L'apprendimento richiede libertà

[Nota: i conteggi dei social media su questo post sono resettati a zero.]

Ovunque svolgiamo questi giorni, troviamo esperti e politici che sostengono una scuola più restrittiva. Ovviamente non usano la parola "restrittivo", ma è quello che equivale a. Vogliono test più standardizzati, più compiti a casa, più supervisione, più giorni di scuola, anni di scuola più lunghi, più sanzioni contro i bambini che prendono un giorno o due di vacanza per una vacanza in famiglia. Questo è un ambito in cui i politici di entrambi i principali partiti, a tutti i livelli di governo, sembrano essere d'accordo. Più istruzione o una scuola più rigorosa è meglio di una scuola meno o di una scuola meno rigorosa.

"Schooling" e "education" (che nell'uso di oggi è di solito un sinonimo di "schooling") sono termini con aloni intorno a loro. Sono a priori buoni; secondo la logica che comunemente sentiamo, nulla conta come prova contro il valore di più istruzione. Se i bambini imparano, ringraziamo le scuole. Se i bambini non sembrano imparare molto, ciò significa che hanno bisogno di più istruzione. Se l'economia non sta andando bene, deve essere perché non stiamo mettendo abbastanza impegno nella scuola. Se l'economia sta andando bene, ciò conferma il valore della scuola e suggerisce che potremmo fare ancora meglio con più di esso. Se la conoscenza si espande a un ritmo sempre crescente, allora dobbiamo richiedere agli studenti di studiare più argomenti. Se il mondo di oggi richiede un pensiero critico, allora dobbiamo aggiungere il pensiero critico alla lunga lista di ciò che insegniamo e testiamo. Se crediamo che gli esseri umani hanno "intelligenze multiple", allora dobbiamo enumerarli e insegnare a ciascuna di quelle intelligenze in ogni persona. Se valutiamo l'uguaglianza, allora dobbiamo credere che tutti dovrebbero studiare lo stesso curriculum e fare lo stesso test, in modo da renderli uguali (dimentica l'idea dei fondatori della nostra democrazia che le persone possono essere diverse ma uguali in termini di valore).

Qualunque cosa sia accaduta all'idea che i bambini imparino attraverso il loro libero gioco ed esplorazione? Ogni seria teoria psicologica dell'apprendimento, da parte di Piaget, afferma che l'apprendimento è un processo attivo controllato dallo studente, motivato dalla curiosità. Gli educatori di tutto il mondo danno un labbro a quelle teorie, ma poi vanno avanti e creano scuole che impediscono il gioco e l'esplorazione autoguidati. Ognuno di noi sa, se ci fermiamo a pensarci, che le lezioni più preziose che abbiamo imparato non sono ciò che abbiamo "imparato all'asilo", né ciò che abbiamo imparato nei corsi più tardi. Sono, invece, le lezioni che abbiamo imparato quando ci siamo concessi il lusso di seguire i nostri stessi interessi e le nostre pulsioni per giocare, pienamente e profondamente. Attraverso questi mezzi abbiamo acquisito capacità, valori, idee e informazioni che rimarranno con noi per tutta la vita, non solo per il prossimo test. E, forse la cosa più importante, abbiamo scoperto ciò che ci piace di più, che è il primo passo per trovare una carriera soddisfacente.

Ogni volta che aggiungiamo un'altra ora al tempo che i bambini devono trascorrere a scuola o a casa, e ogni volta che li costringiamo a trascinarli in un'altra attività extracurricolare rivolta agli adulti, li priviamo ulteriormente delle opportunità di giocare, esplorare, riflettere e sperimentare le gioie e le frustrazioni di auto-direzione. Con ogni nuova restrizione spingiamo ulteriormente verso il sistema scolastico, spingendo via via sempre più giovani che non possono o non vogliono accettare tali restrizioni. I ragazzi in particolare sono sempre più riluttanti ad accettare i confini della scuola, ei ragazzi sono sempre più, in vari modi, abbandonati.

Ho insegnato per molto tempo in un'università selettiva. Gli studenti vengono alle mie classi con una media alla scuola superiore. Ma loro non vengono a sapere molto delle materie che hanno studiato. Hanno raggiunto ottimi voti perché sono brillanti e sono motivati ​​ad andare avanti attraverso le procedure standard. Hanno capito cosa dovevano fare per ottenere voti alti e poi l'hanno fatto. Hanno capito come fare bene nei test senza imparare molto sull'argomento. Hanno imparato come tenere le informazioni, nella forma desiderata dall'insegnante, giusto il tempo necessario per il test.

