La "vera storia" di Marston Ménage à Trois di Wonder Woman

Quanto ne sa davvero nessuno della psicologa che ha creato Wonder Woman o le donne che hanno condiviso la sua famiglia e l'hanno ispirato? Non tanto quanto molte persone sembrano pensare.

1. Il Dr. William Moulton Marston (1893-1947) era sia uno psicologo che un avvocato, come sua moglie Elizabeth. Viene spesso chiamato (erroneamente ma a ragione) l'inventore del rilevatore di bugie. Vale la pena notare che John Augustus Larson, che è più accuratamente riconosciuto come il principale inventore del poligrafo, ha detto che è giusto chiamare Marston l'inventore del test della macchina della verità per le sue innovazioni su come usare i segni fisiologici per tentare di valutare veracity (Bunn, 2012; Lloyd, 2017).

2. Come Martin EP Seligman (1998) e altri psicologi positivi di oggi, Marston ha sfidato psicologi e psichiatri a enfatizzare eccessivamente le parti peggiori della natura umana. Il suo fondamentale lavoro, Emotions of Normal People (1928), ha aperto il cuore a questo problema: come possiamo davvero capire cosa è anormale e malsano se non esaminiamo anche ciò che è normale e sano? Da questa fondazione, ha costruito la sua teoria DISC che ha la sua influenza fino ad oggi (Wood, 2017).

3. Marston ha creato il personaggio Wonder Woman, che ha debuttato in una storia in due parti in All-Star Comics # 8 (1941) e Sensation Comics # 1 (1942).

4. Lui e sua moglie, Elizabeth Holloway Marston, avevano un'altra donna, Olive Byrne, che viveva con loro. Dopo la morte di Bill Marston, Elizabeth e Olive rimasero insieme per il resto della loro vita – tecnicamente il resto della vita di Olive, perché Elizabeth sopravvisse a lei.

Nessuno sa veramente quale fosse la natura intima di quella relazione. Le opere dell'autore Les Daniels (ad esempio, Daniels, 2004) hanno reso popolare l'idea che fosse poliamorosa, con Bill che genera figli di Elizabeth e Olive. Non è chiaro come Daniels lo avrebbe sicuramente saputo. Quando gli è stato chiesto questo più avanti nella vita, il figlio di William ed Elizabeth, Pete, avrebbe detto che gli adulti avevano la loro parte della casa, i bambini avevano i loro ei bambini non sapevano cosa succedeva laggiù, o si sarebbero fatti beffe di "A chi importa ? Perché vuoi saperlo? "Nelle mie conversazioni con Pete, non ci andai mai. Mi ha detto che Bill e Betty (Elizabeth) lavoravano, mentre Dotsie (Olive) aveva allevato i bambini. I Marstons adottarono legalmente entrambi i figli di Olive, ma quella era solo una legalità. Era un partner alla pari, pienamente un'autorità genitoriale per tutti i loro figli.

Bill, Betty e Dotsie infatti vivevano in un ménage à trois nel senso letterale del termine: "famiglia di tre". Era una famiglia di tre adulti che crescevano insieme una famiglia. Potrebbe essere stato un ménage à trois nel significato più comunemente usato della frase, per riferirsi agli atti sessuali a tre vie? Potrebbe avere. Forse lo era e forse no, ma il mio punto è che assolutamente nessuno lo sa. Il film in uscita, Professor Marston e Wonder Women, non solo indica che lo era, ma anche che le due donne godevano di una relazione sessuale insieme, oltre a Bill.

Bill, Betty e Olive sono tutti partiti da molto tempo. A partire da quest'anno, anche Pete. È un principio legale di base che non puoi diffamare i morti (Fowler, 2011). Ciò non rende giusto interpretare in modo falso fatti noti o presentare finzioni come fatti, però. Non puoi nemmeno diffamare il rock igneo, ma non dovresti ancora dire che è fatto da sedimenti (che sarebbero rocce sedimentarie). Parte del materiale promozionale per il film di cui sopra ha iniziato a dire che è "basato sulla" storia vera (quando, nella mia scarsa opinione, "ispirato da" sarebbe più accurato). Tuttavia, ci sono un sacco di poster e altri materiali promozionali all'esterno che lo chiamano in maiuscolo, "LA VERA STORIA …" Beh, guarda tu stesso.

Travis Langley/original capture from promotional materials.
Fonte: Travis Langley / cattura originale da materiale promozionale.
Travis Langley
Fonte: Travis Langley

Durante il Comic Con di New York, la regista Angela Robinson e gli attori che interpretano i Marstons (Luke Evans, Rebecca Hall) sono apparsi al Manhattan Center per discutere del film dopo che il pubblico ha guardato un nuovo trailer. Sono state previste anche scene del film. Quando è arrivato il momento per il Q & A, mi sono alzato e ho fatto una domanda ai membri della famiglia Marston e molti amici e fan hanno voluto rispondere: qual era il materiale di partenza?

Moderatore: come ti chiami? Qual'è la tua domanda?

Langley: Mi chiamo Travis Langley. Sono un amico della famiglia Marston, quindi questo è davvero molto difficile. (La rivelazione di ciò sembrava appropriata). Ora il trailer diceva "basato su", ma hai un sacco di materiale promozionale là fuori che dice "la vera storia". Quindi ci stiamo chiedendo dove hai ottenuto informazioni, come: Nessuno con cui abbiamo mai parlato con chi li conoscesse sapeva che il rapporto tra Betty e Dotsie era sessuale. Se lo fosse, va bene! Ma dove hai trovato la prova che nessuno che li conosceva, a nostra conoscenza, aveva?

