L'autismo e la psicosi possono annullare il disturbo bipolare

Wikimedia commons
Fonte: beni comuni di Wikimedia

Il funzionamento globale è una misura della gravità della malattia mentale che fornisce un quadro generale del funzionamento combinato psicologico, sociale e lavorativo di una persona e rivela quanto bene o altrimenti si tratti di problemi sociali e interpersonali. Scarso funzionamento è stato segnalato in individui con disturbo dello schizofrenico dello spettro (SSD) e disturbo dello spettro autistico (ASD), e quindi ci si aspetterebbe un risultato ancora peggiore nei pazienti con disturbo bipolare (BD) con alti livelli di tratti psicotici autistici e lievi coesistenti ( schizotypy ).

In un post precedente, ho riportato uno studio di Abu-Akel, Wood, Hansen e Apperly, che ha valutato l'effetto dei tratti autistici e psicotici concomitanti sulla capacità di apprezzare il punto di vista degli altri – una componente chiave della normale mentalizzazione . Ha dimostrato che mentre i tratti autistici e schizotipici inducono in modo indipendente errori di presa di prospettiva, la loro interazione è stata associata a un minor numero di errori, riflettendo un miglioramento delle capacità di mentalizzazione.

Gli autori hanno proposto che questo risultato inatteso possa essere spiegato dal modello diametrico, che postula che i disturbi dello spettro psicotico e dell'ASD hanno effetti opposti sulle capacità mentali, per cui l'autismo è associato a ridotta o nessuna mentalizzazione e psicosi con iper-mentalizzazione disfunzionale. Ad oggi, nessuno studio ha studiato l'effetto dei tratti autistici e schizotipici concomitanti in una popolazione psichiatrica su un risultato di rilevanza clinica, come il funzionamento globale.

Ma ora un nuovo studio di Ahmad Abu-Akel e di otto colleghi stabilisce, in primo luogo, di determinare l'espressione di tratti schizotipici autistici e positivi in ​​un ampio campione di adulti con BD, e quindi di esaminare se i tratti schizotipici autistici e positivi interagiscono influenzare il funzionamento globale. I soggetti erano 797 partecipanti con disturbo bipolare del DSM-IV I che ha completato le misure sia dello spettro autistico che dei tratti schizotipici.

Circa la metà del campione mostrava livelli clinicamente significativi di tratti autistici, e più di un terzo ha fatto quando si applica un criterio più esigente. Ciò è coerente con il singolo studio precedente sui tratti autistici negli adulti con BD, che ha rilevato che metà dei partecipanti mostrava alti livelli di tratti autistici.

L'analisi delle differenze individuali e delle somiglianze di gruppo ha dimostrato che entrambi i tratti schizotipici autistici e positivi erano associati a un migliore funzionamento globale, con i loro effetti migliori quando entrambi i tratti erano alti piuttosto quando entrambi erano bassi:

Nello specifico, durante il peggiore episodio di mania, l'analisi delle differenze individuali ha mostrato che sia i tratti di autismo che i tratti schizotipici positivi hanno contribuito in modo indipendente ad un maggiore funzionamento globale. Ciò è stato coerente con i risultati dell'analisi di gruppo, che ha dimostrato che il funzionamento dell'autismo elevato, il gruppo schizotipico ad alto positività erano significativamente migliori rispetto agli altri gruppi durante il peggiore episodio di mania, anche dopo aver controllato i potenziali fattori confondenti. Durante il peggiore episodio di depressione, l'analisi delle differenze individuali ha mostrato che i tratti schizotipici autistici e positivi erano associati in modo interattivo con un maggiore funzionamento globale.

Come sottolineano gli autori, il meccanismo con cui ciò avviene è attualmente sconosciuto. Tuttavia, il modello dell'effetto interattivo dei tratti autistici e schizotipici sul funzionamento globale durante l'episodio depressivo peggiore suggerisce che l'effetto dell'espressione di una condizione dipende dall'espressione relativa dell'altro e che questi tratti possono interagire in modo compensativo modo per migliorare il funzionamento globale (sotto).

Journal of Affective Disorders 207 (2017) 268–275
Visualizzazione dell'effetto interattivo dell'autismo e dei tratti schizotipici positivi sul funzionamento globale durante l'episodio depressivo peggiore. La Fig. A mostra che i tratti dell'AQ sono significativamente associati a un funzionamento globale peggiore quando i punteggi dei tratti schizotipici positivi sono 0,33 DS o più al di sotto della media (a DS = -0,33; β (se) = – 0,63 (0,32), t = -1,96, p = 0,05), e significativamente associato con un migliore funzionamento globale a 2,68 SD o più al di sopra della media (a SD = 2,68; β (se) = 1,83 (0,93), t = -1,96, p = 0,05) .Fig. B mostra che i tratti schizotipici positivi sono significativamente associati con il peggior funzionamento globale quando i punteggi dei tratti di autismo sono 0.93 DS o più al di sotto della media (a SD = -0.93; β (se) = – 0.88 (0.45), t = -1.96, p = 0.05), e significativamente associato con un migliore funzionamento globale a 1.57 SD o più al di sopra della media (a SD = 1.57; β (se) = 1.16 (0.59), t = -1.96, p = 0.05).
Fonte: Journal of Affective Disorders 207 (2017) 268-275

Un precedente studio di Abu-Akel e altri hanno scoperto che meccanismi distinti di attenzione potrebbero essere al lavoro che sono differenzialmente influenzati nell'autismo piuttosto che nella psicosi. E come ho notato in un post precedente, le reti cerebrali "anti-correlate" sono state recentemente associate a una cognizione meccanicistica di tipo autistico, opposta alla mentalizzazione, che potrebbe teoricamente essere la base per questo nel cervello. In effetti, uno studio ancora più recente che non lo cercava riportava non solo "una riduzione robusta, ereditabile, specifica e comportamentalmente rilevante" nella rete mentalizzante (modalità predefinita) "attraverso lo spettro dell'autismo", ma il contrario in un controllo gruppo di pazienti affetti da depressione.

C.Badcock
Fonte: C.Badcock

Questo è esattamente come il modello diametrico della mente e della malattia mentale dovrebbe prevedere (sopra). Inoltre, il fatto che sia l'SSD che l'ASD si trovano agli estremi di un continuum implica che la normalità si trova nel mezzo e potrebbe essere vista come il risultato di entrambe le tendenze che si annullano a vicenda, proprio come questo studio ha scoperto in BD. In effetti, si potrebbe dire che essere normali significa essere abbastanza autistici da non essere psicotici e essere abbastanza psicotici da non essere autistici!

(Grazie a Ahmad Abu-Akel e Amar Annus per il loro aiuto).

Solutions Collecting From Web of "L'autismo e la psicosi possono annullare il disturbo bipolare"