La stagione di nido vuota è arrivata

Va bene addolorare la partenza di tuo figlio, ma goditi anche il sollievo!

Mentre il nuovo anno scolastico inizia in tutta la nazione, un inizio nuovo di zecca è nei lavori per le famiglie di giovani adulti che stanno andando all’università o si trasferiscono da soli mentre l’estate finale della “dipendenza” dai genitori arriva a un fine.

La “sindrome del nido vuoto” è stata una parte dell’esperienza dei genitori per almeno un paio di generazioni, il risultato di un cambiamento culturale avvenuto a causa di un paio di influenze significative. I lavori e le carriere divennero molto più peripatetici di quanto non fossero una volta e l’università divenne un’aspettativa generale per un numero molto più grande di giovani adulti. I genitori non erano più in grado di tenere a lungo i loro figli “giù nella fattoria”.

Relief & Grief: All Rolled into One

Vedere l’ultimo figlio uscire di casa può far sì che i genitori provino un misto di emozioni. C’è spesso un senso di sollievo nel riuscire finalmente a raggiungere l’obiettivo che tutti i genitori dovrebbero sforzarsi di – crescere un bambino che sia realmente capace e disposto a lasciare la propria casa e iniziare a creare un’identità indipendente.

C’è anche un sentimento di lutto, quando i genitori si rendono conto che un’altra fase della loro vita sta finendo e che anche il loro senso di identità cambierà necessariamente. Non solo, ma un caro (anche se occasionalmente esasperante) membro della famiglia ha abbandonato la sfera quotidiana dell’attività familiare.

Il cambiamento è raramente facile e quando un cambiamento rappresenta un ulteriore passo avanti nel processo di invecchiamento, può essere particolarmente doloroso per molti di noi. Se i tuoi figli sono stati l’obiettivo principale del tuo programma giornaliero e le corse settimanali di Costco, non è facile rivedere rapidamente le tue priorità mentali o la normale lista della spesa. Tuttavia, la vita è una serie di transizioni, conclusioni e nuovi inizi. Quando accadono tutti contemporaneamente, però, può essere difficile da digerire.

Sfide del nido vuoto

Quando l’ultimo figlio esce di casa, può esserci molta dissonanza. Può essere sconcertante quando essere una “madre” o un “padre” è una parte enorme della tua identità, ma non ci sono più bambini in casa da “madre” o “padre”.

Mentre non smetti di “essere” un genitore, le circostanze limitano le tue opportunità al genitore “attivo”. (Attenzione: non lasciarti improvvisamente tentare di “genitore” il tuo partner, i tuoi colleghi più giovani al lavoro, ecc. La genitorialità non è una proposizione “tutti i genitori” tutti – e i tuoi tentativi di genitori adulti potrebbero costarti qualche buona volontà da altri.)

Anche il dolore è una risposta naturale. Va bene se hai bisogno di passare un po ‘di tempo seduto nella stanza vuota di tuo figlio e fare una breve discesa lungo la “corsia della memoria“. È normale che manchi tuo figlio, ma non è normale ossessionare la propria assenza o lasciare che il tuo dolore entri nel modo di attività quotidiane. È normale aggrapparsi al “blankie” o alla maglia sportiva preferita di un bambino; non è normale “tenere” quel blankie o la maglia su base regolare!

Una grande sfida del nido vuoto è che spesso è accompagnata da altre transizioni che non sono necessariamente gradite o facili da gestire. Il caregiving per i parenti adulti più anziani ora può essere necessario. Le transizioni di lavoro potrebbero essere imminenti – o abbandonare il lavoro, andare in pensione o iniziare una nuova ricerca di lavoro ora che i “bambini sono cresciuti”.

A volte non è solo l’effetto di una transizione, un bambino che si sposta, può essere l’effetto combinato di più transizioni e perdite contemporaneamente che rende il “nido vuoto” un’esperienza così dolorosa.

Benefici del nido vuoto

I nuovi nesters vuoti non dovrebbero perdere di vista i benefici della loro nuova situazione:

