta ancora succedendo adesso. Questi psicologi evoluzionisti non sembrano lasciare la psicologia dell'accoppiamento femminile a breve termine da soli. È come se fossero ossessionati:

DeBruine, LM (2014). Le preferenze delle donne per le caratteristiche facciali maschili. In Prospettive evolutive su psicologia e comportamento sessuale umano (pp. 261-275). Springer New York.

Gangestad, SW, Garver-Apgar, CE, Cousins, AJ, e Thornhill, R. (in corso di stampa). Conflitto intersessuale nel ciclo ovulatorio femminile. Evoluzione e comportamento umano.

Gangestad, SW, Thornhill, R., e Garver-Apgar, CE (2010). La fertilità nel ciclo predice l'interesse delle donne per l'opportunismo sessuale. Evoluzione e comportamento umano, 31, 400-411.

Gildersleeve, K., Haselton, MG, & Fales, MR (2014). Le preferenze del compagno di sesso femminile cambiano nel ciclo ovulatorio? Una revisione meta-analitica. Bollettino psicologico, 140, 1205-1259.

Gildersleeve, K., Haselton, MG, & Fales, MR (in corso di stampa). Meta-analisi e p-curve supportano robusti cambiamenti di ciclo nelle preferenze del compagno femminile: Reply to Wood and Carden (2014) e Harris, Pashler e Mickes (2014).

Hughes, SM, Farley, SD, e Rhodes, BC (2010). Cambiamenti vocali e fisiologici in risposta all'attrattiva fisica dei partner di conversazione. Journal of Nonverbal Behaviour, 34, 155-167.

Larson, CM, Pillsworth, EG, Haselton, MG (2012). Spostamenti ovulatori nelle attrazioni delle donne ai partner primari e ad altri uomini: ulteriore evidenza dell'importanza dell'attrattiva sessuale del partner primario. PLoS ONE, 7, e44456. doi: 10.1371 / journal.pone.0044456.

Quist, MC, Watkins, CD, Smith, FG, Little, AC, DeBruine, LM, Jones, BC (2012). La sociosessualità predice le preferenze delle donne per la simmetria nei volti degli uomini. Archivi di comportamento sessuale, 41, 1415-1421.

Sacco, DF, Jones, BC, DeBruine, LM, Hugenberg, K. (2012). I ruoli dell'orientamento sociosessuale e dello stato delle relazioni nelle preferenze del volto delle donne. Personalità e differenze individuali, 53 , 1044-1047.

Schmitt, DP, Jonason, PK, Byerley, GJ, Flores, SD, Illbeck, BE, O'Leary, KN, e Qudrat, A. (2012). Un riesame delle differenze sessuali nella sessualità: nuovi studi rivelano verità antiche? Indicazioni attuali in Scienze psicologiche, 21 , 135-139.

È assolutamente stupefacente che qualsiasi ricercatore che abbia familiarità con la moderna scienza psicologica affermi oggi che gli psicologi evoluzionisti credono che tutte le donne siano progettate per essere monogame, mentre tutti gli uomini sono progettati per essere promiscui. Tale affermazione di uno scienziato è, francamente, intellettuale flamming-flamming. E ha bisogno di fermarsi.

Il secondo motivo critico per cui la documentazione dell'interesse delle donne nell'accoppiamento a breve termine non sminuisce la rilevanza dell'evoluzione per la sessualità umana è che, sebbene le donne siano progettate per l'accoppiamento a breve termine, di per sé, il "design speciale" psicologico della strategia di accoppiamento a breve termine delle donne (ad es., le preferenze più accentuate per la mascolinità e la simmetria corporea) sono diverse dal particolare design della strategia di accoppiamento a breve termine degli uomini (ad esempio, le preferenze di accoppiamento generalmente rilassate e desiderio indiscriminato di un gran numero di partner). In breve, donne e uomini non vogliono perseguire l'accoppiamento a breve termine allo stesso modo, né desiderano attributi identici nei potenziali compagni a breve termine.

Le donne sono esseri estremamente sessuali, e l'accoppiamento a breve termine è una parte del loro repertorio strategico secondo gli psicologi evolutivi. In effetti, in qualche modo le donne appaiono più specificamente concepite per il sesso a breve termine rispetto agli uomini. Ma quando si persegue una strategia di accoppiamento a breve termine, le donne tendono a desiderare l'alta qualità in quantità elevate (Thornhill & Gangestad, 2008). Al contrario, gli uomini tendono ad essere meno insistenti sull'alta qualità quando si accoppiano a breve termine (in media ci sono anche importanti variazioni intrasessuali; Gangestad & Simpson, 2000).

Quali prove ci sono di queste differenze nella progettazione di accoppiamento a breve termine? Un bel po '(per una recensione, vedi Schmitt, 2014).

