L'ampia visione della ricerca sui videogiochi e l'aggressività

Halo screen shot In questo blog, ho scritto alcune volte sulle influenze dei videogiochi sul comportamento. Ho discusso degli aspetti negativi e positivi dei videogiochi. Sul lato negativo, ci sono prove che i videogiochi violenti possono aumentare l'aggressività. Sul lato positivo, i videogiochi d'azione possono promuovere un processo decisionale rapido e i videogiochi con messaggi sociali positivi possono aumentare il comportamento di aiuto.

Quanto sono coerenti questi effetti dei videogiochi sul comportamento?

Di solito, quando scrivo di ricerca in questo blog, mi concentro su uno o due documenti che riportano ciascuno un piccolo numero di esperimenti. Quando gli psicologi vogliono sapere se una serie di risultati è coerente tra gli studi, pensate, usano una tecnica chiamata meta-analisi . In una buona meta-analisi, i ricercatori analizzano la letteratura pubblicata e cercano studi inediti ben progettati che affrontino una domanda comune. Gli studi sono quindi analizzati come gruppo. Queste analisi utilizzano anche tecniche statistiche per il controllo del problema del file-drawer . Cioè, c'è un pregiudizio per gli studi da pubblicare se mostrano una relazione affidabile tra le variabili, ad esempio tra giocare ai videogiochi violenti ed essere aggressivi. Se uno studio viene condotto e non trova alcuna relazione tra queste variabili, è meno probabile che questo studio venga pubblicato. Pertanto, gli studi senza effetti attendibili sono probabilmente sottorappresentati nella letteratura pubblicata. Senza una qualche correzione statistica per il problema del file-drawer, quindi, una meta-analisi potrebbe sovrastimare la vera relazione tra le variabili.

Ok, armati di una breve introduzione alla meta-analisi, torniamo alla violenza e ai videogiochi.

Una vasta meta-analisi dell'influenza dei videogiochi violenti sul comportamento aggressivo di Craig Anderson, Brad Bushman e un certo numero di colleghi è stata pubblicata nel numero di marzo 2010 del Psychological Bulletin . Questa metanalisi ha esaminato 380 studi che hanno coinvolto oltre 130.000 partecipanti. Gli studi includevano esperimenti in cui le persone giocavano ai videogiochi e quindi veniva misurato il loro comportamento, studi correlazionali in cui la quantità di videogiochi era correlata ai comportamenti e studi longitudinali in cui le persone venivano seguite nel tempo e i cambiamenti nel comportamento erano correlati all'ammontare di videogiochi. Gli studi hanno coinvolto partecipanti sia degli Stati Uniti che del Giappone.

Ora per i risultati.

Guardando attraverso gli studi, giocare a videogiochi violenti aumenta il comportamento aggressivo. Ci sono due meccanismi diversi qui. In primo luogo, giocare a un videogioco violento per un breve periodo di tempo sembra attivare o innescare l'idea della violenza. Aumenta anche il livello generale di energia o di eccitazione delle persone. Quindi un breve periodo di tempo in cui si gioca a un videogioco violento è generalmente legato a un livello più alto di aggressività subito dopo.

In secondo luogo, studi longitudinali suggeriscono che le persone che giocano a videogiochi violenti per un lungo periodo di tempo sono più aggressivi di quelli che non giocano ai videogiochi violenti. Inoltre, un piccolo numero di studi ha scoperto che la riproduzione di videogiochi violenti rende le persone meno sensibili agli aspetti negativi della violenza. Quindi, giocare a videogiochi violenti sembra ripetutamente insegnare alle persone le strategie per agire in modo aggressivo, e allo stesso tempo renderle meno sensibili agli aspetti negativi della violenza.

Ci sono altri due risultati interessanti da questa meta-analisi che vale la pena menzionare. Innanzitutto, i videogiochi violenti sembrano avere gli stessi effetti su uomini e donne. Cioè, uomini e donne esposti a videogiochi violenti aumentano il loro livello di aggressività. Tuttavia, è anche vero che gli uomini (e i ragazzi) hanno maggiori probabilità di giocare a videogiochi violenti in generale rispetto alle donne (e alle ragazze).

Secondo, c'è un effetto della cultura in questi dati. Nel complesso, sia gli americani che i giapponesi tendono ad essere più aggressivi se giocano a videogiochi violenti rispetto a quelli che non lo fanno. Tuttavia, negli studi longitudinali che seguono le persone nel tempo, questi effetti sono più forti negli americani che nei partecipanti giapponesi. Gli autori ipotizzano che quando la violenza è rappresentata in Giappone, tende ad essere più propensi a concentrarsi sui risultati negativi di quella violenza rispetto a quando è rappresentata in America. Tuttavia, è chiaro che è necessario molto più lavoro per capire questa differenza.

Infine, non è del tutto chiaro cosa fare di questi risultati. Da un lato, c'è chiaramente un'influenza del gioco dei videogiochi violenti sull'aggressività. Gli effetti sono coerenti, ma sono anche relativamente piccoli. Ovviamente, un obiettivo della scienza è generare misurazioni accurate di un fenomeno. Questa metanalisi dimostra chiaramente che giocare a videogiochi violenti aumenta l'aggressività sia a breve che a lungo termine. Ma un secondo obiettivo della scienza è aiutare a capire cosa dovrebbe essere fatto in base a una serie di risultati. Per aiutare a rispondere a questa domanda, sarà importante capire meglio quanto i videogiochi influenzano il comportamento delle persone che li giocano. Rispondere a questa domanda richiede più ricerca.

Seguimi su Twitter.

Solutions Collecting From Web of "L'ampia visione della ricerca sui videogiochi e l'aggressività"