  • C’è un nuovo senso di libertà che gli “adulti” possono godere nella loro casa ora. Mentre la maggior parte degli adolescenti sembra condurre una vita relativamente autonoma, ora puoi veramente smettere di preoccuparti di un sacco di piccole cose che potresti non aver nemmeno capito che ti stavi preoccupando. Lasciando sulla luce del portico, cercando di capire quanti posti mettere al tavolo ogni sera, quali erano i giorni di gioco, chi aveva bisogno dell’auto quando e così via. Non ti devi neanche meravigliare se il cane è stato nutrito – se tu o il tuo partner non vi siete presi cura di questo, almeno sapete per certo che deve ancora essere fatto!
  • Puoi capire i tuoi programmi televisivi preferiti e non preoccuparti di “cancellare” accidentalmente “il DVR” di qualcun altro che non hanno ancora visto.
  • Con tutti i bambini fuori casa, sei in grado di esplorare e riformulare la tua identità personale e il programma. Se i pasti notturni delle scuole erano basati su attività e lezioni, ora puoi scegliere quando e cosa mangiare tutte le sere della settimana. Non dovrai più preoccuparti di chi non mangia patate dolci o di chi non sopporta l’odore del curry.
  • Gli hobby e le attività per il tempo libero non devono essere programmati in base agli impegni relativi ai bambini – e non è necessario chiedersi chi ha preso la lattina fresca di palline da tennis o se il programma del club del libro è in conflitto con le serate di gioco.
  • Se sei sposato, avere la casa per te può portare un senso di libertà sfrenata o di dolore inaspettato. Concentrati sulla gioia che si può avere sapendo che tu e il tuo partner siete liberi di godervi l’intimità senza che un bambino si mostri inaspettatamente.
  • Mentre a volte può essere spiazzante per una coppia rendersi conto che si relazionano tra loro principalmente attraverso i loro figli, è anche un’opportunità per godere di quella sensazione di “novità” e “novità” che le prime relazioni offrono in genere. Conoscere nuovamente il tuo partner può essere sorprendentemente divertente quando lo si considera come un “rinnovamento” di una relazione, anche se a volte sembra di “ricablare” una vecchia relazione.

Amicizie e relazioni sociali

  • Ora puoi creare amicizie basate su connessioni “carpool” e “team parent”. Di fatto, tendiamo ad essere molto più selettivi nelle nostre relazioni sociali nel tempo, quindi ora è una grande opportunità per iniziare a estirpare il mondo degli amici per riflettere più di ciò che serve negli amici piuttosto che concentrarsi sugli amici che commerciano favorisce.
  • Gli amici del cuore, oi tuoi “eletti”, possono essere al centro dell’attenzione invece di spendere la tua limitata energia di relazione su “amici di convenienza”.
  • Ancora più interessante, per alcuni nidificanti vuoti, è la possibilità di conoscere i tuoi figli come “persone” nei loro diritti – puoi iniziare a immaginare le amicizie con i tuoi giovani figli adulti quando prima dovevi ricoprire il ruolo di Disciplinare / Guida / Parte responsabile.

  • Qualcosa di positivo per i bambini
  • Ballare via la demenza
  • Il fattore trascurato che ti aiuta a legare con i tuoi figli
  • Smetti semplicemente di pensare
  • Perché Sports TV è il primo canale di apprendimento
  • 5 modi per i genitori per prevenire fallimenti di ritorno a scuola
  • Le nuove tendenze mostrano "Real Progress" per il Concussion Care
  • Perché i genitori divorziati possono temere segretamente l'estate
  • Grinta e Realizzazione
  • Pathological-Or Logical Pathways?
  • No, il tuo chiropratico non è un assassino
  • Inghiottitoi, case in decomposizione, città fantasma e psicologia
  • Unisciti al tour di Dr.ssa's Caregivers Burnout & Compassion Fatigue Speaking. Sette consigli quando il treno lascia la stazione. Tutti a bordo!
  • Regole di emozione quando c'è depressione
  • Un farmaco per migliorare le prestazioni e la creatività
  • Seven Ways Texting definisce la tua relazione
  • Trovati un mentore per la vita
  • Lo stress e il tuo cuore
  • Spostare la famiglia
  • Tecnologia: virtuale vs vita reale: si sceglie
  • Un nuovo sguardo al classico esperimento della caverna dei ladri
  • Perché non puoi "capire" la tua strada verso la felicità
  • GIOCA LA TUA POSIZIONE
  • Arrivare a Sì ... O No
  • Il pessimismo può esacerbare il rischio per la prima causa di morte
  • Fallo diventare un felice inizio di scuola: i nostri 10 segreti migliori
  • Consigli per la mentalità della crescita: prendi la tua passione e rendila realtà!
  • Due teorie psicologiche da conoscere per una società più civile
  • # MeToo-Changing Brains, Relationships e Power Dynamics
  • Una caloria è una caloria, o è?
  • C'è davvero una crisi da ragazzo?
  • Perché ho fatto una maratona
  • Le dodici caratteristiche psicologiche fondamentali degli olimpionici
  • Questo studio di ricerca ha cambiato il modo in cui pensiamo al successo
  • Quando diventeranno gli Stati Uniti una superpotenza mondiale del calcio?
  • Vende il sesso, e così anche Tiger Woods: la motivazione per avere successo e la motivazione per evitare i fallimenti (parte 2)