L'amore è egualitario?

"Una donna senza un uomo è come un pesce senza bicicletta." Irina Dunn

L'egualitarismo può essere definito come la convinzione che tutte le persone sono ugualmente importanti e dovrebbero avere gli stessi diritti e le stesse opportunità nella vita. L'amore romantico, come altre emozioni, non è egualitario; piuttosto, è discriminatorio perché comporta i seguenti aspetti: (a) l'amato riceve uno status unico, che in genere impedisce di provare lo stesso amore per gli altri, e (b) certe persone, come i belli ei ricchi, che godono uno stato privilegiato. Il cyberspazio è più egualitario in entrambi i sensi; consente a ogni persona di mantenere più relazioni contemporaneamente e riduce i vantaggi del bello e del ricco.

Le emozioni sono parziali in due sensi: si concentrano su un bersaglio ristretto come su una persona o su pochissime persone; ed esprimono una prospettiva personale e interessata. Alla luce della loro natura intensa, le emozioni richiedono risorse come il tempo e l'attenzione. Poiché queste risorse sono limitate, le emozioni devono essere parziali e discriminatorie. Concentrarsi su un minor numero di oggetti aumenta le risorse disponibili per ciascuno e quindi aumenta l'intensità emotiva. È come un raggio laser che si concentra su un'area molto stretta e conseguentemente raggiunge un'alta intensità in quel punto.

L'aspetto discriminatorio è più pronunciato nell'amore romantico che in altre emozioni. L'amore romantico deve essere discriminatorio e limitato, poiché richiede molte delle nostre risorse. La profondità dell'amore può essere raggiunta grazie alla sua natura più discriminatoria. Ortega y Gasset sosteneva che mentre il desiderio sessuale implica la conoscenza superficiale e la valutazione di molti oggetti, l'amore implica una conoscenza e una valutazione più profonda di pochissimi oggetti. Come altri istinti, la sessualità tende "ad amplificare indefinitamente il numero di oggetti che la soddisfano, mentre l'amore tende all'esclusivismo." Nell'amore, c'è "una progressiva eliminazione delle cose che in passato ci hanno assorbito. La coscienza si contrae ed è occupata da un solo oggetto. "

Sebbene le opinioni divergano sul fatto che si possano amare due persone contemporaneamente (vedi qui), tutti concorderebbero sul fatto che non si possono amare romanticamente 3458 persone contemporaneamente. L'amato ha un valore che nessun'altra persona ha ed è unico in questo senso. Una volta ho sentito qualcuno dire che ama tutti i bambini del mondo tanto quanto ama i propri figli. Non ha senso – se ami tutti allo stesso modo, non ami nessuno. L'amore non è una visione teorica, ma piuttosto un atteggiamento tangibile e intenso che richiede determinate azioni e risorse da accordare all'oggetto del proprio amore, e queste non possono essere divise tra molte persone.

Come sostiene Harry Frankfurt, solo per un essere infinito come Dio, che non ha limiti, l'amore può essere allo stesso tempo intimo e indiscriminato; solo Dio può amare tutti. Dio può soddisfare tutti i suoi desideri senza timore di amare incurante; Dio non ha bisogno di essere cauto riguardo al suo amore. A differenza dell'amore sicuro e indiscriminato di Dio, siamo creature vulnerabili il cui amore deve essere limitato. Quindi, dobbiamo investire saggiamente nell'amore. Dobbiamo stabilire dei limiti e "mantenere una selettività e una moderazione difensiva".

Nonostante la natura discriminatoria dell'amore verso l'amato, l'amore ci mette in uno stato d'animo positivo, che ci consente di trattare gli altri in modo più giusto e positivo. L'amore tende a renderci più compassionevoli nelle nostre interazioni con le altre persone. Come Kierkaegaard ha chiesto, "Non ti ama amare il mondo?" Innamorato, quando "il mondo splende più luminoso" e "Voglio dire al mondo quanto sono felice", possiamo essere più attenti ai bisogni degli altri. Come Lynn, una divorziata, dice del suo nuovo amante, "So che sono stato molto presente per gli altri durante questo intenso periodo di riflessione su di lui. È come se avessi due estremi, la mia attenzione per lui, che bramo, ma quando sono lontano da essa, la mia attenzione con gli altri è migliorata ".

L'altro aspetto dell'atteggiamento discriminatorio dell'amore romantico è che certe persone, come i belli e i ricchi, hanno molte più opportunità di essere l'oggetto dell'amore di altre persone. Ci sono molte prove che suggeriscono che l'attrattiva influenza in modo significativo le valutazioni di intelligenza, socialità e moralità. Potremmo parlare qui dell'attrattiva di alone: ​​ciò che è bello è buono. Nancy Etcoff, riassumendo una vasta ricerca su questo tema, sostiene che sebbene la maggior parte delle persone direbbe che non credono più che "ciò che è bello è buono", il trattamento preferenziale delle belle persone è estremamente facile da dimostrare, così come la discriminazione contro ciò che non è attraente. Etcoff sostiene che, dall'infanzia all'età adulta, le belle persone vengono trattate preferenzialmente e considerate in modo più positivo: trovano più facilmente partner sessuali e sono più propensi a trovare la clemenza in tribunale e sollecitano la cooperazione da parte di estranei. Allo stesso modo, la bruttezza porta a gravi svantaggi e discriminazioni sociali.