Schmitt, DP (2014). Valutazione delle prove degli adattamenti delle preferenze di accoppiamento: come sappiamo davvero cosa vuole veramente l'Homo sapiens sapiens? In Weekes-Shackelford, VA, & Shackelford, TK (a cura di), Prospettive evolutive sulla psicologia e sul comportamento sessuale umano (pp. 3-39). New York: Springer.

Forse l'evidenza più convincente per le differenze sessuali nella progettazione speciale della psicologia dell'accoppiamento a breve termine proviene da studi che esaminano le differenze tra i sessi in atteggiamenti e comportamenti che comportano sesso opportunistico, a basso costo o anonimo. Quasi tutti puntano nella direzione degli uomini, in media, che hanno più desideri di sesso occasionale opportunistico, a basso costo o anonimo rispetto alle donne. I risultati a supporto di questa vista (insieme ad alcuni riferimenti di esempio) includono questo campione di 20 risultati empirici:

1. Gli uomini hanno maggiori probabilità rispetto alle donne di praticare sesso estradyadico (Atkins et al., 2001, Glass & Wright 1985, Oliver & Hyde 1993, Petersen & Hyde 2010, Thompson 1983, Wiederman 1997)

2. Gli uomini hanno più probabilità delle donne di essere sessualmente infedeli più volte con partner sessuali diversi (Blumstein e Schwartz 1983, Brand et al., 2007, Hansen 1987, Laumann e altri 1994, Lawson & Samson 1988, Spanier e Margolis, 1983).

3. Gli uomini hanno maggiori probabilità rispetto alle donne di cercare partner sessuali a breve termine già sposati (Davies et al., 2007, Jonason et al., 2009; Parker & Burkley 2009; Schmitt et al., 2004; Schmitt & Buss, 2001)

4. Gli uomini hanno più probabilità delle donne di avere fantasie sessuali che coinvolgono il sesso a breve termine e più partner di sesso opposto (Ehrlichman & Eichenstein 1992, Ellis & Symons 1990, Jones & Barlow 1990, Leitenberg & Henning 1995, Rokach 1990)

5. Gli uomini sono più propensi delle donne a pagare per sesso a breve termine con prostitute (maschili o femminili) (Burley & Symanski 1981; Mitchell & Latimer 2009; Symons 1979)

6. Gli uomini hanno più probabilità delle donne di godere di riviste e video sessuali contenenti temi di sesso e sesso a breve termine con più partner (Hald 2006, Koukounas e McCabe 1997, Malamuth 1996, Murnen & Stockton 1997, Salmon & Symons 2001, Youn 2006 )

7. Gli uomini hanno maggiori probabilità rispetto alle donne di desiderare, avere e beneficiare in modo riproduttivo di più coniugi e coniugi (Bereczkei & Csanaky 1996, Betzig 1986, Jokela et al., 2010 Perusse 1993, Stone et al., 2005 Zerjal et al. )

8. Gli uomini desiderano un numero maggiore di partner sessuali rispetto alle donne per brevi periodi di tempo (Fenigstein & Preston 2007, McBurney e altri 2005, Njus & Bane 2009, Rowatt & Schmitt 2003, Schmitt e altri 2003, Wilcox 2003)

9. Gli uomini sono più propensi delle donne a cercare stand di una notte (Herold & Mewhinney 1993; Spanier & Margolis 1983)

10. Gli uomini sono più veloci delle donne a consentire il sesso dopo un breve periodo di tempo (Cohen & Shotland 1996, McCabe 1987, Njus & Bane 2009, Rowatt & Schmitt 2003, Schmitt e altri 2003)

11. Gli uomini hanno maggiori probabilità rispetto alle donne di acconsentire al sesso con uno sconosciuto (Clark 1990, Clark & ​​Hatfield 1989, Greitemeyer 2005, Hald & Høgh-Olesen 2010, Schützwohl e altri 2009, Voracek e altri 2005, Voracek et al. 2006)

Nel 1989, Clark e Hatfield avevano confederati sperimentali che si avvicinavano a studenti universitari in vari campus e chiedevano se vorrebbero fare sesso. Circa il 75% degli uomini ha accettato di fare sesso con un estraneo completo, mentre nessuna donna (0%) ha accettato di fare sesso con un estraneo completo. Dato che circa il 50% degli uomini al college sono "in una relazione" in un dato momento, questo potrebbe implicare che molti uomini camminino praticamente pronti per andare, anche se hanno una relazione.

