La ragione sbagliata per restare sposati

shutterstock
Fonte: shutterstock

L'istituzione del matrimonio dovrebbe arricchire le nostre vite. Certamente potremmo essere d'accordo sul fatto che lo scopo del matrimonio dovrebbe essere quello di migliorare la nostra vita e promuovere il nostro senso di significato, scopo e gratificazione. Eppure questa aspettativa incontra un incredibile tasso di delusione, se non addirittura un fallimento. Ironia della sorte, il matrimonio diventa spesso la giustificazione per l'infelicità della gente.

Il fatto che più del 50% dei matrimoni finisca con il divorzio è in realtà il problema minore. La maggiore difficoltà sta nel fatto che la maggior parte dei matrimoni intatti è tutt'altro che gioiosa. E molte persone purtroppo vivono le loro vite in quel modo.

Rimanere nel malcontento e nella letargia di un matrimonio infelice, offuscato dall'assenza di una visione più fiduciosa, può essere decisamente deprimente. Eppure, così tante persone si rassegnano a tali vite.

Molte persone in queste relazioni si limitano a rinunciare e non lavorano per migliorare le loro relazioni. Rimangono bloccati nella loro infelicità a causa delle loro paure. Il divorzio, sebbene tumultuoso e potenzialmente cicatrizzante, offre almeno la possibilità di giorni migliori. Non sto promuovendo il divorzio, ma suggerisco che facciamo ogni cosa in nostro potere per risvegliare le nostre relazioni e vivere in modo più significativo. Diamo un'occhiata più approfondita a questo dilemma.

Il fattore paura

La paura è il più grande ostacolo alla crescita nelle nostre vite. Molto spesso, le persone hanno letteralmente paura di condividere i loro veri sentimenti con i loro partner. Diventano silenziosi e arrabbiati piuttosto che esporre i loro sentimenti più vulnerabili. La paura può andare di pari passo: la paura del divorzio e le sue ansie incombenti o semplicemente l'evitare di venire a patti con una relazione che può mancare di intimità, passione o rispetto. Un'altra paura commovente può essere semplicemente l'ansia di essere soli e ricominciare la vita.

Quando rimani sposato per paura, la paralisi emotiva che pervade avvelena ulteriormente la relazione. Stare insieme per rassegnazione – a causa della paura – si traduce in un enigmatico dilemma. Queste persone non considerano il divorzio, eppure sono convinti che il loro matrimonio non migliorerà, quindi non lavorano sulla relazione. Questo è il peggiore di tutti gli scenari possibili.

Se ti trovi in ​​questo posto, è essenziale che affronti le tue paure. La paura del divorzio elimina paradossalmente ogni possibilità di miglioramento della relazione. Produce uno stato di inerzia, e la conseguente stagnazione e frustrazione rendono i matrimoni mediocri ancora peggiori. Si imprigionano.

Se riusciamo a superare le paure legate alla separazione, allora stiamo scegliendo di rimanere nel matrimonio non dalla paura ma dalla scelta. Questo movimento inizia ad alleggerire lo stato cronico di infelicità e può iniziare una vera terapia coniugale. In altre parole, elaborare la paura del divorzio non è necessariamente allo scopo di divorziare; è a scopo di chiarezza: mi sposo per motivi sbagliati?

La paura filtra le nostre percezioni e partecipa alla costruzione della nostra realtà. I modi in cui vedi il tuo partner sono molto informati dalle tue emozioni, in particolare dalla rabbia. Questa rabbia può essere sorta in parte perché ti senti impantanato in una relazione senza speranza.

Scollarsi ti permette di creare una relazione più sana o di andare avanti. Qualsiasi scelta può essere preferibile a rimanere infelice senza un barlume di speranza. La paura non dovrebbe essere un fattore nella tua scelta. In definitiva, la domanda è quanta felicità senti di meritare. Non è egoistico meritare la felicità. In effetti, rinunciare alla propria soddisfazione diventa un modello di sacrificio insalubre per i propri figli – che probabilmente soffrirà nella propria autostima avendo genitori che hanno tradito la propria realizzazione.

Per il bene dei bambini

Un tema prevalente relativo alla paura del divorzio è che l'atto di divorzio, di per sé, danneggerà i bambini. Le persone ricercano più studi per confermare questa preoccupazione. In ogni caso, un tale sconvolgimento nella vita dei nostri figli non dovrebbe essere preso alla leggera. Il divorzio deve essere ben considerato, e la navigazione dei bambini attraverso questo processo dovrebbe essere intrapresa con intuizione, riflessione ed empatia.

Tuttavia, pochissime persone considerano le conseguenze dei bambini che crescono in case infelici ma intatte, in quanto sono testimoni di relazioni parentali conflittuali, non amorevoli e non collaborative. I bambini tendono a modellare ciò che vedono nelle relazioni dei loro genitori. Certamente, come genitori vogliamo di meglio per i nostri figli. Tuttavia, la probabilità è che tali bambini si inclinino verso matrimoni simili. Peggio ancora, molti genitori sostengono che i loro figli non sanno che c'è qualcosa di sbagliato nel matrimonio. L'ironia è che normalizzeranno quindi quello che potrebbe essere un matrimonio mediocre, deludente o conflittuale. Almeno i bambini dovrebbero sapere che il matrimonio sta davvero venendo meno al marchio. In questo modo, possono notare il fallimento e mirare più in alto da soli quando raggiungono la maggiore età.

Un retaggio di infelicità

È questa l'eredità che vogliamo per i nostri figli? Per essere i migliori possiamo essere come genitori, abbiamo bisogno di modellare un livello di autenticità nelle nostre vite. Uno in cui affrontiamo le nostre sfide e le nostre lotte e non soccombiamo alla paura. Non è quello che vorremmo per loro? Se scegli di sposarti, impegnarsi nel processo e modellare tale impegno per i tuoi figli. Se il tuo matrimonio preclude l'opportunità di felicità, abbi il coraggio di affrontare le tue paure. Non affermiamo che stiamo proteggendo i nostri figli esponendoli a relazioni malsane. Dobbiamo affrontare le nostre paure, abbracciarle e scegliere di rimanere sposati da un luogo sano di crescita e speranza, senza soccombere alla privazione di una vita senza gioia.

Mel Schwartz LCSW è psicoterapeuta, consulente matrimoniale e autrice. Si esercita a Westport CT, a Manhattan e su Skype.

  • Il prossimo libro di Mel è The Possibility Principle: Come la fisica quantistica può migliorare il modo in cui pensi, vivi e ami settembre 2017 (Sembra vero).
  • Ottieni una copia Ebook gratuita di Mel's The Art of Intimacy, The Pleasure of Passion.
  • Melschwartz.com

Solutions Collecting From Web of "La ragione sbagliata per restare sposati"