Non ho obiezioni a che gli studenti entrino nelle mie lezioni senza sapere molto. Le informazioni sono facili da trovare e facili da fornire. Se gli studenti scoprono che hanno bisogno di sapere qualcosa come sfondo a ciò che sto dicendo oa ciò che stanno leggendo, possono chiedere o cercare. Mi dispiace solo che abbiano perso così tanto tempo a scuola, quando sarebbero stati più bravi a giocare e seguire i propri interessi. Se lo avessero fatto, allora quelli che hanno deciso di andare all'università e di seguire il mio corso avrebbero buone ragioni per farlo; e altri avrebbero buone ragioni per scegliere altre rotte. Gli studenti che hanno esplorato e perseguono i propri interessi nei loro studi universitari sono rari e deliziosi; non trattano il loro primo anno lì come 13 ° grado.

Conosco anche adolescenti che sono attualmente al liceo. Alcuni sono "bravi studenti" e altri no. Quello che ho osservato è che entrambi i gruppi sono ugualmente cinici riguardo alla scuola. I "bravi studenti" potrebbero non riconoscere il loro cinismo o identificarlo come tale, ma è chiaramente lì. Si manifesta con ogni scorciatoia che portano ad un buon voto. Si manifesta quando, nel chiedere aiuto, dicono: "Ma non ho davvero bisogno di capirlo; tutto ciò di cui ho bisogno è la risposta giusta. "

Potremmo rendere la vita migliore ai bambini e migliorare l'apprendimento, con costi molto inferiori rispetto alle attuali spese scolastiche, se sviluppassimo ambienti in cui i bambini possano giocare in sicurezza, interagire liberamente con una vasta gamma di altri e perseguire i propri interessi. Lo so, perché l'ho visto; e ti parlerò di alcune di quelle osservazioni nelle prossime versioni.

Ho iniziato questo nuovo blog, Freedom to Learn , perché sono seriamente preoccupato per lo stato dell'istruzione e le opportunità in declino dei bambini da giocare ed esplorare. Sono un professore di psicologia evolutiva e dello sviluppo. Il mio interesse speciale sono i modi naturali di apprendimento dei bambini e degli adulti. In questa prima puntata ho espresso un'opinione. Nelle puntate future intendo sostenere tale opinione con saggi che trattano domande come le seguenti:

• Perché gli esseri umani sono i più giocherelloni di tutti gli animali?

• Cosa significa dire che la mente giocosa è una mente pronta per l'apprendimento?

• Il gioco è il contrario del lavoro? (In che senso è, e in che senso non è vero?)

• Qual è lo scopo evolutivo della curiosità?

• Cosa succede alla curiosità quando i bambini invecchiano?

• Cosa intendono bambini e adolescenti quando dicono "Sono annoiato"?

• Qual è il valore dell'età libera che si mescola nell'apprendimento dei bambini?

• I bambini "hanno bisogno di una struttura"? (Certo che lo fanno, ma che tipo di struttura?)

• In quali condizioni i giovani si educeranno in modo naturale, senza coercizione o persuasione?

• Cosa dovrebbe significare dire che qualcuno è "ben educato"?

• Qual è il ruolo appropriato degli adulti nell'educazione dei bambini?

• Quali sono i rischi inerenti al tentativo di proteggere i bambini dai rischi?

• Perché sentiamo così tanto bisogno di controllare l'apprendimento dei bambini?

• Perché le scuole operano come loro? (La risposta sta nella storia).

• Perché le riforme di liberalizzazione nell'istruzione di solito falliscono?

• Che tipo di disciplina è necessaria per il lavoro e le carriere e come viene acquisita tale disciplina?

• Qual è il significato della libertà e perché la cerchiamo?

Resta sintonizzato e unisciti alla discussione. Pubblicherò una nuova puntata ogni mercoledì e terrò conto delle tue domande, commenti e argomenti. Spero di convincerti che quello di cui sto parlando non è l'idealismo della torta nel cielo. Parleremo di persone reali, scuole reali e risultati di ricerche empiriche sistematiche.

Solutions Collecting From Web of "L'apprendimento richiede libertà"