La ricreazione elettronica è così dannosa?

Flickinger CC

I genitori sono incoraggiati ad avere i nostri bambini a guardare meno la TV, mandare meno messaggi e interagire di persona di più, e giocare con meno videogiochi.

Mi piacerebbe offrire una visione dissenziente.

Meno TV?

Le argomentazioni contro il guardare la televisione: è sconvolgente, sedentaria e sottopone i bambini alla violenza gratuita.

Numbing ? La TV, in rete, è più stimolante di quanto non siano le interazioni di persona, specialmente quelle che la maggior parte dei bambini farebbe se non guardassero la TV, ad esempio giocando a Candyland, tormentando la mamma che è annoiato o persino leggendo un libro. La nostra visione esaltata della lettura dei libri implica un apprendimento duraturo. Ma quanto spesso, anche da adulti, leggiamo due pagine e ricordiamo poco di ciò che abbiamo appena letto? Quante volte abbiamo letto un intero how-book e un anno dopo, ricordiamo solo alcuni dei suoi punti.

C'è motivo di credere che la TV sia uno strumento di apprendimento migliore rispetto alla maggior parte delle interazioni dal vivo dei bambini, che spesso consistono in risatine e combattimenti. E a differenza di un libro, la TV presenta contenuti visivamente e auditoramente, spesso in un contesto più coinvolgente di quello che succede nel loro appartamento o quartiere, per esempio, in altre terre e animali selvatici, persino in altri pianeti.

Ricorda anche che il livello linguistico e le lezioni sui valori anche nelle sitcom, per non parlare degli spettacoli televisivi acclamati dalla critica, sono generalmente più alti che nelle famiglie di molte persone, figuriamoci tra gli amici che molti bambini tengono. Sentiamo inesorabilmente un divario di 30 milioni di parole tra bambini ricchi e poveri. Questa è in gran parte una funzione dei genitori e dei vicini che non sono tanto competenti dal punto di vista linguistico quanto i dialoghi sitcom. Personalmente, sono figlio di nuovi immigrati che non parlano praticamente inglese. e sono cresciuto in un palazzo del Bronx. Ho imparato a parlare e persino a leggere principalmente guardando la TV.

Sedentario La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che le persone, compresi i bambini, hanno bisogno solo di un'ora al giorno di esercizio fisico. Ciò lascia un sacco di tempo per il tempo sullo schermo. Inoltre, gli studi sugli adulti suggeriscono che le persone dovrebbero alzarsi dalla sedia per cinque minuti all'ora. I genitori dovrebbero incoraggiare i loro figli a farlo. Quelli dovrebbero mitigare gran parte della preoccupazione che la TV sia sedentaria.

Violenza gratuita . Ovviamente, gli spettacoli che sono per lo più violenze gratuite non possono essere difesi, ma i genitori possono facilmente bloccarli utilizzando il V-chip integrato in tutti i televisori dal 2000. e / o i controlli dei genitori offerti dalla maggior parte delle compagnie via cavo.

Occasionalmente, guardare una TV violenta è molto improbabile che provochi un bambino più violento. Ad esempio, uno studio del 2014 ha rilevato che ci sono volute due ore o più di visione quotidiana della TV principalmente violenta per spiegare meno del 3% della varianza nei comportamenti legati alla violenza. In altre parole, anche tra gli incalliti osservatori della TV violenta, oltre il 97% è causato da altri fattori. "E quello era solo uno studio correlazionale. Come una recensione del New York Times della letteratura affermava: "Quello che manca sono gli studi sul fatto che guardare i media violenti porti direttamente a commettere violenze estreme".

Valori bassi. Pensa a cosa avrebbe fatto il bambino se non stesse guardando la TV. È probabile che tali attività producano valori migliori di quelli ritratti in molti se non nella maggior parte degli spettacoli televisivi di oggi? Ad esempio, questa recensione di Huffington Post delle sitcom moderne mette in risalto il trattamento rispettoso delle priorità di The Other.

Nessuno dei precedenti argomenta per guardare la televisione di sei ore al giorno, ma sostiene che ci chiediamo se i genitori e gli educatori stanno concentrando troppa attenzione sul "problema" della TV quando ci sono problemi seri e indiscutibili che meritano più attenzione Ad esempio, la diminuzione dell'istruzione differenziata per gli studenti sopra la media nell'era odierna di concentrarsi su "il minimo tra noi", che alimenta così tanti fondi e politiche educative, ad esempio, No Child Left Behind. Ciò fa sì che decine di milioni di studenti si siedano, si siedono, soffocati per ore ogni giorno, per più di un decennio.

Meno comunicazione elettronica?

