L’allattamento al seno può influenzare la deambulazione dei bambini

Una nuova ricerca trova una relazione tra loro.

Circa il 90% delle persone sono destrimano e circa il 10% è mancino, ma perché alcuni di noi diventano mancini e altri no è ancora in gran parte un mistero scientifico. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica Laterality questa settimana potrebbe far luce su questo mistero.

Diretto dal Prof. Philippe P. Hujoel della School of Dentistry presso l’Università di Washington a Seattle, lo studio ha indagato se l’allattamento al seno influenza se il bambino sarà destrorso o destrorso più tardi nella vita (Hujoel, 2018). Il prof. Hujoel ha integrato i dati di sette studi di sondaggi di cinque paesi diversi e ha riscontrato un effetto sorprendente: nelle oltre 60.000 coppie madre-figlio, ha scoperto che esisteva una chiara associazione tra allattamento al seno e imparzialità!

Lo scienziato ha classificato i bambini in destrimani e non destrorsi (mancini e ambidestri) e ha scoperto che l’allattamento al seno riduceva chiaramente la possibilità che il bambino fosse mancino o ambidestro. Rispetto al biberon, l’allattamento al seno per meno di un mese ha diminuito la possibilità che il bambino fosse in seguito mancino o ambidestro del 9%. L’allattamento al seno per una durata da uno a sei mesi diminuiva la probabilità che il bambino fosse in seguito mancino o ambidestro del 15%. L’effetto più forte è stato riscontrato quando le madri hanno allattato al seno per più di sei mesi. In questo gruppo, la possibilità che il bambino sia in seguito mancino o ambidestro è diminuita fino al 22%. Ciò significava che l’allattamento al seno per più di sei mesi diminuiva la prevalenza assoluta di mancini o ambidestrezza dal 13% al 10%, il che significa che circa un quinto caso di mancata destrezza nel gruppo nutrito con biberon potrebbe essere dovuto al mancanza di allattamento al seno. L’allattamento al seno per più di nove mesi non ha ulteriormente influenzato la manualità dell’allattamento al seno per sei mesi.

Perché l’allattamento al seno può influire sulla disponibilità, potresti chiedere? Prima di tutto, è stato dimostrato che la mancinità ha alcune influenze genetiche, ma è in gran parte determinata da fattori ambientali. Uno studio gemello su larga scala che ha analizzato la manualità in gemelli, i loro genitori e fratelli in oltre 25.000 famiglie australiane e olandesi ha scoperto che solo il 25% circa della varianza individuale nelle mani può essere spiegata dai geni, mentre il 75% è determinato da influenze ambientali (Medland et al., 2009). I ricercatori di Handedness hanno a lungo sospettato che molti di questi fattori ambientali influenzino la manualità molto presto nella vita, nel periodo precedente alla nascita o poco dopo, poiché per molti di noi è determinato abbastanza presto nella vita se siamo “leftie” o “rightie” “Tali fattori ambientali includono, ad esempio, la stagione di nascita, lo stress durante la nascita e l’esperienza visiva iniziale delle mani. L’allattamento al seno è stato suggerito come uno di questi fattori (Denny, 2012), e anche se non è possibile dedurre alcun forte meccanismo causale da dati epidemiologici come quello presentato nel lavoro dal Prof. Hujoel, ci sono due probabili spiegazioni perché l’allattamento al seno influisce manualità.

Da un lato, è stato dimostrato che l’allattamento al seno altera lo sviluppo precoce del cervello, con un aumento dello sviluppo della sostanza bianca nelle regioni del cervello frontali e associate (Deoni et al., 2013). Inoltre, i bambini allattati al seno hanno dimostrato di avere migliori funzioni cognitive e un QI più elevato più tardi nella vita (Horta et al., 2015). Dal momento che la manualità ha origine anche nel cervello, è possibile che l’allattamento al seno influenzi lo sviluppo di regioni cerebrali rilevanti per le mani come la corteccia motoria, e questo è suggerito da recenti scoperte nei macachi rhesus (Liu et al., 2019).

D’altra parte, il Prof. Hujoel suggerisce che le risposte ormonali associate al legame tra madre e bambino durante l’allattamento al seno potrebbero anche influenzare la manualità. Mentre attualmente non ci sono studi che suggeriscono che l’ossitocina, l’ormone legante umano, influenzi direttamente la manualità, è stato suggerito che ormoni sessuali come progesterone o testosterone possono influenzare le asimmetrie emisferiche funzionali nel cervello (Geschwind & Galaburda, 1985; Hausmann, 2017) . Poiché la manualità è una forma di tali differenze sinistra-destra nel cervello, è in effetti concepibile che le risposte ormonali potrebbero collegare l’allattamento al seno e le passioni, ma è necessaria più ricerca per chiarire la causalità qui.

