Le cause della miseria: colonna A e colonna B

CC license, Pexels
Fonte: licenza CC, Pexels

Una delle mie ansie nello scrivere il mio recente libro Come essere miserabile: 40 strategie che già usi – e nello scrivere questo blog – è che le persone che soffrono di depressione o altre forme di profonda sofferenza sentiranno di essere incolpate per i loro problemi.

Non sono. Ma durante la depressione siamo spesso sensibili al rifiuto e possiamo percepirlo dove non è destinato.

Nessuno intende essere infelice. Ma tutti noi facciamo scelte di vita che possono contribuire al peso delle nostre vite. E questo include me.

Quando ho discusso di questi concetti con i miei clienti, ho trovato utile suddividere le cause della miseria in due categorie, che possiamo chiamare Colonna A e Colonna B.

La colonna A comprende tutti i fattori che non sono aperti al nostro controllo nel presente. Questo include elementi come:

  • Ambienti di lavoro difficili
  • Perdite e lutto
  • Il nostro corredo genetico
  • Lo stato dell'economia
  • Aspetti della cultura in cui viviamo
  • La famiglia in cui siamo nati
  • Esperienze nell'infanzia

A questi possiamo aggiungere decisioni, situazioni e comportamenti che una volta potevano essere stati aperti al nostro controllo ma, essendo nel passato, non possono essere invertiti:

  • Il consumo eccessivo di soda che potrebbe aver contribuito al diabete per adulti
  • Il lavoro sedentario
  • La povera scelta del coniuge

Anche questi sono incontrollabili perché non possediamo una macchina del tempo che possa permetterci di annullare il passato.

Tutti noi lavoriamo sotto molteplici influenze dalla Colonna A. La vita è difficile, e nessuno di noi ha a che fare con una mano composta interamente da assi. Quando vedo le persone che soffrono di depressione clinica, sono spesso colpito dal numero di fattori incontrollabili che hanno dovuto affrontare. Spesso pensano a se stessi come deboli ( "le altre persone possono gestirlo!" ) E sono spesso sorpreso che stiano ancora in piedi.

La colonna B consiste di tutti i fattori sui quali possiamo avere almeno il controllo teorico. Potremmo non sentirci in grado di esercitare tale controllo, e in effetti il ​​nostro controllo è raramente assoluto. Ma questi fattori possono essere soggetti a qualche influenza, grande o piccola (magari lavorando da soli o con l'aiuto di un terapeuta). La colonna B include cose come:

  • La quantità di esercizio che otteniamo
  • Il cibo che mangiamo
  • La quantità di tempo che passiamo a guardare le schermate
  • Le interpretazioni che diamo alle critiche della gente di noi
  • Le aspettative che possediamo agli altri
  • La priorità che diamo per vivere i nostri valori
  • L'evitamento del disagio

… e il significato e il significato che assegniamo a tutti i fattori nella colonna A.

  • La mia diagnosi significa che sono condannato a una vita di depressione
  • La mia incapacità di gestire le mie finanze con un salario minimo significa che sono un idiota
  • La mia storia di abusi sessuali significa che sono per sempre contaminato

Il lavoro che abbiamo di fronte per gli elementi delle due colonne è molto diverso. Per gli incontrollabili nella Colonna A possiamo enfatizzare il riconoscimento, le perdite in lutto, l'accettazione e l'auto-perdono. L'enfasi è sul rielaborare le nostre reazioni a questi fattori, piuttosto che cancellarli dalle nostre vite.

Per gli elementi nella colonna B possiamo lavorare sulla produzione del cambiamento effettivo. Capendo come questi fattori possono portarci verso il basso, possiamo identificare un'alternativa che potrebbe portarci nella direzione opposta. Avendo trasformato un problema in un obiettivo, possiamo tentare di trasformare l'obiettivo in un piano concreto. Quindi possiamo iniziare a prendere i singoli passi che ci porteranno lì.

Questo blog enfatizza la colonna B, ma non nega le influenze molto reali e potenti della colonna A.

In effetti, è l'esistenza della Colonna A a guidare lo sforzo: la vita è abbastanza difficile. Non abbiamo bisogno di renderlo più difficile di quanto dovrebbe essere.

Speriamo che la nostra esplorazione del sentiero nella valle della miseria si dimostrerà utile. O, cercando infelicità, avrai una mappa che ti aiuterà ad arrivarci. Oppure, cercando sollievo, la coltivazione della comprensione della via verso il basso rivelerà, con un rapido controllo della spalla, anche il percorso verso l'alto.

Solutions Collecting From Web of "Le cause della miseria: colonna A e colonna B"