La sensazione è ovunque: in effetti, è una verità scomoda

"La scienza della coscienza ha detronizzato l'umanità dalla semplicistica piramide su cui abbiamo finora basato le nostre azioni, e ha aperto un nuovo modo di vedere e impegnarsi con la vita intorno a noi".

Inizia così un articolo molto interessante ed importante pubblicato su The Wire di Arita Joshi intitolato "Studies in Sentience Tell Us Ours è un mondo di molti centri." Il pezzo della signora Joshi è disponibile online e, secondo me, dovrebbe essere richiesto per la lettura di persone volere saperne di più sulla sensibilità animale e su ciò che significa per come dovremmo interagire con altri animali. Spero che otterrà un vasto pubblico globale. Ecco alcuni frammenti per stuzzicare l'appetito.

Mio nipote di sette anni è in cerca di un fiore nel mio giardino, pensoso, saggiamente, così da non ferire troppi di loro. Mentre lo fa, scorge un piccolo lombrico che deve essere morto in una calda giornata. Mi guarda e mi chiede: "Perché stiamo solo spennando fiori per Bruno? Perché nessuno gli prende fiori? "È una domanda retorica mentre si muove con decisione indietro e mette un geranio magenta sul suo corpo avvizzito di calore. Sembra soddisfatto di questa azione e poi si gira verso di me, sorride dolcemente per dire che è pronto. [Bruno era il compagno spaniel della signora Joshi di tredici anni.]

Dopo aver scritto alcune cose sulla morte di Bruno e sul processo di lutto e consolazione, la signora Joshi scrive: "Parte del processo di lutto e consolazione è un memoriale, uno spazio in cui cerchiamo di ricordare come il mondo è stato reso più ricco attraverso la presenza di una persona nelle nostre vite. Mi chiedo, come mio nipote, dove viene disegnata la linea nella sabbia. Come si misura chi è dotato della dignità del ricordo? "Che domanda incredibilmente importante.

I ricercatori e altri hanno riflettuto e continuano a riflettere sulla natura del dolore animale. In effetti, il disegno a tratteggio si è rivelato un'attività rischiosa mentre apprendevamo sempre di più sulle vite cognitive, emotive e morali di altri animali. La ricerca comparativa mostra quante persone hanno cancellato altri animali per non essere in grado di fare questo o quello, o di sentire questo o quello, solo per essere smentiti da solidi dati empirici. Per quanto riguarda il lutto, è chiaro che molti altri animali soffrono e non siamo soli in questa arena di sentimenti (per ulteriori informazioni su questo argomento, vedere la nota 1).

Per quanto riguarda l'ossessione di Bruno per il pane tostato, l'antipatia per le pozzanghere e il presunto rifiuto di essere addestrato, la signora Joshi continua a scrivere: "I tentativi sono stati fatti da un addestratore professionista di cani poliziotto, che nella disperazione ha tirato fuori i capelli e dichiarato" imprevedibile " anche se in seguito scoprimmo che Bruno capiva perfettamente tutti i comandi a suo piacimento. Questi non erano attributi antropomorfici. Queste erano esperienze molto reali di vivere con un cane urbanizzato e chiaramente tutti gli spaniel non mostrano esattamente queste stranezze simili. "Ancora una volta, la ricerca ha dimostrato che molti altri animali sono pienamente consapevoli di ciò che sta accadendo intorno a loro e, nel caso dei nostri compagni, sanno perfettamente cosa si aspetta da loro. A volte, semplicemente non si preoccupano e abbiamo torto a supporre che siano "stupidi" o "irraggiungibili".

La scienza sta lentamente recuperando quello che molte persone già conoscono

La signora Joshi continua a scrivere su alcune delle sue esperienze e note, "Avevo salvato e vissuto con gli animali per un lungo periodo quando ho iniziato a imbattermi in queste asserzioni della scienza. Dall'innalzare farfalle color arcobaleno al traffico di uccelli sbalorditi e rotti nella mia stanza dell'ostello, avevo conosciuto per esperienza ciò che la scienza stava finalmente dimostrando ".

Su questa linea, la signora Joshi scrive: "In un'intervista del 2016, Robin Wall Kimmerer, professore di biologia ambientale e forestale e autore di Gathering Moss, ha dichiarato:" Non riesco a pensare a un singolo studio scientifico negli ultimi decenni questo ha dimostrato che le piante o gli animali sono più stupidi di quanto pensiamo. È sempre il contrario, giusto? Ciò che stiamo rivelando è il fatto che hanno capacità straordinarie, che sono così diverse dalle nostre (…), infatti, stanno percependo il loro ambiente, rispondendo al loro ambiente in modi incredibilmente sofisticati. (…) siamo ai margini di una meravigliosa rivoluzione nel comprendere veramente la senzienza degli altri esseri. "[Ms. Il saggio di Kimmerer si chiama "L'intelligenza in tutti i tipi di vita".]

Quando scrivo saggi e libri tengo a mente se gli studi scientifici supportano o confutano ciò che così tante persone "già conoscono". Ci sono molti più controlli nella colonna "supporto". Per essere sicuri, la ricerca scientifica comparativa ha messo a punto la base di conoscenze e fornito molti nuovi dettagli, ma gran parte di ciò che sembra essere conoscenza comune e buon senso è sopravvissuta a un'attenta ricerca comparativa.

