La vergogna di rompere

Le donne sono più afflitte degli uomini quando finisce un coinvolgimento romantico? Come psicologo ho le mie opinioni sull'argomento. Tuttavia, ho deciso di consultare altri professionisti riguardo alla domanda, che richiedeva una visita a un parrucchiere.

Mentre entravamo a Frank's Hair Styles a Larkspur, in California, il ronzio delle voci maschili risuonava dalle pareti tappezzate di manifesti di film d'epoca, chitarre e un'abbondanza di arredi da "vero ragazzo". Frank e la sua compagna, Stéfan, erano impegnati in una conversazione vivace con i loro clienti, come un tizio locale appeso al divano accogliente occasionalmente intervistato. Dal momento che Frank e Stéfan sono stati hair stylist per tanti anni come sono stato uno psicologo, Ero sicuro di aver sentito una pletora di storie di crepacuore. Così ho posto la domanda su chi fa più male dopo una rottura al gruppo di uomini. All'unanimità, hanno risposto nella direzione dell'uguaglianza di genere. Paul, i cui splendidi riccioli erano stati tagliati da Stéfan, ha offerto la sua storia:

"Quando avevo 18 anni mi sono innamorato di una ragazza. Ero al college all'epoca. Ci siamo trasferiti insieme e alla fine abbiamo avviato un'attività che stava andando molto bene. In quel periodo mi ha tradito due volte. Lo lascio andare la prima volta. La seconda volta è stato con un ragazzo più anziano che ha lasciato la moglie e i figli per lei. Si è trasferita con lui ed ero completamente distrutto. Alla fine il ragazzo è tornato con sua moglie e io l'ho portata indietro. Poi ha tradito di nuovo con un mio caro amico e mi ha lasciato per stare con lui. Ero ossessionato Ho lasciato due corsi per la mia laurea e non ho potuto completarli. Siamo stati perfetti l'uno per l'altro e ho pensato che non avrei mai trovato nessun altro come lei. Sono stato "bloccato" per dieci anni su di lei. Ero arrabbiato. Trent'anni dopo, a seguito di un matrimonio fallito e di molte relazioni, ho voluto riconnettermi con la ragazza originale e riprendere ciò che avevamo provato quando abbiamo iniziato insieme. In qualche modo l'ho trovata e ci siamo riuniti di nuovo. Ma questa volta non era più lì per me. È una buona cosa che non l'abbia mai sposata. Gli uomini hanno davvero il cuore spezzato per essere scaricati. L'ho vissuto. "

Stéfan, in piedi in una pozzanghera di riccioli di Paul, ha notato che gli ci sono voluti in media due anni per superare il crepacuore. Poi Frank ha sottolineato che gli uomini potrebbero non mostrarlo, ma sicuramente lo sentono. Il locale sul divano sembrava perso nei suoi pensieri, forse ricordando i suoi racconti di angoscia.

Sebbene il sentimento nel salone affermasse che gli uomini provano il dolore post-rottura tanto quanto le donne, gli articoli online relativi a uno studio pubblicato recentemente sull'argomento possono farti credere che le donne fanno più male degli uomini. Quindi diamo un'occhiata più da vicino ai risultati di questo studio.

La traduzione di studi di ricerca da parte dei media spesso manca o ignora dettagli importanti che fanno una grande differenza in ciò che viene trasmesso al pubblico. Nello studio sul dolore post rottura, i ricercatori Craig Morris, Chris Reiber ed Emily Roman della Binghamton University e University College hanno esplorato le differenze di genere in risposta allo scioglimento di una relazione romantica. Sebbene le differenze riscontrate fossero statisticamente significative, affermano anche chiaramente che la dimensione dell'effetto – la dimensione effettiva della differenza – era piccola. Ciò significa che ci sono state molte variazioni – un intero lotto – all'interno dei gruppi di maschi e femmine nelle loro risposte a una rottura. Pertanto, contrariamente alla recente pubblicità, la maggior parte degli uomini nello studio potrebbe non avere un cuore di pietra. Dal momento che il doppio delle donne rispetto agli uomini ha risposto al sondaggio online, gli stessi ricercatori si sono chiesti se forse gli uomini soffrissero così gravemente dal dolore post-rapporto che non sono in grado di prendere in considerazione la possibilità di partecipare a tale studio. La prospettiva evolutiva dei ricercatori li ha portati anche a ipotizzare che potrebbe essere un comportamento adattivo per gli uomini comportarsi come se una rottura non li avesse influenzati perché potrebbe consentire loro di passare rapidamente a un'altra relazione.

