L'agenda, parte V: costruire un'eredità

legacy

Spero che ti sia piaciuta la serie Agenda finora. Ecco parte I, parte II, parte III e parte IV.

La parte V, in diretta dalla mia seconda casa all'aeroporto internazionale di Portland, porta tutto insieme.

***

In definitiva, quello che vogliamo fare è vivere una vita straordinaria in un mondo convenzionale .

Come parte di questo processo, abbiamo la possibilità di allontanarci dal ponte e fare domande invece di seguire ciecamente la folla. Abbiamo l'opportunità di perseguire un grande sogno e abbracciare la vita come un'avventura, invece di qualcosa da vivere al suo stato più efficiente. Abbiamo l'imperativo di considerare il nostro posto nel mondo e il modo in cui le nostre vite sono interconnesse con gli altri.

E alla fine, questo crea una questione di eredità: cosa stiamo costruendo? Quale sarà il nostro impatto finale? Come saranno le cose dopo che non saremo più in giro?

Questo è ciò che legacy è tutto. Non ha nulla a che fare con il denaro, l'eredità o persino il tipo di carriera che scegliamo. L'eredità non è qualcosa a cui pensare alla fine della nostra vita quando non possiamo fare molti cambiamenti; invece, è qualcosa a cui pensare da dovunque siamo nella vita.

Ho un lavoro interessante in quanto scrivo di non conformità e di vita non convenzionale, di lavoro e di viaggi, argomenti certamente ampi. Mentre il movimento attorno alla non conformità è cresciuto, a volte sento domande del tipo: "Se tutti sono anticonformisti, chi è davvero conforme?"

Ah sì, è sempre bello sminuire qualcosa nel tentativo di renderlo irrilevante. Ma il fatto è che la non conformità in massa è come la pace nel mondo, una bella idea che non è probabile che accada presto. Se sempre più persone iniziano a mettere in discussione ipotesi, a perseguire grandi sogni e considerando come possono cambiare il mondo, mi sembra fantastico. Sospetto che quelli di noi che veramente sentono in quel modo e vivano le nostre vite intenzionalmente saranno sempre in minoranza. Ma è una minoranza attiva e in crescita.

Incertezza e scelte

Come riferito qui, due anni e mezzo fa avevo 30 anni e mi sono trovato di fronte a una scelta su cosa farei dopo. Avevo fatto un sacco di cose nel decennio precedente, dall'essere un lavoratore autonomo per dieci anni e il volontariato in Africa per quattro di loro, ma il mio lavoro mancava di un punto di convergenza. Volevo creare una piattaforma di scrittura e alla fine scrivere un libro, e volevo creare una sorta di progetto legacy che potesse continuare a vivere una vita propria.

Ero anche molto incerto sull'inizio del viaggio. Ho guardato altri autori / blogger, in particolare JD, Gretchen, Leo e Jonathan. Ho pensato, Queste persone hanno già fatto così tanto! Cosa potrei aggiungere alla conversazione?

In qualche modo sono riuscito a superare la mia incertezza e andare avanti. Se il tuo progetto precedente ha un formato simile al mio o è qualcosa di completamente diverso, spero che tu possa superare l'incertezza e scegliere la strada non presa. O meglio ancora, crea la tua strada.

***

Costruire un'eredità richiede scelte difficili. Ecco i miei suggerimenti: di fronte alla scelta tra speranza e paura, scegli la speranza. Di fronte a una scelta tra abbondanza e scarsità, scegli l'abbondanza. (Ricorda: la scarsità consiste nel vedere il mondo come somma zero o vincitore-prendere tutto.Abbondanza significa fare una torta più grande.)

In definitiva, se vuoi veramente vivere una vita straordinaria in un mondo convenzionale, vorrai fare qualcosa che valga la pena di ricordare. Vivi la tua vita ad alta voce. Segui un grande sogno e trova il modo di contribuire allo stesso tempo. Se più persone vivessero le loro vite alla ricerca di un'eredità, penso che il mondo sarebbe un posto migliore.

Questa è stata la parte V della serie agenda. Oggi volerò a Baltimora – questa settimana continua a Washington, DC mercoledì sera e oltre. Ci vediamo dopo da qualche parte!

###

Immagine: Rowan

Solutions Collecting From Web of "L'agenda, parte V: costruire un'eredità"