L'allenamento della memoria produce effetti duraturi

Mi sono interessato per la prima volta all'allenamento della memoria all'età di 15 anni quando mio padre era un venditore per il corso di Dale Carnegie, che includeva una sezione sull'allenamento della memoria. Mio padre mi ha insegnato alcuni trucchi che mi hanno permesso di memorizzare l'essenza di ciò che era in ogni pagina di una rivista, per numero di pagina, in 30 minuti. Ero solito fare dimostrazioni per potenziali iscritti. Prima che la riunione di reclutamento iniziasse, il leader avrebbe detto al pubblico: "Tutti vedono Billy qui. Alzati Billy. Ho intenzione di dargli questo ultimo numero di rivista, che non ha mai visto, e lasciarlo studiare per 30 minuti. Quindi interromperemo la riunione e potrai chiedergli cosa c'è in ogni pagina. Oppure puoi dirgli cosa c'è in una pagina e lui può dirti il ​​numero della pagina. "Con mio grande stupore, potevo farlo, e non era così difficile. L'espediente di base è stato il primo a memorizzare un codice numerico che convertiva i numeri di pagina in un'immagine visiva. Ad esempio, il codice per 20 era "cappio", come nel cappio di un boia. Quindi convertirò il contenuto di pagina 20 in una serie di immagini o immagini che catturano l'essenza del contenuto. Quindi collegherei l'immagine del codice della pagina e l'immagine del contenuto. Per esempio, se il contenuto di pagina 20 riguardasse Elvis che si unisce all'esercito e alle sue esperienze di addestramento, immaginerei Elvis, chitarra e costume, trasportato su un camion militare in un campo di addestramento, dove lo hanno sottoposto a esercizi ginnici, in marcia e combattimento simulato, e poi lo hanno appeso. Questa idea e molti altri dispositivi mnemonici sono spiegati più pienamente nel mio libro, Memory Power 101 .

A quel tempo, mi chiedevo se questo tipo di esercizio mentale avrebbe avuto una sorta di effetto spill-over, duraturo. Spero che mi aiuterebbe a scuola. Penso di averlo fatto (non ho mai fatto meno di un A), ma non ho mai avuto un modo obiettivo per verificarlo.

La maggior parte dei lettori ha probabilmente sentito parlare di "atleti della memoria", persone che utilizzano dispositivi mnemonici di imaging mentale per realizzare imprese sorprendenti di memoria. Tali atleti possono, ad esempio, memorizzare in cinque minuti 550 parole o la sequenza di quattro mazzi di carte mescolati.

Fino ad ora, c'erano pochi studi per stabilire se il cervello di tali atleti fosse cambiato in modo duraturo dall'allenamento della memoria.

Un'indicazione di un cambiamento duraturo è stata riportata nei tassisti di Londra che sono stati rivelati dalle scansioni cerebrali di avere un ippocampo allargato, una grande struttura accoppiata nel cervello che forma memorie e mappa anche posizioni spaziali (le strade di Londra sono contorte nel loro layout e notoriamente difficili per imparare).

Un test più diretto sul cambiamento del cervello è stato recentemente segnalato. Nel primo esperimento, 23 dei primi 50 atleti di memoria di livello mondiale sono stati confrontati con normali di controllo di età, sesso e QI simili. I cervelli venivano scansionati in tutti i soggetti in due condizioni: prima, mentre erano rilassati e lasciavano vagare la mente, e in secondo luogo, mentre cercavano di memorizzare un elenco di 72 parole.

Non sorprende che i campioni di memoria abbiano perso solo due parole in media quando hanno richiamato l'elenco 20 minuti dopo, mentre i loro controlli hanno mancato quasi la metà. La scansione del cervello ha rivelato modelli di connettività tra varie regioni del cervello nei campioni di memoria.

Gli investigatori allora volevano sapere se l'addestramento alla memoria dei controlli avrebbe prodotto cambiamenti duraturi in essi. Pertanto, i controlli sono stati divisi in tre gruppi: uno è stato chiesto di praticare la tecnica del metodo di memoria di Loci per mezz'ora al giorno per un totale di sei settimane. Un secondo gruppo ha praticato un compito di memoria di lavoro molto impegnativo, il doppio N-back, in cui hanno dovuto memorizzare una sequenza di parole pronunciate prestando attenzione alle posizioni di un quadrato mobile sullo schermo del computer e identificare quando una lettera o la posizione corrisponde a una che è apparsa prima. L'ultimo gruppo ha appena vissuto la loro vita normale senza allenamento della memoria per il periodo di prova di sei settimane.

Quando testati subito dopo l'allenamento sulla memorizzazione di un elenco casuale di parole, solo il metodo del gruppo Loci mostrava memoria migliorata. Il confronto delle scansioni cerebrali prima e dopo le sei settimane ha rivelato cambiamenti di connettività, molto simili a quelli dei campioni di memoria. Inoltre, il cambiamento nella connettività era un fattore predittivo affidabile di come si comportavano nel test della memoria. Inoltre, i cambiamenti di connettività e la capacità di memoria migliorata persistono per almeno quattro mesi dopo.

Gli autori del rapporto di studio non hanno potuto spiegare perché il doppio allenamento N-back non ha avuto effetti duraturi (oltre a migliorare nei test N-back), come ci si potrebbe aspettare perché è un compito molto impegnativo. Ma penso che la ragione sia che la formazione N-back coinvolge un diverso aspetto della memoria che non generalizza alla memorizzazione di liste di parole.

Ad ogni modo, mi sento meglio ora che le mie esperienze di memoria a 16 anni mi hanno servito bene negli anni successivi. Questo è coerente con ciò che avevo imparato sulla neuroplasticità come neuroscienziato adulto: il cervello deve cambiare per memorizzare ciò che si impara nella memoria. Come ciò accade è spiegato in un altro mio libro, Mental Biology.

W. R. Klemm
Fonte: WR Klemm

Vedi le recensioni entusiastiche dei libri di "Memory Medic" su WRKlemm.com. Disponibile su Amazon, Barnes and Noble e sui siti Web degli editori.

Solutions Collecting From Web of "L'allenamento della memoria produce effetti duraturi"