Le cose che impari da Dear Abby!

I fedeli lettori della colonna dei consigli di Dear Abby occasionalmente vedono una lettera che sembra parlare direttamente a loro. È successo a me quando ne ho letto uno da una donna che ha detto che sua figlia è egocentrica, mente buia e non considera le conseguenze delle sue azioni. Alla ragazza è stata diagnosticata una cosa chiamata disturbo narcisistico di personalità.

Sono rimasto scioccato, perché la donna avrebbe potuto descrivere mia figlia. Ora posso immaginare una lettera che potrei scrivere a Dear Abby.

Direbbe qualcosa del genere:

Sapevo, o pensavo di sapere, sul narcisismo – un eccessivo interesse per se stessi, originato dal mito greco su un giovane bello che si innamorò del proprio riflesso – ma fino ad ora non l'avevo mai sentito descritto come un disturbo della personalità.

Mia figlia, "Connie", era figlia unica e non ha mai giocato bene con altri bambini, né si è mostrata molto interessata a fare amicizia. È sempre stata brillante e bella. Al liceo i ragazzi si allontanarono da lei perché era considerata "un cervello". Le ragazze erano gelose della sua bellezza straordinaria. Pensavo che questo spiegasse la sua mancanza di amici, ma poi ho iniziato a sospettare qualcosa di più. Quando ha acquisito i fidanzati al college, li ha trattati male. Anche quando si sposò per la prima volta non sembrò essere una normale relazione d'amore, e presto lasciò quel marito per qualcun altro. Gli uomini le assecondavano ogni capriccio per compiacere a lei, che poi considerava debolezza e perfino disprezzata per questo. La osservavo ostile e arrogante nei confronti di coloro che l'adoravano, spesso lasciandoli senza alcun pensiero sulle conseguenze, né alcuna preoccupazione per i loro sentimenti. Ha lasciato letteralmente un fidanzato "in attesa alla chiesa".

Lei e il suo prossimo marito, "Jack", hanno avuto un bambino. Quando il bambino aveva tre mesi, Connie lasciò bruscamente Jack e prese il bambino con sé. Quando lei e il bambino sono atterrati sulla mia porta, ho chiesto se provava simpatia per Jack in tutto questo. La sua risposta fu un cuore freddo, "Non guardo mai indietro".

Da quando ho letto nella tua rubrica la lettera della donna a cui è stata diagnosticata una malattia narcisistica della personalità, ho imparato di più su questa condizione e ora credo che anche mia figlia ne soffra. James Masterson, un'autorità sui disturbi mentali, scrive che i pazienti narcisistici possono essere estremamente manipolativi. Connie ha mostrato una marcata tendenza a usare le persone, spesso voltando le spalle a chiunque non sia in grado di controllare e poi mentendo al riguardo agli estranei, facendo sembrare che lei sia la vittima. L'ho vista fare questo agli altri, ma non avrei mai immaginato che lo avrebbe fatto a sua madre. Mi sbagliavo. Ora, i suoi cinque ex mariti e io abbiamo condiviso lo stesso destino. Nei vent'anni che mi ha voltato le spalle, il mio unico contatto con lei è stata una lettera. In essa dice che la nostra relazione "non vale mai la pena di essere salvata", che non è solo una bugia ma una crudele svolta del coltello nella ferita.

Da nessuna parte ho visto che questo disturbo potrebbe essere ereditato, ma Connie è molto simile a suo padre, da cui ottiene anche il suo bell'aspetto. Mi chiedo anche se il narcisismo sia più comune alle "belle persone" di questo mondo. Loro, come il mitico Narciso, si innamorano delle proprie riflessioni, facendoli diventare anormalmente egoisti e egocentrici?

Grazie, Abby, per avermi fatto conoscere il disturbo narcisistico di personalità. È straziante avere i propri legami familiari improvvisamente tagliati senza una ragione apparente, ma c'è un certo conforto nel conoscere una causa plausibile.

Solutions Collecting From Web of "Le cose che impari da Dear Abby!"