L'arte lo libera: la storia di un ex detenuto

Circa un mese fa, ho ricevuto una telefonata da Keith Kilby. Voleva intervistarmi per un incarico per uno dei suoi corsi universitari. Ha indicato che era interessato a diventare un terapeuta dell'arte lavorando con persone in carcere. Era nel bel mezzo del conseguimento della laurea in soci e aveva già iniziato a parlare con un regista per un programma di terapia artistica laureato, e sembrava chiaro su come lo avrebbe realizzato.

Oh, e tra l'altro – aveva anche trascorso diversi termini in prigione, durante i quali lui stesso usava il suo tempo per creare arte.

Keith Kilby, used with permission
Fonte: Keith Kilby, usato con permesso

Aveva fatto molta strada dalla sua ultima incarcerazione. Più parlavo con lui, più ero affascinato dalla sua storia.

Il suo è un vero racconto di ciò che l'arte è stata in grado di ottenere per lui: aiutarlo a liberarsi dall'etichetta e fornirgli le opzioni che altrimenti non avrebbe avuto.

Sebbene abbia chiamato per intervistarmi, ha accettato di farsi intervistare da solo. Abbiamo comunicato via email e Skype nelle prossime due settimane.

La sua storia è lunga – certamente più di quanto riesca a comunicare in 1500 parole [concessa, riconosco che ho appena sprecato 20 parole per affermarlo], ma questo post riflette i punti salienti. Tutte le informazioni di seguito sono tratte dalla memoria e dalle prospettive di Keith.

Keith Kilby, used with permission
Fonte: Keith Kilby, usato con permesso

Keith, che ha 50 anni, è stato arrestato e imprigionato in quattro diverse occasioni, in quattro stati separati, tutti per "stupidi motivi" autodefiniti; bere, trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato, inventato accuse, false accuse fatte da amati scontenti – tutti i tempi serviti, nessuno per comportamento violento. Tutte le sue frasi combinate significava aver passato quasi 11 anni e mezzo nelle carceri.

La prima volta che è andato in prigione era in Texas nei primi anni '90. Partì per la California dalla sua casa di Atlanta per perseguire il suo sogno di suonare musica con la band metal Dark Overlord . Dopo aver subito una lesione alla testa da un incidente d'auto, la sua carriera musicale ha cominciato a calare. Frustrato e deluso divenne un drogato di cocaina. Pertanto, le decisioni che ha preso non sono state sempre valide.

Decise di tornare ad Atlanta per cambiare vita. Sulla strada, si fermò in Texas per vedere la sua famiglia. Un giorno, mentre era seduto in un bar, iniziò una conversazione con un uomo che alla fine gli chiese di aiutarlo nel suo lavoro di controllo dei parassiti. Lui ha acconsetito. Keith guidò l'uomo a una società di sterminio, ma fu sorpreso quando l'uomo saltò la recinzione chiusa e rubò un trapano termite. Quando è arrivata la polizia è stato anche arrestato per possesso di beni rubati – la polizia credeva che i suoi averi nel suo furgone non fossero stati ottenuti. Sfortunatamente, non riuscì a dimostrare che la roba fosse sua e, poiché era presente sulla scena del crimine, fu incriminato. Ha ricevuto un anno in un programma di rilascio di lavoro e libertà vigilata.

Keith Kilby, used with permission
Fonte: Keith Kilby, usato con permesso

Pur lottando con la sua dipendenza, e credendo di poter lasciare il Texas per tornare ad Atlanta dopo essere stato dimesso dal programma di rilascio del lavoro, è stato arrestato ad Atlanta per possesso di pot. Poiché in realtà non avrebbe dovuto lasciare il Texas, fu estradato di nuovo e condannato a 3 anni di carcere per mandato fuggiasco.

Dopo aver completato la sua condanna e la sua libertà condizionale, è tornato ad Atlanta. Tuttavia, a causa di equivoci sulla licenza dei suoi conducenti [troppo complicato e confuso da delineare qui], è stato arrestato sulla linea di stato nella Carolina del Sud, guidando con una licenza sospesa e eludendo la polizia che ha tentato di trascinarlo. Dopo essersi fermato bruscamente quando ha colpito una recinzione alla fine di una strada, è stato successivamente accusato di arreificazione e ha ricevuto una condanna a un anno, per la quale ha fatto 8 mesi.

Keith Kilby, used with permission
Fonte: Keith Kilby, usato con permesso

Al momento del rilascio, tornò ad Atlanta e dovette rispondere per la notte in cui lasciò la Georgia per andare in Sud Carolina con la licenza sospesa. Sebbene non fosse mai stato fermato, testato né incriminato per questo in South Carolina, Georgia attaccò un DUI alla licenza sospesa e non riuscì a fermarsi a una luce "blu" (la polizia) – fu condannato a cinque anni di reclusione servito poco più di 3 anni.

Dopo aver completato la sua condanna e la successiva condizionale, seguì la sua nuova moglie nel Michigan. Il matrimonio si dissolse rapidamente, ma rimasero vicini. Tuttavia, dopo una notte piuttosto sgradevole a casa sua, la polizia lo ha trascinato. Il suo ex ha presentato una denuncia che era ubriaco e l'aveva picchiata. Non è stato accusato di violenza domestica – per la quale ha negato con veemenza – ma il DUI è rimasto bloccato. Ha completato meno di 3 anni della sua condanna a 5 anni.

