Le buone ragioni per cui alcune persone sono felici di essere single

Un articolo di giornale dal titolo "Happily Single" è sfuggito ai cancelli accademici ed è esploso nei media. All'improvviso, tutti i tipi di articoli e post sul blog avevano le parole "felice" e "single" l'una accanto all'altra e la mia casella di posta era piena di avvisi.

Dopo oltre un decennio di lamentele sul singlismo (stereotipizzazione, stigmatizzazione e discriminazione nei confronti delle persone singole), è stato incoraggiante vedere qualcosa di diverso. Ma qualcosa di questo ultimo studio mi ha anche strofinato nel modo sbagliato. Sembrava essere dannoso con deboli lodi e, cosa ancora più importante, gli autori sembravano ignari delle ragioni veramente positive per cui alcune persone sono attratte dalla vita da single.

Lasciatemi spiegare. Nella parte I, ti parlerò della ricerca. Quindi, nella Parte II, spiegherò cosa è mancato alle vere gioie e ai benefici di una vita singola significativa. Se non ti interessa i dettagli degli studi, vai alla Parte II alla fine .

I. La nuova ricerca su Happily Single People

Mi ci è voluto fino ad ora per scrivere su questo perché mi piace leggere gli articoli della rivista originale che sto discutendo e non solo i comunicati stampa o i riassunti di altre persone. L'articolo, "Happily Single", di Yuthika Girme e colleghi dell'Università di Auckland, riporta due studi sullo stato delle relazioni delle persone, la loro soddisfazione di vita (felicità) e se i loro obiettivi di relazione sono caratterizzati da "approccio" o "elusione".

In primo luogo, una sintesi dei risultati degli studi, quindi descriverò più dettagli.

Ci sono persone che si preoccupano molto di evitare conflitti e disaccordi nelle loro relazioni intime (obiettivi di evitamento) e ci sono persone che sono più orientate verso l'aumento dell'intimità (obiettivi di approccio). Due studi hanno dimostrato che tra coloro che si preoccupano di evitare conflitti e disaccordi nelle loro relazioni intime, le singole persone sono altrettanto felici delle loro vite come persone accoppiate . Tra coloro che si preoccupano molto della crescente intimità, le persone accoppiate sono più felici delle singole persone, ma solo in uno dei due studi. Le persone accoppiate sembravano anche più felici delle singole persone tra coloro che non si curavano degli obiettivi di evasione e di quelli che non si curavano degli obiettivi di approccio. (Ma vedi di seguito per ulteriori informazioni sul perché niente di tutto questo ci dice che sposarsi o accoppiarsi fa sì che le persone diventino più felici).

Guardando solo le persone single, coloro che si preoccupavano di evitare conflitti nelle relazioni erano più felici di quelli a cui non importava molto di questo. Gli obiettivi di avvicinamento non erano importanti per le singole persone. I single che volevano aumentare l'intimità e il legame nelle loro relazioni avevano lo stesso livello di felicità dei single a cui non importava molto di questo.

Per le persone accoppiate, la loro preoccupazione di evitare conflitti non era legata alla loro felicità. In uno degli studi, le persone accoppiate che si preoccupavano di aumentare l'intimità erano più felici delle persone accoppiate a cui non importava così tanto.

I dettagli:

Ecco alcuni esempi di articoli che misurano l' evitamento (scala da 1 a 7 punti):

  • "Cerco di evitare disaccordi e conflitti con persone a me vicine".
  • "Cerco di assicurarmi che non succeda niente di male alle mie relazioni intime".

Ecco alcuni esempi di elementi che misurano l' approccio (scala da 1 a 7 punti):

  • "Cerco di migliorare il legame e l'intimità nelle mie relazioni più strette".
  • "Cerco di muovermi verso la crescita e lo sviluppo nelle mie relazioni più strette".

Sono stati utilizzati solo due elementi per misurare la soddisfazione della vita (in media insieme, da 1 a 7 in scala):

  • "Sono soddisfatto della mia vita."
  • "Nella maggior parte dei casi, la mia vita è vicina all'ideale".

Nel primo studio, gli studenti universitari hanno completato l'approccio e le scale di evitamento, hanno riferito il loro stato di relazione (non in una relazione romantica o in una relazione – casuale, costante, serio, convivente o sposato) e hanno riferito la loro soddisfazione di vita ogni giorno per i prossimi 10 giorni. Lo studio 2 era basato su un campione nazionale rappresentativo che ha risposto di nuovo agli item sugli obiettivi di approccio ed evitamento, ha riportato il loro stato di relazione e ha riportato la propria soddisfazione di vita all'inizio dello studio e di nuovo un anno dopo.

Per lo studio 2, gli autori hanno avuto i dati per vedere come le cose erano diverse per le stesse persone stesse a seconda che fossero singole o accoppiate, ma non hanno mai riportato alcuna analisi del genere. Hanno appena confrontato le persone che avevano lo stesso status in entrambi i punti in tempo. Chiunque non sia accoppiato – per esempio, le persone che si sono sposate e poi divorziate – viene gettato con le singole persone.