Venti anni dopo, Hald e Høgh-Olesen (2010) hanno ampiamente replicato queste scoperte in Danimarca, con il 59% di uomini single e lo 0% di donne single che hanno aderito alla proposta, "Vorresti andare a letto con me?" E Gueguen (2011) hanno avuto confederati di vari livelli di attrattiva fisica in realtà avvicinano estranei nella vita reale e chiedono se farebbero sesso, trovando che l'83% degli uomini ha accettato di fare sesso con una donna molto attraente e il 60% degli uomini ha accettato di fare sesso con una donna di media attrattiva. Per le donne, il 3% ha accettato di fare sesso con un uomo molto attraente, ma nessuna donna (0%) ha accettato di fare sesso con un uomo di media attrattiva.

Quindi, non è che le donne non siano mai disposte a fare sesso con estranei. Deve essere piuttosto carino, però.

12. Gli uomini hanno maggiori probabilità rispetto alle donne di desiderare, iniziare e godere di una varietà di pratiche sessuali (Baumeister e altri 2001, Laumann et al., 1994; Purnine et al., 1994)

13. Gli uomini hanno atteggiamenti più positivi delle donne nei confronti del sesso occasionale e dell'accoppiamento a breve termine (Hendrick et al., 1985; Laumann et al., 1994; Oliver & Hyde 1993; Petersen & Hyde 2010)

14. Gli uomini sono meno propensi delle donne a rimpiangere il sesso a breve termine o le "allusioni" (Bradshaw et al., 2010 Campbell, De Graaf & Sandfort 2004, Paul & Hayes 2002, Roese e altri 2006, Townsend et al. 1995)

15. Gli uomini soccombono alle tentazioni sessuali più delle donne perché hanno più impulsi sessuali delle donne, non perché le donne hanno un migliore autocontrollo sessuale (Tidwell ed Eastwick, 2013).

Tidwell, ND, & Eastwick, PW (2013). Differenze sessuali nel soccombere alle tentazioni sessuali una funzione di impulso o controllo? Bollettino di personalità e psicologia sociale, 0146167213499614 …

16. Gli uomini hanno atteggiamenti e comportamenti sociosessuali più illimitati rispetto alle donne (Clark 2006, Lippa 2009, Schmitt 2005a, Schmitt et al., 2001, Simpson et al., 2004; Simpson & Gangestad, 1991)

17. Gli uomini generalmente rilassano le preferenze di accoppiamento (mentre le donne aumentano la selettività per l'attrazione fisica) in contesti di accoppiamento a breve termine (Kenrick et al 1990, Kenrick et al 1993, Li et al 2002, Li e Kenrick 2006, Regan 1998a, 1998b ; Regan & Berscheid, 1997; Regan et al., 2000; Simpson & Gangestad, 1992; Stewart et al., 2000; Wiederman & Dubois, 1998)

18. Gli uomini percepiscono un maggiore interesse sessuale da parte di estranei rispetto alle donne (Abbey 1982, Haselton & Buss 2000; Henningsen et al., 2006; Sigal et al., 1988)

19. Gli uomini gay hanno molte più probabilità di avere un sesso extra-pair, quindi delle lesbiche

Blumstein e Schwartz (1983) hanno studiato 6.071 coppie stabilite a lungo termine (sposate / conviventi, gay e lesbiche incluse) hanno trovato queste differenze di sesso: in risposta alla domanda … hai mai avuto una relazione?

Mariti eterosessuali (il 12% ha risposto affermativamente)> Mogli eterosessuali (il 7% ha risposto affermativamente)

Gay (il 76% ha risposto affermativamente)> Lesbiche (l'11% ha risposto affermativamente)

20. Gli uomini hanno un maggior desiderio sessuale generale rispetto alle donne in quasi tutte le misure e tutte le culture studiate, con una dimensione culturale delle differenze sessuali nella pulsione sessuale che non è correlata all'equità socio-politica di genere

(Baumeister, Catanese, e Vohs, 2001; Lippa, 2009)

È vero che ci sono variazioni culturali e influenze contestuali di genere su molti aspetti dei desideri di accoppiamento a breve termine (ad esempio, vedi Schmitt, 2005 sulla sociosessualità che varia tra 48 nazioni), ma le differenze di sesso nei desideri del sesso occasionale variano tipicamente da medie a grandi culture, le differenze quasi mai scompaiono completamente. Storicamente e transculturalmente, a volte si possono incontrare eccezioni, come la religione Shaker che non consente alcun contatto fisico tra uomini e donne, quindi nessuna differenza di sesso nel comportamento sessuale occasionale.

Schacht e Mulder (2015), come notato in precedenza, hanno scoperto in otto comunità di Makushi in Guyana che in popolazioni con rapporti sessuali estremamente alti (in uno c'erano 1,43 uomini per ogni donna, un rapporto molto alto), la sociosessualità degli uomini era così bassa che era quasi identico a quello delle donne. I dati grezzi sono disponibili da questo studio [doi: 10.5061 / dryad.587v1], e le dimensioni del campione sono piuttosto piccole e forniscono una potenza molto bassa per rilevare differenze significative all'interno delle comunità (il campione medio della comunità era appena inferiore a 38 persone).

