La psicoterapia ha un problema di immagine, parte II

Perché turchese?

Nella prima parte abbiamo esaminato un problema (di più) di fronte al campo della psicoterapia: la nostra immagine pubblica. I clienti si sentono ancora vergognosi nell'ammettere di frequentare la terapia, la nostra ricerca sull'efficacia non è ben nota, la nostra rappresentazione nei media non è favorevole, molti pensano che siamo un lusso per la classe media e alta, e ci manca una campagna promozionale unificata.

Sembra piuttosto triste per un milione di terapeuti negli Stati Uniti e per le loro decine di milioni di clienti. Prima che i fautori della terapia affrontino temi caldi come l'impatto di Obamacare, il controverso DSM-5 e l'interazione tra terapia e farmaci, la terapia deve sembrare un'opzione praticabile. Se la terapia sembra spaventosa, ignorante, sciocca o auto-indulgente, non avremo il lusso di discutere le minuzie diagnostiche.

Cosa possiamo fare a riguardo?

Testimonianza: se le persone uscivano dalle ombre della terapia e hanno parlato della loro esperienza nella terapia con amici e familiari, la terapia potrebbe acquisire maggiore credibilità. È facile discutere di ampi proclami filosofici contro la terapia, ma è difficile contestare un amico che ha personalmente sperimentato la crescita attraverso il processo. La terapia ha salvato innumerevoli vite, per esempio, e non tutti lo sanno. Il dialogo avvantaggia entrambe le parti, quindi mettiamo da parte lo stigma e iniziamo a parlare di terapia.

Traduzione: Dobbiamo comunicare la ricerca sull'efficacia in un linguaggio che le persone possano capire. In sostanza, la terapia ha bisogno di una campagna di pubbliche relazioni migliore. Le analisi condotte da riviste accademiche e luoghi come i Consumer Reports hanno scoperto che la terapia va a beneficio dei destinatari e in molti casi le modifiche durano più a lungo dei farmaci. Questo è lontano dalla conoscenza comune, ma dovrebbe essere.

Telegenics: dovremmo trovare sedi media per parlare di ciò che la vera terapia comporta e sovvertire il messaggio mediatico drammatizzato. Il fatto sorprendente è che molto di ciò che accade in terapia è molto più interessante e drammatico di quello che la realtà televisiva e i drammi narrativi riportano. Qualcuno per una conferenza di psicoterapia TEDx? Fammi sapere.

Tenerezza: milioni di persone a basso reddito e senza reddito ricevono servizi di psicoterapia di qualità attraverso i centri di salute mentale della comunità (CMHC). Queste cliniche nobili sono spesso oberati di lavoro, a corto di personale e gravemente sottofinanziati. Tutti noi possiamo supportare queste cliniche con donazioni di tempo e denaro. I medici di ambulatori privati ​​possono offrire ore di supervisione pro-bono, formazione in servizio e assistenza nella raccolta di fondi.

Dicendo: i terapeuti trascorrono la maggior parte del nostro anno a competere l'uno contro l'altro. I nostri profili online parlano della nostra formazione eccezionale e della nostra personale esperienza, mentre noi ci specializziamo in tutto. Va bene, è il libero mercato a pieno regime. Ma che ne dici di mettere da parte le nostre differenze speciali e teoriche per un giorno per promuovere la psicoterapia invece della nostra stessa pratica? Un giorno per parlare dei benefici di dedicare un'ora a guardare te stesso per ottenere una comprensione più profonda apportando alcuni cambiamenti di comportamento? Solo un giorno? Va bene incoraggiare qualcuno a fare il grande passo in terapia, anche se non è sul nostro calendario?

Oggi è la seconda Giornata nazionale della psicoterapia, una giornata per terapisti, clienti e sostenitori della terapia per promuovere la professione, combattere lo stigma terapeutico, sostenere i CMHC e diffondere la ricerca terapeutica. Vieni sulla nostra pagina facebook e sul sito web per partecipare alla festa. Stiamo cercando di spostarci nella direzione dei punti sopra, ma abbiamo una lunga, lunga strada da percorrere. Possiamo usare tutto l'aiuto che possiamo ottenere.

Oggi si tratta di promuovere il campo, non i singoli terapeuti. Ma se sei interessato a guardare il mio sito o Facebook in qualsiasi giorno diverso dal 25 settembre, sei il benvenuto.

Solutions Collecting From Web of "La psicoterapia ha un problema di immagine, parte II"