Se hai seguito uno dei miei lavori precedenti, sai dove sto andando con questo. Gli autori implicheranno che è così bello essere una di quelle coppie meravigliose con i loro obiettivi di approccio di gran lunga superiori nelle loro relazioni personali, e come finiscono per essere più soddisfatti delle loro vite. Ma tu sai meglio. Perché ogni volta che prendi tutte le persone in uno solo dei gruppi (ad esempio, il gruppo sposato) e metti da parte quelli che non erano molto contenti del loro rapporto (hanno divorziato), ma tieni tutti nell'altro gruppo ( le singole persone), indipendentemente da come si sentono riguardo al loro stato – beh, questo è solo imbroglio. Sta dando al gruppo accoppiato un vantaggio ingiusto, che non è quasi mai messo in discussione. E questo è assolutamente par suo per il corso di psicologia accademica e in quasi tutti gli articoli di giornale e post di blog che descrivono tali studi.

La mia copia stampata del loro articolo ha grandi X rosse su tutti i margini accanto a luoghi in cui gli autori interpretano male la ricerca sullo stato civile e il benessere. In tutto il documento, gli autori parlano della maggiore soddisfazione di vita complessiva delle persone accoppiate, ma la loro ricerca è accatastata contro singole persone ei metodi che hanno usato non potrebbero mai dimostrare che sposarsi (o accoppiati) rende le persone più felici. Né la loro ricerca né quella di chiunque altro hanno dimostrato in modo definitivo che sposarsi rende le persone più felici o più sane. Ecco un'intera raccolta di letture rilevanti e qui c'è solo il mio articolo più potente, oltre a un'introduzione.

Ecco qualcos'altro che è chiaro dai risultati riportati nelle tabelle dell'articolo, ma mai riconosciuto dagli autori nel testo del loro articolo: le persone single non ottengono punteggi più alti negli obiettivi di evitamento rispetto alle persone accoppiate. Non sono più propensi a dire che stanno cercando di evitare disaccordi e conflitti nelle loro relazioni. Infatti, nello Studio 2, sono state le persone accoppiate a segnalare una maggiore motivazione di evitamento!

Quindi, anche se le persone single non sono più in conflitto nei loro rapporti personali rispetto alle coppie (e potrebbero anche esserlo), qualsiasi evitamento dei conflitti ha un lavoro per loro in un modo che non funziona per le coppie . Le persone single che desiderano evitare conflitti nelle relazioni sono più felici di coloro a cui non interessa evitare il conflitto. Le persone accoppiate non sono più felici se vogliono evitare il conflitto che se non lo fanno.

Quindi, ecco il mio problema con questa ricerca: è troppo riluttante. Sta ancora stigmatizzando le persone single come evitanti dei conflitti nelle loro relazioni, al contrario di quelle meravigliose persone accoppiate orientate all'approccio. (Non importa che le persone singole non fossero più evitanti in generale, e nello Studio 2, meno delle persone accoppiate.)

Guarda come gli autori parlano dei loro risultati: "… i potenziali costi dell'essere single sono compensati per le persone ad alto rischio di evitamento …" Questi autori sembrano convinti che le persone accoppiate siano persone migliori con vite migliori, e quei poveri single sono lasciati a cercare di "Compensare" tutti i "costi" delle loro tristi vite singole.

Tutti gli articoli di riviste accademiche dovrebbero terminare con il riconoscimento di ciò che è sbagliato nella ricerca o di ciò che non ha mostrato. Non vedevo l'ora di arrivare a quella parte di questo articolo. Dopo tutto questo tempo, ho davvero pensato che gli autori avrebbero sottolineato che ci sono anche ragioni positive per vivere single. Silly me! Invece, il loro avvertimento era che in altre società più tradizionali, forse le persone single non avrebbero nemmeno i vantaggi a malincuore degli obiettivi di evitamento che gli autori hanno dimostrato nelle loro ricerche! Quindi no, la vita da single potrebbe essere molto meglio di quanto stiamo suggerendo qui, ma hey, potrebbe essere anche peggio!

II. Le ragioni positive per cui alcune persone sono felici di essere single

Credo che ci siano persone che non sono solo a malincuore single, o single dalle circostanze, ma che sono single nel cuore . Quelle sono le persone per le quali il single vivente è il modo in cui vivono le loro vite migliori, più autentiche e più significative. Non stanno "compensando i costi". Evitare cose cattive non è ciò che li guida. Hanno una motivazione di approccio, non verso le relazioni romantiche in particolare, ma verso il tipo di vita che vogliono vivere.

Ecco alcuni dei motivi positivi per cui alcune persone sono felici di essere single.