Tutto ciò ci lascia alcune considerazioni sul perché alcuni uomini (ma non così tanti) sembrano ferire di meno e recuperare più rapidamente rispetto alle donne che hanno seguito una rottura. Biologicamente, le donne e gli uomini hanno le stesse emozioni di base, tuttavia l'impatto della cultura può portarli a differire nei loro comportamenti a seguito di una rottura. L'autore principale dello studio, il dott. Craig Morris della Binghamton University, ha risposto alla mia richiesta e ha spiegato che "… la nostra ipotesi prima ancora di iniziare lo studio (e dimostrata tangenzialmente in questo articolo iniziale ma molto esplicitamente nelle pubblicazioni future) è che mentre gli uomini si sentono una rottura altrettanto intensa come una donna, sono inculturati per elaborare ed esprimere in modo inadeguato questi sentimenti ".

Nessun cuore di pietra lì. In effetti, l'influenza della cultura e delle esperienze di vita sul modo in cui elaboriamo ed esprimiamo emozioni è particolarmente forte nell'emozione predominante attivata da una rottura; vale a dire, vergogna. Se sei stato respinto, o percepisci la tua relazione finita come un fallimento, la vergogna è molto probabilmente l'emozione che sperimenterai. La vergogna ci fa desiderare di nasconderci, e le risposte di coping alla vergogna ci aiutano a farlo in vari modi. Le risposte difensive alla vergogna comprendono il ritiro, l'evitamento, l'attaccare se stessi o attaccare gli altri, secondo Donald Nathanson, autore di Vergogna e orgoglio: Affetti, Sesso e Nascita del Sé . Le risposte al ritiro nascondono vergogna agli altri, come dormire tutto il giorno, guardare ogni episodio di una miniserie o rifiutarsi di rispondere a qualsiasi chiamata. Le risposte di evitamento nascondono la tua vergogna da te stesso e spesso coinvolgono l'autoprotezione attraverso attività stimolanti, come l'abuso di alcol o sostanze o l'assunzione di "terapia al dettaglio". Una risposta di auto-attacco alla vergogna può essere psicologicamente o fisicamente auto-lesiva e può prendere la forma di auto-biasimo, taglio o persino comportamento suicidario. Infine, un attacco-altra risposta nasconde vergogna sotto l'apparenza di rabbia e incolpare gli altri. Le varie rotture di Paul con la "ragazza dei suoi sogni" sembravano lasciarlo in uno stato perpetuo di attacco – altra risposta alla vergogna.

"La rabbia che si esprime in risposta alla vergogna a causa di una rottura non è spesso percepita come proveniente dal dolore emotivo, e gli uomini sono più propensi a esprimerla", secondo Vernon Kelly, MD, autore di The Art of Intimacy e della Sfida Nascosta di vergogna . Nella mia conversazione con lui mi ha ricordato in modo acuto le statistiche cruente sui crimini di passione che sono pesantemente appesantiti verso gli autori maschi. "Più spesso negli uomini, la vergogna è convertita in rabbia, ma le donne sono più propense a piangere o incolpare se stesse", ha osservato Kelly. "Culturalmente, esprimere la vulnerabilità è in definitiva un vantaggio perché chi è vulnerabile, spesso lo esprime come tristezza, è più probabile che sia confortato dalla vergogna".

Gesticolando con enfasi verso il soffitto del salone, Frank l'hair stylist aveva chiesto retoricamente "Cosa fanno le donne quando il loro cuore è spezzato?" Rispondendo alla sua stessa domanda, ha proclamato: "Ne parlano! Ma gli uomini hanno maggiori probabilità di tenerlo per sé e soffrire. "

Innegabilmente, un antidoto agli aspri effetti della vergogna si può trovare nell'essere aperti a condividere i propri sentimenti con gli altri: la connessione umana. Tuttavia, tutto questo porta solo a un'altra domanda: gli uomini si vergognano di vergognarsi più delle donne? Se è così, allora gli uomini sarebbero più inclini a nascondere il dolore della loro vergogna per una rottura, anche da parte di ricercatori. Forse i parrucchieri sanno per certo.

Per informazioni sui miei libri, consultare il mio sito Web: http://www.marylamia.com

Solutions Collecting From Web of "La vergogna di rompere"