La trappola 'Occupato'

Pixabay
Hai mai usato il telefono sul water?
Fonte: Pixabay

La difesa maniacale è la tendenza, quando viene presentata con pensieri o sentimenti scomodi, a distrarre la mente cosciente o con una raffica di attività o con pensieri o sentimenti opposti.

Un esempio generale della difesa maniacale è la persona che passa tutto il suo tempo a correre da un compito all'altro e chi non è in grado di tollerare anche brevi periodi di inattività. Per questa persona, anche il tempo libero consiste in una serie di attività programmate discrete a cui deve sottomettersi per spuntare da una lista reale o mentale. Basta osservare l'espressione sul suo volto mentre egli attraversa un'altra gita in famiglia, un evento culturale o una routine di esercizio estenuante per rendersi conto che il suo obiettivo nella vita non è tanto vivere nel momento presente quanto abbassare il suo non mai elenco di destinazione. Se gli si chiede come sta, è più probabile che risponda con un sorriso artificiale e una risposta robotica sulla falsariga di: "Bene, grazie, molto impegnato, naturalmente!" In molti casi, non sta affatto bene, ma è confuso, esausto e fondamentalmente infelice.

Altri, più specifici, esempi di difesa maniacale includono il socialite che partecipa a un evento dopo l'altro, il piccolo e dipendente che si accusa di declamare di essere un superuomo, e l'adolescente sessualmente inadeguato che ride "come un maniaco" alla minima intuizione di sesso. È importante distinguere questo tipo di "risate maniacali" dalla risata più matura che nasce dall'improvvisa rivelazione o enfatizzazione degli aspetti ridicoli o assurdi di una persona, di un evento o di una situazione che provocano ansia. Tale risata matura consente a una persona di vedere un problema in un contesto più accurato e meno minaccioso, e quindi di diffondere l'ansia che esso genera. Tutto ciò che è necessario per far ridere una persona è dirgli la verità sotto le spoglie di uno scherzo o di una presa in giro; abbandonare la finzione, tuttavia, e l'effetto è completamente diverso. In breve, le risate possono essere usate per rivelare la verità o – come nel caso della difesa maniacale – per nasconderlo o per bloccarlo.

In effetti, l'essenza della difesa maniacale è di impedire che i sentimenti di impotenza e disperazione entrino nella mente cosciente occupandoli di sentimenti opposti di euforia, attività intenzionale e controllo onnipotente. Questo è senza dubbio il motivo per cui le persone si sentono spinte non solo a segnare, ma anche a celebrare traguardi così deprimenti come entrare nel mondo del lavoro (laurea), invecchiare (compleanni, capodanno) e, più recentemente, morire e morire (Halloween) – ridendo quando dovrebbero piangere e piangere quando dovrebbero ridere. La difesa maniacale può anche assumere forme più sottili, come creare una commozione su qualcosa di banale; riempire ogni "momento libero" con leggere, studiare o chiacchierare al telefono con un amico; passare diversi mesi a prepararsi per Natale o qualche evento civico o sportivo; cercare lo status o la celebrità in modo da essere un "qualcuno" piuttosto che un "nessuno"; entrare in amicizie e relazioni infondate; anche, a volte, sposarsi e avere figli.

Nel romanzo di Virginia Woolf del 1925, la signora Dalloway, uno dei tanti modi in cui Clarissa Dalloway si impedisce di pensare alla sua vita pianificando eventi non necessari e poi preoccupandosi dei loro prerequisiti, "dà sempre le feste per coprire il silenzio". Tutti usano la difesa maniacale, ma alcune persone lo usano a tal punto che trovano difficile affrontare anche brevi periodi di tempo non strutturato come le vacanze, i fine settimana e i viaggi a lunga distanza, che almeno spiegano perché i negozi dell'aeroporto sono così redditizia. Insomma, non è che la persona difesa dal matto sia felice – per niente, anzi – ma che non sa come essere triste e, nel tempo, in pace e in gioco. Come lo scrittore dell'Ottocento Oscar Wilde (Figura 3) ha scritto nel suo saggio The Critic as Artist: Con alcune osservazioni sull'importanza di non fare nulla , 'Non fare nulla è la cosa più difficile del mondo, la più difficile e il più intellettuale. '

La difesa maniacale è particolarmente diffusa nelle società occidentali e occidentalizzate come gli Stati Uniti e il Regno Unito. Uno dei principi centrali della visione del mondo occidentale è che si dovrebbe sempre essere impegnati in una sorta di compito esteriore; al contrario, la maggior parte delle persone che vivono in un paese come il Kenya in Africa non condivide questa idea che è in qualche modo nobile o utile passare tutto il proprio tempo a correre da un'attività all'altra. Quando gli occidentali vanno in Kenya e si comportano come fanno a casa, vengono accolti con scoppi di risa e grida di "Mzungu", che è lo swahili per "occidentale". La traduzione letterale di 'Mzungu' è 'uno che si muove in giro', 'per andare in tondo', o 'per girare in tondo'.

A volte, tuttavia, una situazione di vita può diventare così insoddisfacente o insostenibile che la difesa maniacale non è più sufficiente a bloccare i sentimenti negativi, e la persona non ha altra scelta che passare e adottare la posizione depressiva. In altre parole, una persona adotta la posizione depressiva se il divario tra la sua situazione di vita attuale e la sua situazione di vita ideale diventa così grande che non può più essere ricoperto. I suoi obiettivi sembrano lontanissimi e non è più in grado di prevedere un futuro. Come nel Salmo 41, abyssus abyssum invocat-'hell porta avanti l'inferno 'o, in una traduzione alternativa,' il profondo richiama al profondo '.

Neel Burton è autore di The Meaning of Madness , The Art of Failure: The Anti Self-Help Guide, Hide and Seek: The Psychology of Self-Deception e altri libri.

Trova Neel Burton su Twitter e Facebook

Neel Burton
Fonte: Neel Burton

Solutions Collecting From Web of "La trappola 'Occupato'"