Il regno romantico nel cyberspazio è meno discriminatorio nei seguenti due sensi: (a) fornisce i mezzi tecnologici per condurre più di una relazione romantica allo stesso tempo, e (b) riduce considerevolmente le differenze di status. Nel cyberspazio, dove le risorse umane sono migliorate e le limitazioni umane sono meno, la convinzione che non abbiamo bisogno di essere limitati dai nostri limiti è un po 'più realistica (in quello che è un ambiente fondamentalmente non realistico). Il cyberspazio fornisce i mezzi tecnici per condurre allo stesso tempo diverse relazioni romantiche e fornisce un ambiente idealizzato e immaginario che trascende i limiti quotidiani e i difetti personali.

La capacità di plasmare la tua società virtuale nel cyberspazio sradica molti vincoli sociali, in particolare le differenze di status. Uno non deve essere il prodotto di molti anni di fortuna evolutiva, sviluppo personale e pura fortuna per condividere i vantaggi di cui godono i belli ei ricchi. Nella realtà virtuale del cyberspazio, questi vantaggi sono disponibili per tutti.

Il cyberspazio è in effetti un mezzo egualitario, teoricamente, tutti possono avere accesso e tutti sono trattati allo stesso modo indipendentemente dalle caratteristiche personali come aspetto esteriore, genere, colore, religione, razza, età, disabilità, stato sociale e livello di reddito. Le persone si connettono sulla base di ciò che hanno da dire e su cosa pensano. Mentre il livello di reddito, l'istruzione e il luogo di residenza possono chiaramente limitare l'accesso di tutti a Internet, si riducono i costi dei computer e i progressi nell'istruzione e nelle infrastrutture del mondo in via di sviluppo per rendere Internet sempre più accessibile a molte più persone. Il digital divide si sta infatti riducendo. Vi sono, tuttavia, altre caratteristiche, come la creatività, l'intelletto, gli interessi, l'umorismo, il senso dell'umorismo e la capacità di rispondere rapidamente in modo arguto, che dà un vantaggio a coloro che possiedono tali capacità, e questo rende Internet meno egualitario. Come un uomo sposato che ha una relazione di cybersesso osserva: "Sono un bravo scrittore e un dattilografo veloce, quindi i miei partner sembrano divertirsi."

La natura egualitaria del cyberspazio si esprime anche nel fatto che le caratteristiche demografiche degli utenti del cyberspazio sono sempre più simili a quelle della popolazione generale. Ciò è particolarmente evidente per quanto riguarda le differenze di genere. In uno studio completo condotto negli Stati Uniti nel 1994, solo il 5% di quelli nel cyberspazio erano donne; nel 1998, quasi il 39% erano donne e ora le donne sono più numerose degli uomini online. Un altro importante aspetto egualitario della Rete è che specifici settori della società come quelli che sono fisicamente svantaggiati, malati, anziani, giovani, timidi, non attraenti, omosessuali, bisessuali e transessuali, possono trovare nella Rete un luogo molto attraente per iniziare e mantenere relazioni romantiche e sessuali.

Il fatto che le proprietà assegnate ai "netizen" (persone che usano spesso Internet) siano essenzialmente proprietà auto-descritte rende il cyberspazio ugualitario in un altro aspetto: alcune proprietà che i netizen sostengono di possedere sono notevolmente simili, specialmente quelle che migliorano la loro immagine. Quindi, prima di essere coinvolti nel cybersesso, la maggior parte delle donne riferisce di indossare un perizoma, un reggicalze con calze nere, la loro migliore Wonderbra e un paio di tacchi alti. Gli uomini riferiscono semplicemente di essere nudi e di indossare solo un sorriso. Allo stesso modo, Gloria Brame ha scritto che un giorno ha ricevuto il seguente messaggio: "Ho un grande 4U: 9 pollici e mezzo". Più tardi, ha trovato molti altri uomini simili: "Con mia sorpresa, una percentuale incredibilmente ampia di uomini che hanno navigato le chat room erano altrettanto benedette. Potrebbe essere che i raggi magnetici dei monitor causino la mutilazione degli organi genitali degli uomini? "Sherrie Schneider afferma che gli amanti dei maschi online sono uguali in un'altra caratteristica: sembrano essere molto attenti ai loro genitori durante il fine settimana:" Non hai mai visto così tanti uomini con genitori anziani malati che devono essere visitati il ​​sabato sera. È incredibile! Ma questo non significa che martedì o giovedì notte, non cercherà di dormire con te. "

Alla luce della sua natura egualitaria, il cyberspazio è in qualche modo simile a un'enorme comune, una specie di comune mentalmente nuda. Le persone si sentono libere di togliersi la maschera mentale e scaricare i loro desideri segreti. L'immaginazione, che dipinge il cyberspazio in colori più intensi e seducenti, aiuta anche le persone a soddisfare alcuni dei loro desideri profondi. Ciò non significa, tuttavia, che le differenze di personalità o differenze relative al genere, alla razza e all'età scompaiano completamente, in quanto tali differenze sono collegate a differenze psicologiche, sociali e fisiche che non vengono automaticamente eliminate dalla comunicazione online.

Va ricordato che la maggior parte delle persone che hanno interessanti relazioni online vorrebbe aggiornarle in una relazione offline. Tale aggiornamento è di solito disastroso, poiché tutte le differenze offline che il cyberspazio si riduce così di nuovo riappaiono di nuovo. Il cyberspazio non è un regno magico; tuttavia, in alcune circostanze, può integrare lo spazio offline.

Solutions Collecting From Web of "L'amore è egualitario?"