"È la psicologia, stupido!"

Avvertenza: la vittoria di Trump non è stata una vera e propria frana. Ci sono molte spiegazioni plausibili per questo, incluso che è stato un colpo di fortuna. Ecco una delle tante speculazioni che penso valga la pena considerare sul perché ha vinto e su cosa significa per le future elezioni.

Considera la possibilità che le elezioni non siano state decise su questioni, valori, carattere, scandali o direzione nazionale, ma sulla fiducia. Trump ha assunto la posizione di candidato infinitamente fiducioso. Sebbene la maggior parte di noi pensasse che avrebbe perso, ha sostenuto la campagna come se fosse infallibile.

Non ha mai spezzato il personaggio. Non una volta durante la campagna ha cambiato idea. Certo, ha cambiato le sue posizioni come un camaleonte. Eppure, è stato in grado di sostenere un'impressione ininterrotta che pensava di avere già "la mente migliore", nulla da cambiare, imparare o correggere su di esso. Ha dato l'impressione di qualcuno che non ha mai avuto bisogno di dimostrare nulla. Non l'abbiamo mai visto chiedersi, difendersi o scusarsi davvero. Ha agito come se credesse nel suo potere supremo di interpretare correttamente la realtà e di fare tutto il necessario per portare la realtà ai massimi livelli sotto il suo comando.

Trump utilizzava una formula per dare l'impressione di invincibilità assoluta. Non è una formula complicata. Richiede semplicemente una immancabile capacità di trattare la verità e la realtà come banali, una capacità di giocare a giudice in carica su ogni decisione, e una manciata di trucchi retorici per rovesciare i tavoli su tutto e tutti sulla sua strada, vendicandosi di tutte le sfide con controcorrente di dieci volte.

Gli elettori furono divisi in risposta. Per quelli di noi che apprezzano le ragioni, l'impegno rispettoso e il dibattito basato sulle prove, la sua formula lo ha reso ridicolo, stupido, psicopatico, immorale e criminale. Ci siamo concentrati sul ragionamento con gli elettori per convincerli che il sostegno a lui era tutte queste cose.

Coscientemente o inconsciamente, metà degli elettori è caduto per la sua formula. Hanno affrontato una scelta. O dai nostri avvertimenti e dai dubbi sul suo personaggio e sul loro per essere attratti da lui, o semplicemente andare con il candidato che ha agito in modo convincente e invincibile. La soluzione per molti era comportarsi come se dubitassero del suo carattere (distorcendo i risultati del sondaggio) e comunque votasse per lui.

Alla fine, nessuna quantità di fatti, scandali o contrasti avrebbe influenzato questi elettori. È fondamentale per capire. I punti e le posizioni che le persone sostengono che li hanno influenzati verso Trump non sono fortemente tenuti. Sono espedienti razionalizzazioni per la loro incapacità di resistere al fascino della sua posizione di invincibilità. L'appello alla sua irresponsabile autorità era la sua carta vincente. E non è difficile capire perché.

Le persone hanno sempre gravitato verso l'aspetto carismatico dell'invincibilità. La vita è un affare ansioso e incerto. Sogniamo un potere sovrumano per sfuggire a dubbi, indecisioni e confusione. Lo senti nella ricerca spirituale per scoprire il sentiero infallibile verso il successo eterno sulla terra o nell'aldilà.

Nessuno di noi è visceralmente entusiasta di essere sfidato e messo in dubbio. Sebbene le persone sostengano di ricevere un feedback critico perché possono imparare da esso, è intrinsecamente scoraggiante. La fiducia è una navigazione tranquilla; il dubbio è acque increspate. La fiducia è ciò che tutti gli inserzionisti vendono; il dubbio è un pugno spiacevole per l'intestino.

Le nostre sfide ragionevoli per i sostenitori di Trump si sono ritorte contro. Abbiamo cercato di suscitare dubbi in loro. Il dubbio è l'ultima cosa che volevano, soprattutto quando era dimostrata l'invincibilità dimostrata, per quanto irrealistica.