  1. Alcune persone sono maggiormente in grado di perseguire i loro interessi e passioni e di fare scelte di vita significative, quando sono single. La ricerca sugli obiettivi di approccio e di evitamento nelle relazioni personali (descritta sopra) si è concentrata sui tentativi "di progredire verso la crescita e lo sviluppo nelle mie relazioni intime" e ha trovato le coppie più propense a sostenere tali obiettivi. Ma espandi l'immagine di crescita e sviluppo per l'intera vita di una persona, piuttosto che solo le loro relazioni, e il risultato si inverte. Ora sono le persone single (e non solo quelle single-on-heart) che sono più propense delle persone sposate ad avere "un senso di continua crescita e sviluppo come persona" (Marks & Lambert, 1998).
  2. È un valore americano caro a voler sentirsi autonomo e nel controllo della propria vita. Le persone single (e di nuovo, non solo il single-at-heart) hanno un maggiore senso di autonomia e autodeterminazione rispetto a quello dei coniugi (Marks & Lambert, 1998).
  3. In uno studio che mette a confronto persone sposate con persone che sono sempre state single, non ci sono state differenze nell'autosufficienza, nel voler gestire le cose da soli (Bookwala e Fekete, 2009). Tuttavia, l'autosufficienza sembrava funzionare per le persone singole in un modo che non era adatto alle persone sposate. Per i single, più erano autosufficienti, meno provavano emozioni negative. Ma per le persone sposate, più valutavano l'autosufficienza, più provavano emozioni negative.
  4. Le persone singole generalmente apprezzano un lavoro significativo più delle persone sposate (Johnson, 2005). Nella mia ricerca preliminare, ho scoperto che le persone che si identificano come single-at-heart sono più propense di altre a dire che sceglierebbero un lavoro significativo che non ha pagato molto per il lavoro poco interessante che ha pagato molto. La vita singola permette alle persone di perseguire il lavoro a cui stanno a cuore e che potrebbero non pagare molto, senza preoccuparsi che non stiano tirando il loro peso all'interno della relazione. (Senza il reddito di un'altra persona, ci sono anche sfide speciali).
  5. Le persone che sono single-in-heart hanno un diverso atteggiamento nei confronti delle altre persone nella loro vita rispetto alle persone che non sono single-in-heart. Coloro che sono più fermamente convinti di non essere single nel cuore come l'idea di avere un partner romantico che è il loro plus costante e a loro piace essere anche il plus automatico del partner. Le persone che sono single-in-heart vogliono avere più opzioni. A volte vogliono andare in posti con amici o familiari invece di un partner romantico. A volte vogliono socializzare con più di una persona alla volta. A volte non vogliono affatto socializzare e preferiscono rifiutare un invito sociale che non li interessi. La vita singola offre maggiori opportunità per creare lo stile di socializzazione che funziona per te.
  6. Il single-at-heart ama essere responsabile delle loro scelte di vita , dalle piccole cose come se esercitare di più o indulgere in una festa, alle cose veramente grandi come le decisioni principali che definiscono la vita. Ciò non significa che non sono interessati al feedback: alcuni lo sono e altri no. Ma vogliono che la decisione definitiva sia la loro. La vita singola permette al single-at-heart di vivere la vita alle proprie condizioni.
  7. Molte persone single amano la loro solitudine . Nella mia ricerca sul sondaggio, ho scoperto che le persone che sono single-in-heart hanno maggiori probabilità di pensare con affetto alla prospettiva di trascorrere del tempo da soli, mentre le persone che non sono single hanno più probabilità di preoccuparsi che possano essere soli . La solitudine può essere rinfrescante, rilassante, ringiovanente e stimolante, per coloro che la apprezzano piuttosto che temerla.

E se ti chiedi se il single-in-heart senta che stanno perdendo la vita accoppiata, molto probabilmente no. Alla domanda su come si sentivano se fossero in una relazione romantica e alla fine, le persone che non erano single nel cuore, in numeri schiaccianti, descrivevano tristezza e dolore. Il single-in-core si sentiva più spesso sollevato. Devono riprendere la vita che realmente li attrae e parla loro – vita singola.

[ Note : (1) Il mio nuovo libro, How We Live Now: Ridefinire casa e famiglia nel 21 ° secolo , racconta le storie di persone che trovano o creano i propri spazi di vita: i luoghi, gli spazi e le persone che sono importanti per loro. Le persone intervistate comprendono single e coppie, genitori e persone che non sono genitori, e arrangiamenti che vanno dal più tradizionale al più contemporaneo e radicale. Le storie dei partecipanti sono discusse con riferimento alla ricerca pertinente dalle scienze sociali e collocate in un contesto storico e interculturale. Puoi leggere maggiori informazioni sul mio sito web o sulla sua pagina Facebook. (2) Grazie alle molte persone che mi hanno parlato della ricerca "felicemente single".]

Bella DePaulo
Fonte: Bella DePaulo

Solutions Collecting From Web of "Le buone ragioni per cui alcune persone sono felici di essere single"