Riferimenti

Denny K. (2012). L’allattamento al seno predice la manualità. Lateralità, 17, 361-368.

Deoni SC, Dean DC 3rd, Piryatinsky I, O’Muircheartaigh J, Waskiewicz N, Lehman K, Han M, Dirks H. (2013). Allattamento al seno e sviluppo precoce della sostanza bianca: uno studio trasversale. Neuroimage, 82, 77-86.

Geschwind N, Galaburda AM. (1985). Lateralizzazione cerebrale. Meccanismi, associazioni e patologie biologiche: II. Un’ipotesi e un programma per la ricerca. Arch Neurol, 42, 521-552.

Hausmann M. (2017). Perché gli ormoni sessuali sono importanti per le neuroscienze: una breve rassegna sul sesso, sugli ormoni sessuali e sulle asimmetrie funzionali del cervello. J Neurosci Res, 95, 40-49.

Horta BL, Loret de Mola C, Victora CG. (2015). Allattamento al seno e intelligenza: una revisione sistematica e una meta-analisi. Acta Paediatr, 104, 14-19.

Hujoel PP. (2018). Allattamento al seno e allegria: una revisione sistematica e una meta-analisi dei dati dei singoli partecipanti. Lateralità, in stampa.

Liu Z, Neuringer M, Erdman JW Jr, Kuchan MJ, Renner L, Johnson EE, Wang X, Kroenke CD. (2019). Gli effetti dell’allattamento al seno contro l’alimentazione artificiale sulla maturazione della corteccia cerebrale nei macachi infantili. Neuroimage, 184, 372-385.

Medland SE, Duffy DL, Wright MJ, Geffen GM, Hay DA, Levy F, van-Beijsterveldt CE, Willemsen G, Townsend GC, White V, Hewitt AW, Mackey DA, Bailey JM, Slutske WS, Nyholt DR, Treloar SA, Martin NG, Boomsma DI. (2009) Influenze genetiche sulla disponibilità: dati da 25.732 famiglie gemelle australiane e olandesi. Neuropsychologia, 47, 330-337.

  • Parenting degli uomini
  • Dove sono finiti tutti i guerrieri? Casa.
  • 30 Consigli principali per il trattamento di CFS e FMS quando tutti gli altri falliscono (parte 2 di 3)
  • Livelli di testosterone degli spettatori e finale della Coppa del mondo.
  • Nutrizione e depressione: nutrizione, disintossicazione e depressione, parte 4
  • Un messaggio dalla Musa
  • Guarigione sessuale
  • Le competizioni di poker influenzano i livelli di testosterone maschile
  • Beauty Matters Part 3: Evolving Beauty
  • Combattere i Winter Blues con DHEA
  • Una buona notte di sonno per il buon sesso
  • Dal principiante all'esperto: conoscere e muoversi attraverso le fasi
  • Insegnanti di sesso femminile come predatori sessuali
  • Generali caduti ... e le nostre stesse verità private
  • Trattare sudorazione eccessiva, sudorazioni notturne, vampate di calore
  • Sexy, sensuale o intimo: qual è il tuo stile sessuale?
  • Papà che sta per diventare un bambino sano
  • Come il cervello determina la sessualità
  • Le nonne che svaniscono e il declino dell'empatia
  • Genio e follia
  • Ieri, ho battuto un bambino di sei anni
  • Le donne possono influenzare la cultura dello sport?
  • Red Alert: Science scopre il colore dell'attrazione sessuale
  • Chiamare tutte le donne: Parte 6 - Rottura attraverso il soffitto di vetro senza martello
  • True Reflection
  • I tuoi pregiudizi e convinzioni stanno influenzando il tuo processo decisionale
  • Road Rage Revisited
  • Come gli ormoni possono aiutare le donne prima e dopo la menopausa
  • Come i nostri corpi invecchiano, parte 5
  • La malattia in gravidanza potrebbe essere benefica per il tuo bambino in crescita
  • In Praise of Gender Fluidity: una meditazione sulla disforia
  • Dovremmo bloccare tutti i ragazzi?
  • Come se le vampate di calore non fossero sufficienti
  • Come capisci un terrorista?
  • La psicologia evolutiva produce risultati affascinanti e inaspettati.
  • Sembrava una buona idea ...