Robinson: Questa è una domanda difficile, perché ho parlato con una fonte che ha detto che quella era la sua interpretazione, chi li aveva studiati.

Langley: studiato?

Robinson: Ma lo è, è difficile, perché non so se … (L'ellissi indica una frase incompiuta, non parole mancanti.) Ho scelto di raccontare la storia come la mia interpretazione della storia, e penso che ci siano molti fatti che sono indiscutibili sui Marstons, e sento che c'è molto che è aperto a interpretazione. Quindi, come regista, questa è stata la mia interpretazione della loro storia.

Robinson ha poi parlato dei suoi sforzi per raggiungere Christie Marston (la nipote dei Marstons, la figlia di Pete) per invitarla a una proiezione privata del film. Riguardo a questo, però, Christie ha detto in un forum pubblico in seguito: "Non penso che ci sia stato un tentativo di contatto diretto. Solo tramite altre parti. "

I film biografici si fanno grandi libertà con le storie raccontate. Lo sappiamo. La nostra obiezione è che la finzione ispirata a una storia vera non dovrebbe mai essere chiamata "la vera storia" quando non ci sono prove che lo sia.

Perché tutto ciò è importante? Tutte quelle persone sono morte, quindi non possono essere ferite, giusto? Se Elizabeth e Olive rimasero insieme come sorelle, ma la gente cominciò a dire che erano diventate una coppia lesbica, quindi? Beh, per prima cosa, tieni presente il tema che attraversa sia la scienza di Marston che la sua famosa eroina con il laccio magico che usa per costringere le persone a ottenere risposte oneste. Wonder Woman lassos la verità. Ancora più importante, però, non credo che dovremmo dover spiegare cosa c'è di così prezioso nella verità.

Perché tutto ciò è importante? Colpisce le altre persone. Quando ho visto la scena che ha travisato il modo in cui Marston è venuto a presentare Wonder Woman al suo editore (sostituendo l'editore Sheldon Mayer con l'editore Max Gaines nella scena), non ho potuto fare a meno di pensare a come si sentirà la nipote che prende il nome Sheldon. Accorciare il nome del personaggio da Suprema the Wonder Woman a semplicemente Wonder Woman può essere uno dei suggerimenti più importanti mai fatti nella storia dei fumetti, e Mayer merita un grande riconoscimento per questo. Speriamo che il film crediti correttamente Elizabeth come colui che ha detto a Bill che aveva bisogno di rendere il suo nuovo personaggio una super donna, perché i fumetti avevano già abbastanza ragazzi. Questo è importante per i personaggi centrali del film.

Perché tutto ciò è importante? Posso dare molte più ragioni, ma qui è una strana: i Mistruth sui morti possono ancora incasinare le cose per i vivi. Ci è stato detto che la Professoressa Marston e la Wonder Women si concludono con un'affermazione su Bill e il figlio di Betty, Pete Marston, che creano un museo in onore di Elizabeth e Olive. Se è così, questo andrà a scomodare sia i custodi della famiglia del Wonder Woman Family Museum sia chiunque cerchi di andare in quel museo aspettandosi un museo di Elizabeth / Olive. C'è un museo Wonder Woman, ma non esiste un museo di Elizabeth / Olive (muse-eum?). Ora supponiamo che mi sia stato detto di sbagliato, e non c'è una tale affermazione: bene, allora, direi che la verità è ancora importante, perché ripetere che la Mistruth (se è così) mi farebbe sembrare male quando sto sottolineando il bisogno di ottenere i fatti giusti Continuo a ricevere rapporti contraddittori su ciò che dice.

Il mio punto? Lasso la verità.

A proposito: dopo la mia domanda, qualcuno che sembra ufficiale ha iniziato a esaminare le domande del pubblico. Voglio dire subito dopo, proprio mentre Robinson iniziava a rispondere.

PS Nonostante il contenuto del film e gli scritti del Dr. Marston, non abbiamo motivo di pensare che né Elizabeth né Olive siano mai entrate nel BDSM (schiavitù e disciplina, dominio e sottomissione, sadismo e masochismo). Se ci sono prove di attorcigliamento a uno di loro, potrebbero essere informazioni utili.

La valutazione di Motion Picture Association of America (MPAA) per Professor Marston e Wonder Women è "R per forti contenuti sessuali tra cui brevi immagini grafiche e linguaggio." (Scene di sesso, sì, ma nudità, no?) Il film non è basato sul filmato sul libro The Secret History of Wonder Woman . In effetti, Robinson ha espresso un certo scetticismo riguardo all'autrice Jill Lepore fatta in quel libro.

PPS per motivi di divulgazione: insieme al co-editore Mara Wood, sono l'editore del libro Wonder Woman Psychology: Lassoing the Truth . In esso, abbiamo pubblicato il memoriale inedito di Elizabeth Holloway Marston come capitolo 4 (Marston, 2017). Siamo infinitamente grati a Christie Marston e alla famiglia per averci concesso questo onore.

Puoi seguire Dr. Langley su Twitter come @Superherologist, dove è uno dei dieci migliori psicologi più popolari o su Facebook.

Travis Langley. Photo taken by Christie Marston.
Al Wonder Woman Family Museum, che non è un museo di Elizabeth e Olive.
Fonte: Travis Langley. Foto scattata da Christie Marston.

Solutions Collecting From Web of "La "vera storia" di Marston Ménage à Trois di Wonder Woman"