L'annuncio pubblicitario rivela una verità inquietante

Un annuncio per l'Audi A6 è più perspicace di quanto la società realizzi. La copia dice:

Le strade sono sottofinanziate di $ 450 miliardi.
Con l'auto giusta, potresti non accorgertene mai.

L'annuncio è una svolta sul adagio, fuori dalla vista, lontano dalla mente. L'idea è che se non lo so, a chi importa? Ho ottenuto il mio, e questo è tutto ciò che conta. Molte persone oneste attraversano la vita impassibili per le condizioni che li circondano perché guidano in auto che appianano i dossi della strada. Se le auto degli altri non sono così buone e gli autisti devono affrontare strade dissestate, beh, questo è il loro problema.

Il pensiero spesso continua su questa linea: ho diritto a ciò che ho; se gli altri non hanno ciò che ho è perché non sono così meritevoli. Inoltre, più auto costa una fortuna e altre hanno clunkers. Perché i miei soldi dovrebbero andare a costruire buone strade? Se quelli che guidano i clunkers vogliono andare in giro liscio, nessuno li impedisce di comprare auto migliori o di lavorare di più o di risparmiare di più per potersene permettere uno, ma non chiedermi di sottoscrivere meglio la loro guida aumentando le mie tasse.

C'è una storia antica che afferma che solo quando affrontiamo direttamente le condizioni il nostro senso di compassione si espande. Una versione della storia va in questo modo: Siddhartha Gautama era un viziato principe che viveva la sua giovinezza dietro le mura del suo palazzo di famiglia in India. L'attenzione di Siddhartha era focalizzata sulla vita del palazzo. Si sposò ed era destinato ad ereditare il regno di suo padre. Ma poco prima di compiere 30 anni, Siddhartha insistette nel vedere come fosse la vita dei suoi sudditi. Nonostante gli sforzi per dissuaderlo dall'avventurarsi nelle strade, Siddhartha intraprese un breve viaggio che cambiò la sua vita e pose il corso per una delle grandi religioni del mondo, il Buddhismo.

Nella sua impresa, Siddhartha fu scioccato da ciò che vide, cose che erano state mantenute dal suo punto di vista. Prima c'era un vecchio, poi una persona molto malata e infine un cadavere. Ciò che vide lo commosse e si identificò con la comune condizione dell'umanità. Il principe si rese conto che non poteva continuare a vivere la sua vita se avesse avuto e rinunciò al suo titolo reale e cambiò la sua vita per vivere pienamente con compassione.

In The Moral Sentiments, Adam Smith fa un punto simile. "Dato che non abbiamo esperienza immediata di ciò che provano gli altri uomini, non possiamo farci un'idea del modo in cui sono influenzati, ma concependo ciò che dovremmo sentire nella stessa situazione." Adamo esorta il lettore a mettersi in un altro posto. "Con l'immaginazione ci poniamo nella sua situazione, ci concepiamo sopportando tutti gli stessi tormenti, entriamo com'erano nel suo corpo, e diventiamo in qualche misura la stessa persona con lui, e quindi forma un'idea delle sue sensazioni, e sento anche qualcosa che, sebbene di grado più debole, non è del tutto diverso da loro. Le sue agonie, quando sono così portate a casa da noi stessi, quando le abbiamo così adottate e le abbiamo fatte nostre, cominciano finalmente a toccarci, e poi tremano e rabbrividiamo al pensiero di ciò che prova. "

Questo estratto può sorprendere coloro che conoscono Smith solo come l'avatar del capitalismo. Mentre era così, sapeva anche che il capitalismo funzionava solo finché le persone si impegnavano nella loro immaginazione morale.

Una delle calamità della vita moderna è come il divario crescente tra i ricchi del mondo e il resto dell'umanità stia isolando i ricchi dalle vite del resto del mondo. Senza il sentimento dei compagni, l'accumulo di ricchezza diventa una ricerca egoistica, che gira le spalle a quelli che vivono dall'altra parte della comunità chiusa, quelli che guidano i clunkers o non possono permettersi affatto le auto.

Come Smith sottolinea, senza reciproca simpatia ci sono grandi ingiustizie nel mondo. L'annuncio Audi lo rende abbastanza chiaro.

Solutions Collecting From Web of "L'annuncio pubblicitario rivela una verità inquietante"