La tua relazione durante la depressione postpartum

ChameleonsEye/Shutterstock
Fonte: ChameleonsEye / Shutterstock

Di Suzanne Barston

Sara, un'insegnante di Atlanta, GA, ha avuto un'immagine idilliaca di come sarebbe stata la paternità: "Ho immaginato mio marito e mi sono raggomitolato a letto alle 10, con nostra figlia che giace felicemente tra noi, tazze di caffè in mano, ridendo sopra qualcosa di adorabile e brillante che ha fatto ", spiega la madre dei due. "Quindi ero incredibilmente impreparato alla realtà, che ero solo io, che camminava per i corridoi con un bimbo urlante e colicissimo alle 2 del mattino, [tutti e due] piangendo incontrollabilmente, mentre mio marito dormiva tranquillamente."

Le cose peggiorarono mentre Sara diventava sempre più depressa e suo marito sembrava ignaro di ciò che stava accadendo. "Non solo affondavo nella depressione postpartum, ma mi sentivo anche più solo di quanto non avessi mai fatto prima", dice Sara. "Era come se fosse completamente controllato. Ho fantasticato sul divorzio, ma ho anche pensato che ero totalmente incapace di prendermi cura di mia figlia da solo, quindi dovevo lasciarli entrambi, il che non era un'opzione ".

L'esperienza di Sara non è rara. La depressione postpartum e altri disturbi dell'ansia e dell'ansia perinatale (PMAD) possono avere un impatto significativo sulle relazioni. Mentre la maggior parte della discussione sui PMAD si concentra sulla madre e sul suo bambino, è importante ricordare che nelle famiglie con due genitori c'è un'altra parte coinvolta: l'altro genitore. Cinque anni dopo che Sara si era ripresa dalla PPD, chiese a suo marito come erano stati quei primi mesi per lui.

"Si scopre che era spaventato fuori di testa", dice. "Aveva questa moglie la cui personalità era completamente cambiata e un bambino di cui non sapeva come prendersi cura, e così ha semplicemente chiuso", diventando indisponibile per aiutare Sara nel momento in cui ne aveva più bisogno. "Ho solo immaginato che avrebbe istintivamente saputo come aiutarmi e si sentì ferito quando non lo fece."

"La depressione è dura per un matrimonio", riconosce Karen Kleiman, MSW, LCSW, fondatrice del Postpartum Stress Center di Rosemont, in Pennsylvania, e autrice del libro Tokens of Affection: Reclaiming Your Marriage After Postum Depression . "I sentimenti sono offesi, i pensieri sono distorti, le intenzioni sono male interpretate, la chiarezza è assente e la gioia non si trova da nessuna parte."

Uno dei passi più importanti per ritrovare l'un l'altro, dice, è capire che le relazioni prosperano in modo direttamente proporzionale alla quantità di attenzione che ricevono.

"Le coppie che si prendono cura del loro matrimonio prendendosi cura l'una dell'altra, provano una maggiore soddisfazione nella loro relazione per un periodo di tempo più lungo", afferma Kleiman. Certo, è incredibilmente difficile dare la giusta attenzione a una relazione quando c'è un nuovo bambino, un sonno limitato e depressione. Kleiman offre questi suggerimenti per aiutarti a connetterti e a prendersi cura gli uni degli altri, anche nelle circostanze più difficili:

Imposta il tono per una migliore comunicazione. Crea uno spazio sicuro per comunicare accettando che nessuno urlerà, reagirà in modo eccessivo o ritirerà. Quindi, riconosci lo stato emotivo del tuo partner. "Prima di esprimere ciò di cui hai bisogno, dì:" So che sei stanco, ma possiamo parlare un minuto? " o "So che odi avere questa conversazione, ma ho bisogno che tu ascolti per qualche minuto" o "So che hai avuto una giornata difficile, ma sono preoccupato per qualcosa". "Questi sono tutti ottimi antipasti, dice Kleiman.

Metti le parole ai tuoi sentimenti : sono triste Sono spaventato. Mi sento solo. Mi manchi. Mi sento risentito. Sono ferito. Queste affermazioni di "Io" aiutano a evitare che il tuo partner si senta incolpato o criticato e ti permetta di entrare in contatto ed esprimere le tue emozioni e necessità.

Esprimere gratitudine. "È importante esprimere gratitudine e riconoscimento per quanto sia impegnativo questo momento, anche quando è difficile da fare", afferma Kleiman. "Alcuni modi per esprimere gratitudine includono: Grazie per la cura. Grazie per essere qui. Grazie per amarmi. Grazie per aver raccolto il gioco quando non posso seguire. Grazie per la comprensione. Grazie per aver cercato di capire. "

Mantieni forte il partner di supporto. Quando un partner è depresso, l'altro può ora dover gestire i compiti domestici, essere il principale caregiver del nuovo bambino e portare più di una giusta quota di responsabilità. Alcuni di questi possono essere inevitabili, ma Kleiman afferma: "è essenziale che il partner non sofferente consideri i propri bisogni emotivi e fisici al fine di fortificare la resilienza e gestire la crisi con forza e una prospettiva sana".

Dice ai partner di supporto di "non sentirsi in colpa per fare scelte intelligenti a favore del proprio benessere mentale, fisico ed emotivo". E raccomanda che questi partner si assicurino che stanno "mangiando bene, riposando il più possibile, uscendo da la casa o l'ufficio per prendere il sole, camminare, allenarsi e respirare. "

Quando sei nel mezzo di qualcosa di così difficile come la depressione postpartum, può essere difficile credere che ne possa derivare qualcosa di buono. Ma se sei in grado di lavorare sulla tua relazione mentre lavori in questo periodo impegnativo, potresti effettivamente rafforzare la tua collaborazione a lungo termine. "Molte coppie riferiscono che la depressione alla fine ha permesso loro di scavare in profondità e lavorare verso una relazione più forte", dice Kleiman. "Si ritrovano a emergere dall'oscurità con un rinnovato senso di intimità e affetto reciproco."

Questa è stata sicuramente l'esperienza di Sara. Dopo essersi ripresa dalla PPD, crede che lei e suo marito siano "molto meglio preparati per le sfide della genitorialità, specialmente quando abbiamo avuto il nostro secondo figlio. Abbiamo imparato a lavorare in squadra e ad avere le spalle a vicenda quando uno di noi sta lottando. Direi che ora siamo più forti che mai. "

Solutions Collecting From Web of "La tua relazione durante la depressione postpartum"