La sindrome di Giving Tree

Il mio cliente, Terri * ha un lavoro impegnativo a tempo pieno e gestisce una famiglia che include suo marito e i loro tre figli. In qualche modo riesce a cucire costumi di Halloween, a preparare cupcakes per le celebrazioni di compleanno di classe e a partecipare ai giochi, ai concerti, alle conferenze genitori-insegnanti e agli eventi sportivi dei suoi figli. Almeno una volta è stata anche genitrice di classe per ogni bambino.

Il giorno del Ringraziamento andò con la sua famiglia a guardare la sfilata e tornò a casa per dare gli ultimi ritocchi a cena per venti. "Non è lavoro. Adoro queste celebrazioni ", mi ha detto. Ma dopo aver fatto la pulizia di tutta la casa per una festa di tree-trimming e zabaione, si è fatta coinvolgere in quello che lei ha definito "una stupida discussione" con suo marito e ha schioccato i suoi bambini. "E quello che amo davvero è stare con loro e passare una meravigliosa stagione di festa con loro", disse tristemente.

"Mia madre mi sta sempre dicendo che mi sto logorando. Mio marito dice che sto cercando di fare troppo. Ma di solito mi sento così felice facendo tutti i preparativi per le vacanze. Adoro comprare i regali e confezionarli. Prendo un tale calcio mettendo fuori tutte le decorazioni natalizie e infornando biscotti con i bambini. Amo passare il tempo con la mia famiglia e i miei amici, travestendomi, tutte le cose che vanno insieme alle vacanze. È il mio periodo dell'anno preferito. Non voglio avere discussioni con mio marito e i miei figli. Voglio che sia divertente. "Sospirò e disse," Forse sto solo invecchiando. "E poi scoppiò in lacrime.

Poco dopo questa conversazione stavo frequentando un corso di yoga e l'insegnante ha iniziato a parlare delle vacanze e di quanto possano essere difficili. "Parte del problema", ha detto, "è che stiamo cercando di fare tante cose per gli altri. E questo è buono ", ha aggiunto. "Ma non va bene se dimentichiamo di prenderci cura di noi stessi."

Poi aggiunse: "Il modo migliore per essere gentili con gli altri è prendersi cura di te stesso".

Mentre pensavo a questa idea, mi sono ritrovato a pensare a Terri ea molti dei miei clienti, amici, colleghi e parenti che soffrono di quella che io chiamo la "sindrome dell'albero che dà", cioè la convinzione che essere una persona buona e generosa devi donarti altruisticamente a coloro che ami. L'albero nel libro per bambini "The Giving Tree" dà e dà senza limiti. Non viene mai rifornito da nessun altro e non si prende cura di se stesso, quindi alla fine viene esaurito. La morale della storia (anche se non quella implicita nel libro) è che se dai troppo, alla fine non hai più niente – per te stesso o per chiunque altro.

Terri ottiene un grande piacere dal dare agli altri. È un'anima generosa con uno spirito adorabile e generoso. Ma lei e tutti noi che amiamo donare agli altri (e che sanno che questo piacere in sé stesso ci riempie in molti modi) può dimenticare che c'è un limite alla nostra energia. Faremmo tutti bene a ricordare la regola della compagnia aerea di "indossare la propria maschera di ossigeno prima di aiutare gli altri con la loro".

Anche se tutti abbiamo ascoltato quella frase così spesso che a malapena ci accorgiamo ancora di più (tranne che per fare battute su di esso), è un ottimo mantra per la vita. Se proviamo a prenderci cura di qualcun altro senza prenderci cura di noi stessi, possiamo diventare troppo impoveriti – di ossigeno, energia o risorse interne – per aiutarli. Questo naturalmente non significa che dovremmo letteralmente o simbolicamente indossare la nostra maschera, consumare tutto l'ossigeno e ignorare tutti gli altri; ma per dare agli altri, dobbiamo disporre di risorse interne sufficienti per dare loro ciò di cui hanno bisogno.

L'autrice e guida spirituale Pema Chodron parla dell'importanza di avere compassione per noi stessi per provare compassione per gli altri. Ma lei chiarisce che per la sua compassione comporta un riconoscimento onesto e aperto delle nostre debolezze e dei nostri fallimenti, dei nostri difetti e dei nostri punti di forza. Questo tipo di autoaccettazione consente di accettare anche i limiti degli altri.

Tuttavia, non è sempre facile capire come prendersi cura di noi stessi. Quando ho portato questa idea a un altro cliente che lotta ogni anno durante le vacanze, ha detto, "ma i miei figli attendono tutte le attività. Non posso deluderli. "

La risposta di Terri era diversa. Il problema per lei non era tanto che i suoi figli sarebbero rimasti delusi. "È un momento divertente dell'anno per loro, qualunque cosa! Sarebbero altrettanto felici con meno decorazioni e meno cottura, "mi ha detto. Il problema era che le attività erano divertenti per lei !! Non voleva rinunciare a nulla. Per lei, quindi, una lotta era quella di scegliere di non fare alcune delle cose che amava, al fine di godersi meglio alcuni degli altri.

In ogni caso, nessuna delle due donne aveva il tempo di fare tutto ciò che voleva o pensava che avrebbe dovuto fare e di ricostituire l'energia che stava spendendo, non solo in vacanza, ma per tutto l'anno.

