Le conseguenze interpersonali della schizofrenia

Povero giudizio sociale: un aspetto della schizofrenia

Nota che questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito Web: Brainblogger. Dr Olson (uno pseudonimo) ha anche pubblicato un libro intitolato "Illuminating Schizophrenia: Insights into the Uncommon Mind". Questo libro è disponibile sul sito Web Amazon.com.

Ci sono tre componenti che tipicamente caratterizzano un individuo che emerge con la schizofrenia: alienazione, introversione e pensiero divergente. Insieme, queste caratteristiche riducono la capacità del singolo schizofrenico di esercitare un buon giudizio nelle situazioni sociali.

Alienazione

Le persone con schizofrenia emergente sono generalmente socialmente compromesse e isolate. Come affermato da Burns (2006), "le alterazioni premestridali dello sviluppo e sociali sono state ben documentate nella schizofrenia degli adulti." Le persone con schizofrenia tendono ad essere impopolari e non coinvolte nella scuola primaria e secondaria, e possono anche essere più introverse dei loro coetanei.

I malati di mente sono forse i membri più alienati della nostra società. La ricerca suggerisce che l'isolamento sociale (cioè l'interazione sociale limitata con altri bambini) e le relazioni interpersonali povere o interrotte durante l'infanzia, gli adolescenti e gli anni dell'adolescente sembrano aumentare il rischio di un individuo per lo sviluppo futuro di disturbi dello spettro della schizofrenia. È abbastanza probabile che l'isolamento sociale sia causalmente implicato nella presentazione della schizofrenia, invece di essere semplicemente correlato con la psicosi come caratteristica separata. È ovvio che l'isolamento sociale è una conseguenza della schizofrenia.

L'introversione può anche accompagnare la psicosi, e anche questa può essere inesorabilmente intrecciata con l'alienazione e la psicosi. È stato notato che il pensiero divergente è descrittivo di individui che possono essere più auto-coinvolti, almeno nei termini dei loro processi mentali. Jung ha notato che gli introversi risolvono i loro problemi nelle loro menti, al contrario degli estroversi che fanno affidamento sul mondo esterno e sull'interazione con altre persone nel risolvere i problemi.

Come affermato da Rugu (2013), "uno è prevalentemente introverso se il suo interesse e la sua attenzione generalmente si volgono verso l'interno, verso i propri pensieri e sentimenti; se il suo interesse e la sua attenzione sono generalmente rivolti verso l'esterno, verso le altre persone e gli stimoli esterni, è prevalentemente estroverso. "Chiaramente, tuttavia, esiste un continuum tra introversione ed estroversione, con la maggior parte degli individui che cadono tra i due estremi. Tuttavia, la maggior parte degli schizofrenici è probabilmente più introversa di quanto non sia estroversa, e l'isolamento sociale che può accompagnare la loro introversione può essere estremo.

Pensiero divergente

Negli articoli precedenti, questo autore ha suggerito che gli individui schizofrenici tendono a essere pensatori divergenti. Si è notato che il pensiero divergente si basa sul percepire più dettagli nel mondo mentale e in quello materiale di quello che potrebbe emergere da ciò che può essere definito pensiero dogmatico, e dovrebbe essere chiaro che esistono mondi costituiti dal materiale e dal non -Materiale.

Mentre le persone con schizofrenia possono essere più fantasiose degli individui non mentalmente malati, la creatività implicita nei loro processi mentali può non essere produttiva in senso positivo, in particolare perché possono mancare la qualità del pensiero convergente, che coinvolge il ragionamento analitico e la logica. Gli schizofrenici possono avere più dettagli a loro disposizione con cui costruire le loro visioni del mondo, ma potrebbero non essere in grado di costruire le loro visioni del mondo in modo significativo. Il pensiero divergente caratterizza forse tutte le forme di schizofrenia. Può essere più ovvio nel paranoico schizofrenico, ma i risultati di questo tipo di pensiero, quando il pensiero convergente è carente nell'individuo, possono essere visti in individui schizofrenici disorganizzati.

Il pensiero divergente accompagna l'isolamento sociale dovuto al fatto che questo tipo di pensiero porta a idee uniche, siano idee buone o idee cattive, e se queste idee siano praticamente applicabili ai problemi nel mondo materiale e mentale. Poiché il pensiero divergente è una qualità che caratterizza anche gli individui schizofrenici, si potrebbe affermare, ancora una volta, che il pensiero divergente è correlato alla schizofrenia e può portare all'alienazione. Alienazione, pensiero divergente e introversione possono essere tutti amalgamati come cause della presentazione psicotica. In combinazione, queste caratteristiche consentono la sinergia tra isolamento e introversione, aggravata dall'influenza del pensiero divergente, forse senza il pensiero convergente che consentirebbe soluzioni ai problemi relativi all'interazione sociale.

La sinergia tra alienazione, introversione e pensiero divergente può ugualmente formare parte della personalità dell'individuo schizofrenico. Questa personalità sarà disfunzionale nell'incontrare i bisogni interpersonali dell'individuo schizofrenico, a causa della natura dell'auto-coinvolgimento intrapersonale che si riflette nell'alienazione, nell'introversione e nel pensiero divergente.

Giudizio sociale

In definitiva, è il giudizio sociale che viene compromesso da queste tre caratteristiche. La battaglia essenziale e fondamentale dello schizofrenico potrebbe essere quella di migliorare gli effetti dello stigma, una conseguenza degli atteggiamenti impliciti della società che sono una reazione alla noncuranza non intenzionale e involontaria dello schizofrenico.

Senza il giudizio sociale, lo schizofrenico potrebbe non avere alcun mezzo per negoziare le relazioni sociali, potrebbe non riuscire a capire come gli altri la vedono, e potrebbe perdere il contatto con gli altri nel mondo materiale. Questa perdita di contatto sociale nel mondo reale, quindi, esacerba la condizione della schizofrenia.

La schizofrenia può essere vista come un circolo vizioso causato dall'alienazione, dall'introversione e dal pensiero divergente. L'addestramento delle abilità sociali sarebbe un intervento che potrebbe servire ad aiutare gli schizofrenici nel trattare lo stigma. Questo tipo di formazione potrebbe consentire loro di approcciare nuove conoscenze con la conoscenza di un'adeguata divulgazione della loro condizione-divulgazione che possa dimostrare una consapevolezza sociale di come la loro malattia è vista dagli altri. Dotato di una comprensione, per quanto limitata, del ruolo dello stigma in termini di interazione con gli altri, le persone con schizofrenia potrebbero essere maggiormente in grado di interagire nel mondo materiale.

Solutions Collecting From Web of "Le conseguenze interpersonali della schizofrenia"