Le delusioni della vita possono davvero renderti più forte? Parte 2

Nel blog della scorsa settimana, ti ho chiesto di valutare la tua risposta a una delusione o a una perdita emotiva. Questa settimana daremo un'occhiata più da vicino a come quel dolore possa effettivamente migliorare la tua vita.

Quando siamo nel mezzo di una crisi, la delusione o l'emotività si sciolgono è difficile tollerare quel livello di dolore per molto tempo. Molti cercheranno di auto-medicarsi con sostanze o comportamenti che lo coprono o lo pospongono.

Ricordo una donna che stavo vedendo nella mia pratica che aveva l'abitudine di usare una nuova relazione per uscire da quella cattiva in cui si trovava. La sua evitamento dei sentimenti di perdita la teneva chiusa in uno schema di rimbalzi, anche se qualche sovrapposizione rimbalza, perché non è mai stata veramente cosciente. Essere coscienti richiede che ci fermiamo e guardiamo dentro usando il dolore come un raggio di luce ci porterà fuori da una foresta molto buia.

I sentimenti ci sono per una ragione. Quando perdiamo qualcosa, dovremmo accorgercene e sederci per un po '.

Per me, fare una pausa significa chiedermi: "Che succede? Dove sono? Come mi sono perso? Non sono stato qui prima? Voglio davvero farlo di nuovo? "

Può anche aiutare a meditare, parlare con gli amici o un consulente. Potrebbe volerci un po ', ma possiamo usare il dolore per guidarci verso la nostra verità. Raramente le cose sembrano essere perché il problema in superficie non è da dove viene il dolore.

Dobbiamo guardare più in profondità. Voltarsi indietro o ripetere lo stesso errore diventa solo un esercizio paralizzante. Come un gerbillo su una ruota, siamo condannati a ripetere lo stesso schema fino a quando non sopportiamo più il dolore di rimanere bloccati nello schema. La pausa per elaborare i sentimenti e gli eventi può ridurre il tempo necessario per interrompere un ciclo disfunzionale.

Detto questo, non sono sicuro che eventi terribili ci rendano più forti o anche che diventare più forti sia una buona cosa. Credo che se siamo disposti a passare attraverso la porta aperta creata da una perdita, essa può renderci più intelligenti e più saggi con una visione più chiara della strada da percorrere.

Dopo due consecutive tragedie consecutive nella mia famiglia e una grande quantità di dolore, mi sono sentito dire ad un amico che stava offrendo supporto, "Se è così che sarà la mia vita, portalo avanti!" Le mie parole di rassegnazione mi hanno scioccato . Non potevo credere di aver raggiunto un punto così basso.

La mia filosofia personale è stata a lungo che le parole e i pensieri hanno una grande quantità di potere e magnetismo. Se mi fossi aggrappato a quella convinzione, non mi sarei ripromesso e sarei cresciuto da questo trauma. Ho iniziato a riprendermi con l'aiuto di amici e parenti. Mi sono ricordato che il mio vero intento non è quello di diventare più forte così posso gestire altre cose cattive. È gestire tutto ciò che viene con la grazia e con la speranza di usare questa situazione per migliorare il mondo e coloro che amo attraverso la saggezza della mia esperienza.

Di fatto, delusioni, crepacuore, perdite, errori, preghiere senza risposta succederanno a tutti noi. È l'esperienza umana. Coloro che sperimentano pochissime interruzioni nelle loro vite sembrano avere tutto. Vivono delle vite incantate; almeno è così che sembra. La realtà è che tutti noi abbiamo dolore ed è tutto relativo alle nostre esperienze di vita in qualsiasi momento.

Le piccole cose possono sembrare molto grandi fino a quando non arrivano le cose più grandi. Nessuno sfugge tutto insieme. Alcuni ottengono più della loro parte e tanto difficile da credere, possono avere alcuni vantaggi nella vita a causa di esso.

Probabilmente hai notato che quando i giovani sperimentano una tragedia come le sparatorie della Columbine, la perdita di un amico o il divorzio dei genitori, spesso cercano di raggiungere i loro coetanei solo per scoprire che la maggior parte degli adolescenti non ha ancora abbastanza esperienza di vita da avere sviluppato empatia o saggezza necessaria in un momento simile.

Non hanno la profondità che può essere guadagnata solo sperimentando perdita e sofferenza. Ci sono alcuni giovani eccezionali che possono essere di conforto agli altri nonostante la loro ingenuità, ma sono rari.

Lo stesso vale per gli adulti. Le persone che soffrono preferiscono rivolgersi ad altri che hanno avuto qualche esperienza con esso. Quando comprendi il dolore degli altri, anche se proviene da una situazione totalmente diversa, sei in grado di mostrare empatia, convalidare come si sente un'altra persona ed evitare i suggerimenti di una soluzione rapida che sono così spesso un segno di inesperienza con le tue emozioni.

Ecco alcuni altri vantaggi che potresti riscontrare provando dolore:

  • Strette relazioni si approfondiranno dall'esperienza condivisa e dalla vulnerabilità. Un momento di onestà emotiva offre benefici a entrambe le parti. L'oratore è in grado di alleviare parte della pressione interna del loro dolore mentre l'ascoltatore ha il privilegio di servire come testimone di un momento profondamente personale e fragile.
  • Un altro vantaggio per i tipi forti indipendenti è imparare a chiedere aiuto e appoggiarsi ad altri che possono creare attaccamenti sani e sistemi di supporto reciproci per la vita. Se la tua tendenza è quella di renderlo duro e di non voltarti indietro, probabilmente sembrerai molto forte ma anche costantemente in crisi. Puoi diventare così abile nel far fronte a problemi che ritieni che sia il tuo destino e non hai modo di prevenirli.
  • Una volta guarito ed elaborato, l'esperienza della perdita offre una nuova capacità di essere sensibile ai bisogni degli altri, di avere compassione, pazienza e di amare profondamente.
  • Il dolore può ispirare espressione attraverso l'arte, la scrittura, la danza o la canzone. La musica country, ad esempio, riflette le esperienze emotive oneste che forniscono conforto e validazione per coloro che ascoltano.
  • Sentirsi persi e soli tende a spingerci a cercare risposte spirituali e incoraggiarci a sviluppare la capacità di cercare qualcosa di più grande di noi stessi su cui fare affidamento nel futuro.
  • Consapevolezza di benedizioni e gratitudine per ciò che aumentiamo bruscamente quando la prospettiva della perdita rende la banalità della vita ancora più insignificante. C'è un cambiamento nella conoscenza di ciò che è importante e di quanto siano fragili le nostre vite fisiche.

Il take away è questo. Vivi un giorno alla volta. Non perdere il valore delle delusioni e assicurati di abbracciare i momenti di amore e gioia. Entrambi sono importanti e portano significato e colore alle nostre vite. Se noti che stai ripetendo gli stessi problemi più e più volte, cerca aiuto per cambiare il tuo modello e oltrepassarlo.

Ann Smith è il direttore esecutivo di Breakthrough a Caron. Per ulteriori informazioni, visita Breakthrough online o Like Healthy Connections su Facebook.

Solutions Collecting From Web of "Le delusioni della vita possono davvero renderti più forte? Parte 2"