Sembra evidente ciò che Keith intendeva per "per motivi stupidi".

Tuttavia, ha avuto una grazia salvifica. A parte la sua musica, era anche un artista free-lance. Ha capitalizzato su questo ogni volta che è entrato in prigione.

Ogni volta che sono stato in prigione, ho sempre, sai, centrato me stesso più attorno alla mia arte … perché era un modo per sbarcare il lunario [e affrontare le cose] … E, naturalmente, c'è una specie di gerarchia in prigione e quando sei in grado di fornire un servizio del genere, in realtà stai guadagnando rispetto … i soprannomi sono qualcosa che le persone usano sempre in prigione, e il mio è diventato "l'artista".

Keith Kilby, used with permission
Fonte: Keith Kilby, usato con permesso

Divenne l'artista unitario in Texas e lavorò direttamente per il direttore. Ha anche progettato buste per se stesso e gli altri da inviare. In South Carolina, dopo essere diventato l'"artista unitario" designato, completando diversi murales vicino alle aree di visita.

Una volta in Georgia, Keith si avvicinò più volte al direttore per iniziare una lezione d'arte. Dopo aver messo insieme un curriculum formale, alla fine gli è stato concesso il permesso. Oltre 80 persone si sono iscritte alla classe.

Ha detto che me lo avrebbe lasciato fare, ma avrei potuto avere una sola stanza per x quantità di tempo. Bene, ho avuto una risposta così travolgente che [sono andato da lui e gli ho detto] 'questo è qualcosa che potrebbe davvero giovare agli altri detenuti. Dato che aiuta le persone ad esprimersi in modo positivo, penso che questo sarebbe un vantaggio per te. " Quindi mi ha permesso di avere due classi … 40 studenti per classe.

Istituito come una "normale lezione di 3-4 mesi", Keith ha raccontato:

Non è mai stata pubblicata nemmeno una guardia. Mai avuto alcun tipo di capricci violenti, [no] problemi di sorta, perché sapevano che questo era per loro … non volevano perdere qualcosa del genere. E c'era ancora molto altro oltre a imparare come disegnare da 3 forme base e cose del genere. Potrebbero sentire l'arte funzionare, sai?

Dopo aver insegnato per un anno, è stato certificato come vigile del fuoco sui vigili del fuoco della prigione. Aiutò a combattere il più grande incendio selvaggio della Georgia nella storia – l'incendio della contea Ware di 07- e un grande incendio nel centro di Dublino. Poco dopo, si trasferì in Michigan con sua moglie.

Keith Kilby, used with permission
Fonte: Keith Kilby, usato con permesso

Una volta incarcerato nel Michigan, Keith non ha esitato. Insieme a lavorare per i vigili del fuoco della prigione, ha insegnato lezioni d'arte ", e ho anche fatto dei murales nella stanza delle arti e dei mestieri. Mi è piaciuto molto il modo in cui [io] potevo costruire relazioni attraverso l'arte … l'arte ha giocato un ruolo importante nella mia riabilitazione, penso … anche se, sì, sono rimasto intrappolato un paio di volte con minori [accuse], cose che … valevano la pena … [come ad esempio] guidare su una licenza sospesa, DUI … "l'arte ha davvero aiutato.

Capendo quanto fosse importante per lui l'arte, Keith vuole usarlo per aiutare gli altri. Da quando ha lasciato la prigione nel Michigan, Keith si è concentrato su un unico obiettivo:

Quando insegnavo arte nel Michigan, mi sono reso conto che dovevo concentrarmi sul cercare di aiutare gli altri attraverso l'arte e in quel momento mi sono reso conto che dovevo tornare a scuola e prendere una laurea, potrebbe essere un terapeuta dell'arte … negli anni '80 Ho sentito parlare di arte terapia e educazione artistica … e una ragazza che conoscevo, stava studiando per diventare terapeuta dell'arte.

Keith Kilby, used with permission
Fonte: Keith Kilby, usato con permesso

Attualmente, Keith è in libertà vigilata, lavora ed è iscritto al secondo anno in un college locale, ottenendo A e B in tutte le sue classi. Ha già comunicato con un direttore di un programma di arteterapia per determinare cosa deve fare per entrare nel suo programma.

Piuttosto che soccombere all'etichetta della prigione, l'identità che è posta sui detenuti dalla nostra cultura, Keith ha usato la sua arte per elevarsi al di sopra di essa. Secondo Keith, il bisogno più grande tra i suoi compagni di reclusione era "Identità … entrare veramente in contatto con chi sono … e l'arte può aiutare in questo."

——–

Keith Kilby, used with permission
Fonte: Keith Kilby, usato con permesso

Poscritto : incluso in questo post è solo un piccolo esempio di alcune delle sue opere d'arte. Insieme ai suoi dipinti e disegni, Keith scrive anche, tra cui racconti e il libro per bambini The Broken Halo , pubblicato da Tate Publishing [disponibile qui]. Ha anche scritto diversi racconti sulla sua esperienza in carcere. Un post imminente includerà, in toto, uno dei racconti di Keith che forniscono la sua visione interna.

Solutions Collecting From Web of "L'arte lo libera: la storia di un ex detenuto"