È la psicosi o un'emergenza spirituale?

http://1.bp.blogspot.com/-Y5SSoEFLH48/UBZh1_UhtZI/AAAAAAAADtk/-kyVIozBTGE/s1600/3d_desktop_wallpaper.jpg
Fonte: http://1.bp.blogspot.com/-Y5SSoEFLH48/UBZh1_UhtZI/AAAAAAAADtk/-kyVIozBTG…

Come psicologo transpersonale, sono molto interessato all'aspetto spirituale della condizione umana. Durante la mia formazione, ero affascinato dall'apprendere il termine emergenza spirituale. Mentre il concetto ha somiglianze con quello della psicosi, nella mia mente sembra avere un'atmosfera più positiva e benefica ad esso collegata, in quanto può portare a trasformazione o senso di empowerment.

Il termine emergenza spirituale (a volte chiamato crisi psicospirituale), è stato coniato dalla psicoterapeuta Christina Grov e suo marito e psichiatra Stanilov Grov e in genere si verifica dopo, o è innescata da, un'esperienza fisica o emotiva che migliora la vita o che ispira timore. Può anche essere innescato da una mancanza di sonno o da questioni relative al parto, aborto o aborto. Esperienze sessuali estreme possono anche portare a un'emergenza spirituale. A volte il trigger può essere collegato a una profonda pratica o meditazione spirituale. Un altro fatto interessante è che spesso coloro che vivono le emergenze spirituali sembrano cercare l'auto-espressione nelle arti attraverso la pittura, la musica o la scrittura, tutte le lingue dell'anima.

Le emergenze spirituali possono essere classificate come esperienze di picco, esperienze di vita passata, canalizzazione con guide spirituali, esperienze Kundalini, possedimenti oscuri e notturni, esperienze di pre-morte, incontri con gli UFO o dipendenze da droghe e alcol.

Sembra che una base culturale possa determinare se un'esperienza è etichettata come psicotica o spirituale. Ad esempio, individui come sciamani, profeti, maestri spirituali, santi o luminari possono essere considerati brillanti perché trascendono l'esperienza umana; tuttavia altri che hanno esperienze simili potrebbero essere etichettati come psicotici, anche se entrambi i gruppi potrebbero trarre beneficio dall'esperienza o essere trasformati dall'esperienza.

Entrambe le esperienze psicotiche e spirituali implicano la fuga dai confini limitanti del sé, che conduce a un'immensa esaltazione e libertà mentre i contorni della propria identità si dissolvono. Gli antropologi hanno documentato come tali esperienze a volte portano a una rivitalizzazione all'interno di una cultura (Wallace, 1956). Gli psicologi transpersonali credono che l'emergenza spirituale possa essere abbastanza potente perché l'esperienza tende a trascendere l'ego e può essere un processo naturale di sviluppo che ha elementi psicologici e spirituali.

Per esempio, Stanislav e Christina Grof hanno descritto l'emergenza spirituale come una crisi che spesso provoca emozioni intense, pensieri e comportamenti inusuali e cambiamenti percettivi. Questa crisi spesso implica una componente spirituale, come esperienze di morte e rinascita, unità con l'universo e incontri con esseri potenti. Tali crisi determinano il potenziale di un profondo cambiamento psicologico e spirituale (Grof & Grof, 1989), ma spesso sembrano essere simili ai disturbi psicotici.

L'esperienza di un'emergenza spirituale – se gestita e trattata sotto supervisione – può, quindi, cambiare la vita e offrire all'individuo un senso più profondo di passione, saggezza, amore e gioia di vivere; e una visione del mondo ampliata e salute psicosomatica complessiva. Qualunque sia il metodo di trattamento scelto, la cronaca di entrambi i pazienti, tramite il diario e il terapeuta tramite le note, si rivelerà sicuramente utile, tenendo sempre presente che la datazione dell'evento è cruciale. Potrebbe anche essere interessante per il cliente rivedere e confrontare le voci del diario nel caso in cui ci siano eventi successivi.

Se uno crede nel principio che tutte le esperienze sono trasformative, allora si può dire che c'è qualcosa da imparare da ciascuna di esse, sia alla volta che dopo aver confrontato le voci del diario. Tuttavia, c'è molto più da imparare da un'emergenza spirituale che da un episodio psicotico perché potrebbe essere un'esperienza più profonda. Come disse una volta Socrate: "Le nostre più grandi benedizioni ci giungono per mezzo della pazzia, ammesso che la pazzia ci sia data per dono divino" (Dodds, 1951).

Leader buddisti come Jack Kornfield (1989) suggeriscono che è meglio etichettare questo tipo di esperienza senza identificarsi pienamente con essa. Raccomanda anche di mantenere un senso di equilibrio e di radicarsi attirando l'attenzione sul corpo e sulla terra.

Nello scenario ideale, il terapeuta dovrebbe, per quanto possibile, normalizzare l'esperienza ed esprimerla in modo educativo e trasformativo. Questo è preferibile per far sentire il cliente anormale. È anche utile accentuare ciò che si può imparare dalla situazione. L'esperienza dovrebbe essere vista come un contenitore o un'opportunità di guarigione, trasformazione e / o crescita, piuttosto che qualcosa che è dannoso. In sintesi, la differenza principale tra la psicosi e l'emergenza spirituale ha più a che fare con il diagnostico e il trattamento suggerito di ogni altra cosa.

Riferimenti

Dodds, E. (1951). I greci e l'irrazionale . Berkeley: University of California Press.

Gortetski, M., Talbourne, MA, & Storm, L. (2009). "La misurazione del questionario di emergenza spirituale." Journal of Transpersonal Psychology, 41, 81-97.

Grof, S., & Grof, C. (1989). Emergenza spirituale: quando la trasformazione personale diventa crisi . New York: St. Martin's Press.

Kornfield, J. (1989). Ostacoli e vicissitudini nella pratica spirituale. In S. Grof & C. Quando la trasformazione personale diventa una crisi . New York: St. Martin's Press.

Wallace, A. (1956). Lo stress e rapidi cambiamenti di personalità. In Record of Medicine internazionale. 169 (12), 761-774.

Solutions Collecting From Web of "È la psicosi o un'emergenza spirituale?"