Il divario di traduzione delle conoscenze

Per quanto riguarda ciò che sappiamo sulle menti e le capacità cognitive ed emotive di altri animali, rimane un problema. Come Jessica Pierce ed io segnaliamo nell'Agenda degli animali: libertà, compassione e convivenza nell'era umana, il grosso problema è l'incapacità degli scienziati e di altri di usare ciò che già conosciamo per conto di altri animali. Chiamiamo questo il gap di traduzione della conoscenza, e si riferisce specificamente alla pratica di ignorare tonnellate di scienza che mostrano che altri animali sono esseri senzienti e che vanno avanti e causano danni intenzionali nelle arene orientate all'uomo. Su larga scala, significa che ciò che ora sappiamo della cognizione e dell'emozione animale non è stato ancora tradotto in un'evoluzione negli atteggiamenti e nelle pratiche umane. Un grande esempio del divario di traduzione delle conoscenze si trova nel testo della legge federale sul benessere degli animali, che esclude esplicitamente ratti e topi dal regno Animalia (anche se un primo selezionatore sa che ratti e topi sono animali). Nel gergo post-elettorale, potremmo anche chiamare l'AWA come un "fatto alternativo". (Per ulteriori informazioni sull'idiozia della errata classificazione dell'AWA di ratti, topi e altri animali, vedere "La legge sul benessere degli animali afferma che ratti e topi sono Not Animals, "e per ulteriori discussioni sulla lacuna della traduzione delle conoscenze si prega di vedere" Gli animali hanno bisogno di più libertà e chiaramente ci fanno sapere che è così ").

La sensazione è diventata una verità scomoda: non siamo soli nella comunità degli esseri senzienti

Dopo aver mostrato come non siamo soli nell'arena senziente, la signora Joshi scrive, "In questo scenario, la sensibilità è un'ulteriore verità scomoda per i molti che si stanno scontrando con l'attuale spirito del tempo. Allontana le tende dalla profonda desensibilizzazione, dall'altra, che riduce sia la natura che l'umanità a una passività pericolosamente debilitante e ci spinge a riconsiderare i risultati delle nostre azioni ".

La signora Joshi conclude: "Come dice Galileo di Brecht, permette alla nostra immaginazione di aprirsi a un mondo di 'innumerevoli centri', uno in cui 'c'è molto spazio' per coesistere e crescere".

La signora Joshi ha ragione sul marchio. La sensazione è intorno a noi e non siamo soli nella comunità di esseri senzienti. Dobbiamo smettere di fingere di essere gli unici abitanti di questa arena che conferisce protezione agli esseri umani da ogni sorta di abuso specioso perché ci posizioniamo convenientemente sulla cima di una piramide mitica. (Per ulteriori discussioni, vedi "Menti animali e la vulnerabilità dell'eccezionalismo umano", "Una dichiarazione universale sulla sensibilità animale: nessun pretesto", "La carta per la compassione animale per non umani e umani", e saggi e commenti su Animal Sentience : Un giornale interdisciplinare sul sentimento animale.)

E, citando il famoso poeta, Mary Oliver, "scrive la signora Joshi," Mary Oliver, nel poema Her Grave , scrive: "Un cane non può mai dirti quello che sa dagli odori del mondo, ma sai, guardando lei, che non sai quasi nulla. " Una cultura di umiltà e rispetto, di timore e compassione per le innumerevoli forme di senzienza, non farebbe che arricchire, non impoverire, la nostra umanità. "

Che potente conclusione a un saggio molto speciale. Chiaramente, mi piace molto questo pezzo e l'ho riletto un numero di volte. Sono sicuro che tornerò su di esso ancora e ancora. La vita di ogni singolo individuo conta. Come ho scritto sopra, spero che riceva un vasto pubblico globale.

Gli animali non umani e gli esseri umani emarginati hanno bisogno di tutto l'aiuto che possono ottenere. Questo saggio potrebbe fare molto per livellare il campo di gioco e aggiungere più compassione ed empatia a un mondo che ha disperatamente bisogno di coesistenza pacifica, rispetto e amore per gli altri.

1 "dolore negli animali: è arrogante pensare che siamo gli unici animali che piangono", "dolore, lutto e animali dal cuore spezzato", "animali in lutto: dire addio agli amici e alla famiglia" e "come gli animali si lamentano dicendo: Addio a parenti e amici "in cui discuto il libro di Dr. Barbara King intitolato How Animals Grieve.

Gli ultimi libri di Marc Bekoff sono Jasper's Story: Saving Moon Bears (con Jill Robinson); Ignorando la natura non di più: il caso di conservazione compassionevole ; Perché i cani e le api si deprimono: l'affascinante scienza dell'intelligenza, delle emozioni, dell'amicizia e della conservazione degli animali ; Rinnegare i nostri cuori: costruire percorsi di compassione e convivenza ; The Jane Effect: Celebrando Jane Goodall (edita con Dale Peterson); e The Animals 'Agenda: libertà, compassione e convivenza nell'era umana (con Jessica Pierce). Canine Confidential: Perché i cani fanno ciò che fanno saranno pubblicati all'inizio del 2018. Per saperne di più su marcbekoff.com.

Solutions Collecting From Web of "La sensazione è ovunque: in effetti, è una verità scomoda"