Ciononostante, sulla base di questi dati, nella comunità dei rapporti sessuali più alti appare la sociosessualità media delle donne (M = 27.2, DS = 12.9) altrettanto alta di quella maschile (M = 26.6, DS = 13.5), una piccola dimensione dell'effetto (d = -0.05). Nella comunità con il secondo rapporto sessuale più alto (1,33 uomini per donna), la sociosessualità media delle donne (M = 23,5, DS = 8,7) non era così alta come quella maschile (M = 30,7, DS = 24,1), una differenza di media grandezza, d = 0,45. Mentre nella comunità con il rapporto sessuale più basso (0,93 uomini per donna), la sociosessualità media delle donne (M = 25.2, DS = 16.3) non era nemmeno vicina a quella degli uomini (M = 54.3, DS = 37.7), una grande differenza di sesso di d = 1,08. Quando si guardano solo persone singole attraverso queste tre comunità, le differenze sessuali cambiano per diventare molto più grandi (d = 0,66, d = 0,92 e d = 2,56, rispettivamente).

Come nota Schacht e Mulder (2015), altri hanno trovato un'apparente soppressione evidente della sociosessualità degli uomini quando le donne sono così rare da essere in grado di insistere che gli uomini debbano impegnarsi in un accoppiamento a lungo termine per avere rapporti sessuali (Schmitt, 2005). Certo, vale la pena notare che quando gli uomini sono il sesso scarso, non insistono sul fatto che le donne si impegnino in un accoppiamento a lungo termine per avere rapporti sessuali. A meno che non si voglia sostenere che gli uomini stanno sopprimendo la propria sociosessualità nelle culture ad alto rapporto sessuale, le differenze di sesso che variano la popolazione rivelano in realtà una differenza fondamentale nelle strategie di accoppiamento preferite da uomini e donne. Quando le donne sono scarse e hanno il maggior potere diadico, ne consegue una cultura di accoppiamento a lungo termine. Le differenze di sesso in tutti gli aspetti della sociosessualità scompaiono completamente? Probabilmente no. Non nei desideri e negli atteggiamenti, e probabilmente non tra coloro che sono single, come notato sopra.

Un altro esempio di una differenza sessuale evoluta che non si manifesta sempre attraverso tutte le culture è la differenza sessuale in altezza fisica. Tra le culture in ecologie di alta quota, la differenza di sesso è ridotta al minimo e talvolta quasi assente in quanto le strutture corporee più corte offrono una sopravvivenza molto migliore (Gaulin, 1992; Gaulin & Sailer, 1983). Tra le molte ecologie, tuttavia, le differenze sessuali in altezza sono facilmente osservabili e persino manifestate come le più grandi nelle nazioni che hanno l'uguaglianza più sociopolitica di genere (come nelle nazioni scandinave, per una discussione più approfondita su questi temi, vedi Schmitt, 2014).

La chiave per contestualizzare le analisi storiche e interculturali è considerare l'iperspazio di tutte le possibili forme culturali e determinare se vi siano modelli rilevabili attraverso le vere culture umane che si discostano da questo potenziale iperspazio delle culture (passato, presente, ricerca del cibo, moderno, e così via avanti; Cronk, 1999). Le prove esistenti suggeriscono deviazioni forti e modellate dalle differenze di desiderio sessuale casuali tra uomini e donne quando si tratta di accoppiamento a breve termine.

Ancora più importante, le eccezioni culturali, una volta trovate, non ovvia al nostro bisogno di spiegare questi schemi generalmente ampi e duraturi delle differenze tra i sessi. Invece, ci porta a considerare quali altri adattamenti (ad esempio, la religiosità) sono schiaccianti o interagenti con le differenze sessuali evolute, compreso se determinati adattamenti sessuali sono appositamente progettati per rispondere facoltativamente alle circostanze ecologiche locali, come i livelli di patogeni locali o rapporti sessuali (vedi Schmitt, 2005). Le eccezioni culturali alle differenze sessuali spesso implicano una maggiore psicologia evolutiva necessaria per spiegare le scoperte esistenti, non meno. E per favore, basta con gli uomini di paglia!

* contattare l'autore per dettagli su riferimenti specifici (vedi anche Buss & Schmitt, 2011).

Buss, DM, & Schmitt, DP (2011). Psicologia evolutiva e femminismo. Ruoli sessuali, 64, 768-787.

Schacht, R., & Mulder, MB (2015). Effetti del rapporto sessuale sulle strategie riproduttive nell'uomo. Royal Society Open Science, 2, 140402.

Solutions Collecting From Web of "Le donne vogliono compagni a breve termine, anche?"