La vita è dura?

 Jim M. Goldstein Photography
Fonte: fotografia di Jim M. Goldstein

È difficile?

La pratica:
Accetta difficoltà.

Perché?

A volte le cose sono difficili. Le tue gambe sono stanche e devi ancora stare in piedi per un'altra ora di lavoro. Ami un bambino che sta trovando la sua indipendenza attraverso la distanza emotiva da te. Una relazione a lungo termine potrebbe perdere la sua scintilla. È la settimana delle finali al college. Stai cercando di avviare un'impresa e sta lottando. Hai un problema di salute cronico o una disabilità. A volte le persone non apprezzano il tuo lavoro. Sei discriminato o altrimenti trattato ingiustamente. Il corpo invecchia, cede e diventa stanco.

Inoltre ci sono tutti i piccoli fastidi della vita di tutti i giorni. Sei in un aeroporto e non puoi avere il wifi (l'ingiustizia!). Sei a casa a cercare il gelato e qualcuno ha mangiato l'ultimo. Stai parlando con il tuo partner e capisci che lui o lei non sta prestando veramente attenzione.

Osservare che la vita contiene difficoltà inevitabili non è minimizzare il suo impatto o suggerire che dovremmo rinunciare a cercare di migliorare la vita. Ma le persone – me incluso – aggiungono molta frustrazione, ansia e autocritica inutili resistendo alle difficoltà – spesso con un atteggiamento di fondo "non dovrebbe essere così".

Prova l'atteggiamento di accettare le difficoltà invece di esagerare. È molto più tranquillo.

Come?

Come al momento, inizia riconoscendo stress, stanchezza, frustrazione, ansia o dolore. Aperto all'impatto sul tuo corpo e sulla tua mente di qualunque cosa sia difficile. Lascia che l'esperienza sia qualunque cosa sia. Prova a fare un passo indietro e osservalo. Lascia che fluisca. . . fluendo attraverso di te. . . e scorre fuori dalla porta.

Di sicuro hai auto-compassione, il semplice desiderio che un essere non soffra applicato a te stesso. Dì a te stesso cose come: ahi, questo fa male, vorrei che non fosse così. . . non posso soffrire

Quindi fai un passo indietro. Vedi se c'è qualche resistenza alle cose difficili e vedi se riesci a lasciar perdere. Forse c'è una credenza in profondità che la vita dovrebbe essere appagante, pacifica, tamponata dal dolore. Continua a rammollire intorno alle difficoltà insite nella vita, affrontandoli nel miglior modo possibile, ma senza lottare con loro. Nota che quando smetti di resistere a una difficoltà, inizia a sentirsi meno difficile.

Se necessario, prova l'atteggiamento: mi sono iscritto a questo. Non dare la colpa a te stesso per le cose che ti sono successe o per ridurre lo stress o la stanchezza, ma per stabilire se stessi in un rapporto di scelta verso ciò che è difficile. Ad esempio, bloccato nel traffico verso il lavoro, ricorda a te stesso che questo è parte del guadagnarsi da vivere; risvegliato ancora una volta dal tuo bambino, senti ancora nel tuo corpo la tua scelta di essere un genitore; in qualsiasi condizione puoi riconoscere nuovamente la tua scelta in corso per essere vivo. Dì a te stesso: questo è difficile e va bene. . . Accetto la difficoltà qui. . . sì, è difficile, e allora?

Va bene che le cose sono difficili. Questo fa parte di ciò che dà loro il loro sapore. Non tutte le esperienze appaganti sono basate su qualche difficoltà, ma molte lo sono. Onora te stesso per le cose difficili con cui hai a che fare. E sii consapevole delle cose che non sono difficili nella tua vita, comprese le cose che ti sostengono.

In particolare, mantieni le tue pratiche personali durante i momenti difficili, come esercizio fisico, meditazione, momenti di gratitudine, proteine ​​ad ogni pasto e facendo cose che ti alimentano. Più la tua vita è difficile, più devi prenderti cura di te stesso.

Le difficoltà vanno e vengono. Nel frattempo, le tue buone qualità e le cose belle della vita persistono e rimangono.

Rick Hanson, Ph.D., è uno psicologo, Senior Fellow del Greater Good Science Center di UC Berkeley, e autore del best-seller del New York Times . I suoi libri sono disponibili in 26 lingue e includono Hardwiring Happiness , Buddha's Brain , Just One Thing e Mother Nurture . Edita il Wise Brain Bulletin e ha numerosi programmi audio. Laureato con lode alla UCLA e fondatore del Wellspring Institute for Neuroscience e Contemplative Wisdom, è stato invitato come relatore alla NASA, Oxford, Stanford, Harvard e altre importanti università e ha insegnato nei centri di meditazione in tutto il mondo. Il suo lavoro è stato presentato su BBC, CBS e NPR, e offre la newsletter gratuita di Just One Thing con oltre 120.000 abbonati, oltre al programma online Foundations of Well-Being in neuroplasticità positiva che chiunque abbia esigenze finanziarie può fare gratuitamente.

Solutions Collecting From Web of "La vita è dura?"