Se ti senti sopraffatto dai compiti e dalle attività sulla tua "lista delle cose da fare", anche quelli che conosci ti procureranno gioia, potresti anche soffrire della sindrome dell'albero donatore. Un modo per saperlo con certezza: se non sei in grado di goderti le attività che ami, o se ti senti così stanco che non ti diverti e non ti diverti, sei probabilmente soffre di dare tree-itis!

Ecco alcune idee su come evitare questo problema. Dopo tutto, a che cosa serve a tutti se sei troppo stanco, irritabile o sopraffatto per goderti le attività che hai lavorato così duramente per pianificare?

1. Dormi abbastanza. Questo può sembrare ovvio, ma non è sempre facile da praticare. Quando siamo più eccitati e / o ansiosi, spesso abbiamo problemi a dormire. Uno dei problemi di Terri era che poteva cavarsela senza dormire molto. Quindi è stata una delle aree che sono state tagliate indietro quando lei stava confezionando regali e pulendo la casa – cose che aveva bisogno di fare quando i bambini non erano in giro. Era, tuttavia, una delle ragioni della sua irritabilità. Il sonno aiuta a ristabilire il nostro equilibrio fisico e psicologico, quindi quando non ne abbiamo abbastanza, diventiamo di cattivo umore – e in generale la nostra funzione è più scarsa. Quindi smetti le tue attività, fai un bagno caldo o una doccia calda, e ti metti a letto in modo tempestivo. E fai tutto il necessario per rilassarti quanto basta per addormentarti dolcemente – leggi, ascolta la musica, bevi una tazza di tisana o un latte caldo. E parlando di docce e bagni …

2. Mantenere l'igiene personale. Non solo bagni e docce, ma trovare il tempo per assicurarti che i tuoi vestiti siano puliti e ordinati, i tuoi capelli lavati e rifiniti possono fare una grande differenza nel tuo benessere mentale ed emotivo. Un viaggio nel salone di bellezza può sembrare un disprezzo scandalosamente egocentrico di tempo e denaro, ma se riesci a gestirlo, può valerne la pena! (Pensa a quel massaggio alla testa che ottieni mentre i tuoi capelli vengono lavati!)

3. Mangia bene. Quando sei impegnato a dare, non è una buona idea iniziare una dieta, perché molto probabilmente finirai per sentirti privato e infelice – e molto probabilmente finirai per abbuffarti su tutte le cose che hai evitato! D'altra parte indulgere in eccesso di alcol e dolci può rovinare la tua salute mentale così come il tuo corpo! Vacci piano con entrambi, ma non privarti totalmente. Cerca di fare scelte sagge. Alcune delle piccole caramelle che l'addetto alla reception della tua azienda tiene sulla sua scrivania non ti farà male! Ma se non ti piacciono, non ti daranno alcun piacere. Quindi prova a trovare qualche altro trattamento che ti possa piacere – porta con te i tuoi biscotti preferiti per lavorare, o scivoli fuori e compra una deliziosa caramella dalla tua gastronomia o drogheria locale e mangiala invece!

4. Se i soldi sono stretti e devi ancora regalare un regalo a qualcuno – per un matrimonio, un compleanno, una vacanza o qualcos'altro – ricorda che anche il tuo tempo e le tue energie sono preziosi. Vedi se riesci a trovare alcuni modi per combinare i regali o renderli più personalmente efficienti dal punto di vista energetico! E ricorda che il pensiero conta davvero – a volte un regalo economico ma premuroso può essere più significativo anche di qualcosa che fai!

5. Esercizio! Questo non significa iniziare l'allenamento per una maratona! Adoro i misteri (vedi n. 6) e ottengo molte delle mie idee più utili da loro. Ho sempre amato il modo in cui Goldie, l'eroina di una serie molto leggera di Diana Mott Davidson, esercizi. Ne fa tre o quattro – sei se si sente particolarmente energica – saluti al sole e chiama un giorno! Questo è tutto. Anche se ti pieghi verso le dita dei piedi (non importa se non puoi toccarle) e rotoli lentamente in posizione eretta, stai facendo un po 'di esercizio. E d'altra parte, non esagerare. Se sei già un grande attrezzo, forse puoi ridurre un po 'qua e là. Ma non fermarti del tutto! L'esercizio ti aiuta a respirare e la respirazione è buona!

6. Fai qualcosa di piacevole per te stesso. Non deve costare denaro. Fai un bagno di bolle. Guarda un programma stupido in tv o qualcosa di stupido su YouTube. Vai al film (o per una passeggiata o un disco per vedere le decorazioni natalizie) con il tuo partner !! O abbandonare e leggere qualcosa di non migliorativo e totalmente divertente! Non sono un grande appassionato di cinema o televisione, ma sfuggo leggendo stupidi misteri, che ottengo dalla biblioteca (ho letto troppi per comprarli).

7. E infine, ricorda che devi fare delle scelte. Semplicemente non puoi fare tutto! Potresti dover rinunciare a una cosa che ami per avere l'energia per fare qualcos'altro che ami pure!

Come sempre, per favore fatemi sapere di tutte le soluzioni che avete trovato che funzionano!

* i nomi e le informazioni identificative sono cambiati

Solutions Collecting From Web of "La sindrome di Giving Tree"