Da quando il telefono è stato inventato, i genitori si sono lamentati del fatto che troppa interazione è elettronica piuttosto che di persona. Ma non si può ragionevolmente affermare che comunicare via e-mail e testo sia un aspetto negativo netto rispetto alla comunicazione di persona. Inoltre, c'è un vantaggio per gli scambi di persona, ma anche per la comunicazione via e-mail o testo, gli stessi vantaggi che scrittura di lettere vecchio stile, in particolare l'opportunità di pensare a quello che vuoi dire piuttosto che dirlo non appena ti viene in mente. E chi potrebbe obiettare contro i bambini che hanno bisogno di scrivere di più? Come si suol dire, il modo migliore per migliorare in qualcosa è di fare di più, soprattutto perché ricevi feedback da e-mail e scrittura di testo: se la tua scrittura non è chiara o maleducata, è più probabile che tu ne parli che se l'hai detto verbalmente, nel qual caso le tue parole svaniscono immediatamente nell'etere.

Ma che dire dei social media come Facebook? Dopotutto, un bambino malvagio potrebbe pubblicare parole e immagini non plausibili su una persona al che finirebbe per essere visto da cinque, dieci, cento persone. (È straordinariamente improbabile che diventi virale e possa essere visto più del video di Gangnam Style.) Sì, scuole e genitori – come parte della campagna antibullismo / ostracismo appropriata ora in prima fila nelle scuole – dovrebbero cercare di aiutare i bambini diventare più illuminati sul distacco, ad esempio, riconoscendo il bene potenziale e il danno che possono causare i post di un'altra persona. Ma limitare l'uso degli strumenti di comunicazione scritta di oggi non è più ragionevole dei genitori delle generazioni precedenti che scoraggiano i bambini dallo scrivere lettere.

Meno tempo nei videogiochi?

Se ascolti gli attivisti del gioco anti-video, penseresti che la maggior parte del tempo di videogiochi è stato speso a ridere del cattivo ragazzo in Grand Theft Auto uccidendo le prostitute. Uno sguardo spassionato a ciò che accade quando i bambini giocano ai videogiochi produce un'immagine diversa. Così fanno i dati. Una revisione della letteratura di Elizabeth Granic e altri nel giornale principale dell'American Psychological Association, American Psychologist, ha rilevato che anche i giochi violenti hanno prodotto benefici cognitivi e psicosociali. E la maggior parte dei giochi è meno discutibile, anzi molti sono prevalentemente educativi e pro-sociali.

Naturalmente, la più grande obiezione ai videogiochi è che attirano i bambini verso la violenza, rendendoli più propensi a essere violenti. Non solo i dati sono equivoci ma, poiché è così difficile affermare in che modo i videogiochi casuali vengono confrontati con altri fattori, è necessario fare molto affidamento sulla logica. E logicamente, un bambino sembra più incline a ottenere la violenza dal proprio sistema giocando a un videogame piuttosto che essere spronato ad attaccare una persona reale perché ha fatto saltare in aria alcuni pixel in un videogioco.

Inoltre, non dimentichiamo che c'è un valore nel divertimento: i bambini passano tutto il giorno a scuola e dopo la scuola a fare i compiti. Non meritano un discreto grado di discrezione in quello che fanno dopo? Non lo vuoi per te? Naturalmente, i genitori dovrebbero avere voce in capitolo, forse anche un dispositivo, su quali giochi giocare.

La grande immagine

Che si tratti di TV, smart phone o videogiochi, se davvero celebriamo la diversità, non dovremmo accettare che alcune persone siano semplicemente più introverse di altre e che non dovremmo cercare di inserirle forzatamente in una modalità standard di ricreazione? È vero, costringere gli introversi a trascorrere più tempo dopo la scuola con i coetanei potrebbe migliorare le loro abilità sociali ma, come possono testimoniare tanti bambini impopolari, potrebbe anche rafforzare il loro sentirsi male.

In altri contesti, esortiamo insegnanti, genitori e capi, a basarsi sui punti di forza e le preferenze delle persone, senza accentuare le debolezze. Dopo la scuola, e dopo aver fatto i compiti, se un bambino (o un adulto) sceglie di trascorrere del tempo discrezionale guardando la TV, sul proprio smartphone o giocando ai videogiochi, questa preferenza non dovrebbe essere onorata come quella di un bambino che vuole spendere molti di tempo leggendo un libro o uscendo con gli amici? Non vorresti che quella libertà scegliesse?

A volte, i bambini sanno quando stanno meglio stare soli. Quando maturano e si sentono pronti, possono, da soli, raggiungere di più. Ma come per la formazione del bagno, forzare la questione può fare più male che bene.

Il punto più grande è che denigrare la ricreazione elettronica, anche se un bambino trascorre alcune ore al giorno, potrebbe non essere un argomento che vale la pena di combattere. Dobbiamo scegliere le nostre battaglie.

La biografia di Marty Nemko è su Wikipedia.

Solutions Collecting From Web of "La ricreazione elettronica è così dannosa?"