"Lady Bird" II: Essere, o non essere, traumatizzati

Avviso di trigger: dopo aver litigato in macchina nella scena di apertura di "Lady Bird", il nuovo film di Greta Gerwig, la madre di Lady Bird (interpretata da Laura Metcalf) va fino in fondo alla visione del percorso verso il basso della vita di sua figlia. La reazione della ragazza (Saoirse Ronan) è un gesto che verrebbe considerato un tentativo di suicidio in termini reali, ma che nel film viene trattato come una vista gag. Pertanto, le sue cure mediche non includono la riabilitazione.

Questo non è l'unico momento cinematografico di "innesco" in "Lady Bird". C'è il suo rifiuto di un ragazzo gay e la sua migliore amica, il suo atteggiamento razzista nei confronti del successo del suo fratello adottivo Latino e il suo ricovero dopo un periodo di bevute.

Eppure il film ha successo grazie all'abile tocco comico di Gerwig nel presentare tutti questi traumi – traumi di cui Lady Bird è sia una vittima che un perpetratore. In effetti, è il tocco del regista che ci consente di digerire tutti questi eventi senza che noi stessi veniamo traumatizzati. Dopotutto, Ernst Lubitsch, il più grande regista comico d'America, ha realizzato una commedia classica con Jack Benny sui nazisti e l'antisemitismo in Polonia: "Essere o non essere". In effetti, è il lavoro definitivo di ciò che i cineasti definiscono come "The Lubitsch Touch. "

Le parti più sconvolgenti del film sono state per me l'assoluto rifiuto della madre di Lady Bird di amare sua figlia, e di permetterle di essere lei stessa a condurre l'appello straziante di Lady Bird: "E se questa è la versione migliore di me stesso che posso essere? "(" Tagliare il bambino una pausa ", potresti sentire – come ho fatto io – come urlare).

E il film è una testimonianza di una ragazza, di una donna, dell'accettazione di sé, dell'accettazione del suo nome, della sua identità, del suo bagaglio di competenze (debolezza in matematica, obbedienza e resistenza all'approvazione dei gruppi di pari) – forte di umorismo, creatività, e persistenza) e, sì, l'accettazione di sua madre e della sua famiglia.

In che modo Lady Bird è in grado di realizzare questo? In parte è dovuto a un padre educato, se depresso. In parte è dovuto al genio incontenibile di Lady Bird. In parte è dovuto al supporto di amici e figure adulte, ciascuna con i suoi limiti emotivi e situazionali (i suoi insegnanti sono, dopotutto, suore).

E così, Lady Bird passa attraverso il sesso, la droga, l'alcol, il rifiuto emotivo (che lei soffre e causa entrambi) PERCHÉ NON HA NESSUNA MALATTIE. Qual è (o almeno una volta) il corso più usuale degli eventi.

Perché un artista (ancora ebreo) farebbe una commedia sull'occupazione nazista della Polonia? O di una madre che rifiuta sua figlia? Perché è un modo non traumatico per superare esperienze umane negative, ma comuni. Il risultato peggiore per il personaggio di Benny nel film di Lubitsch fu che sua moglie lo respinse sessualmente. D'altra parte, lei rischia la sua vita per salvare la sua. Il film è un'affermazione di "essere".

Fortunatamente, a Sacramento negli anni '90, Gerwig non è stato dato, e non ha adottato, un trauma o un'etichetta di malattia, e così è riuscita a diventare il miglior essere umano – quello che sua madre voleva che fosse "essere, "Anche se l'immagine di sua madre di ciò che potrebbe essere la persona migliore era" non essere ".

Il film di Gerwig è quindi un pezzo d'epoca, da assaporare come un ricordo quasi perduto in un momento in cui la crescita attraverso le normali fasi di sviluppo è ora considerata come un atto di recupero da qualche malattia permanente. https://mobile.nytimes.com/2017/11/04/opinion/sunday/drug-addiction-reco…

Solutions Collecting From Web of ""Lady Bird" II: Essere, o non essere, traumatizzati"