Tutti impariamo dai successi ma anche dagli errori, e non solo che dovremmo evitarli. Quando le offerte del diavolo funzionano a breve termine, le impieghiamo di più, non di meno.

È probabile che gli Stati Uniti abbiano appena fatto un patto del diavolo. I nostri padri fondatori certamente sosterrebbero che noi abbiamo. Il tempo lo dirà, ma nel frattempo, le persone non possono resistere all'apprendimento dalla vittoria di Trump che la finta invincibilità paga. Le persone non dimenticano mai strategie che funzionano opportunamente.

La finta invincibilità non è una nuova strategia. Goebbels, il propagandista di Hitler, scoprì dei modi per vincere attraverso una sfrenata sicurezza di sé, e da allora sono stati sfruttati. Reagan era conosciuto come il presidente di Teflon.

Il reporter Ron Suskind racconta una conversazione con Karl Rove, direttore della campagna di George Bush:

"[Rove] ha detto che ragazzi come me erano" in quella che chiamiamo la comunità basata sulla realtà ", che ha definito come persone che" credono che le soluzioni emergano dal vostro studio giudizioso sulla realtà percepibile ". Annuii e mormorai qualcosa sui principi illuministici e l'empirismo. Mi ha tagliato. "Questo non è il modo in cui il mondo funziona davvero più". Ha continuato "Siamo un impero adesso, e quando agiamo creiamo la nostra realtà. E mentre stai studiando quella realtà – giudiziosamente, come vuoi tu – agiremo di nuovo, creando altre nuove realtà, che puoi studiare anche tu, ed è così che le cose si sistemeranno. Siamo attori della storia … e voi, tutti voi, resterete solo a studiare quello che facciamo. "

La formula di Trump porta semplicemente l'arte della finta invincibilità alla sua conclusione logica e giusto in tempo per prosperare in una nuova era nei media, un'era in cui ogni candidato ha mai detto o fatto è registrato e ripetutamente esposto. La pura purezza non può prosperare, per non parlare di sopravvivere in questa era di iperesposizione. La finta invincibilità può. Trump cavalcava imperterrito sui suoi molti scandali. Ecco come si vince in questa nuova era.

Le politiche non erano la fonte del successo di Trump. I fondamentalisti cristiani lo hanno sostenuto nonostante il suo comportamento. Le donne lo appoggiavano (il 2% in meno di Romney) e gli ispanici lo sostenevano (il 2% in più di Romney).

Questa è potenzialmente una buona notizia per la nazione. Nella misura in cui gli elettori pensano e si preoccupano della politica, potremmo non essere così divisi.

Il grande divario oggi è tra coloro che trovano invincibile la finta invincibilità indipendentemente da quanto sia realistica, e coloro che non possono fare a meno di dubitare del proprio impulso verso la fiducia irrealistica.

Quel punto si perde facilmente nei giorni successivi alle elezioni, perché quelli di noi che non possono vivere in una fiducia irrealistica appaiono irrealisticamente fiduciosi in tre modi. Appare errati sulla direzione del paese, dal momento che il GOP ha vinto ogni seggio di potere. Abbiamo sbagliato su ciò che la gente voleva e abbiamo sbagliato a pensare che avremmo vinto.

In noi, questo errore-trifecta genera dubbio. In coloro che trovano invincibile la finta invincibilità, l'equivalente punizione potrebbe farli raddoppiare sulla loro posizione di invincibilità. Come Trump ha fatto tutto e come il GOP ha fatto per decenni.

Tuttavia, Rove ha torto a lungo andare. La realtà alla fine prevale su qualunque "realtà" crei anche se gestisci un impero. Negare il cambiamento climatico non convincerà il clima a non cambiare.

C'è la possibilità che, mentre la realtà torna a casa con i repubblicani nel pieno controllo di tutti i rami del governo, più persone si sobranno e richiederanno il realismo. Non è tornato a casa per dormire durante l'era Bush, ma piuttosto come Obama stava assumendo il potere. Fingendo invincibilità, il GOP ha attribuito la colpa a Obama. Questa volta i tempi potrebbero essere diversi.

Andando avanti, la domanda è: cosa potrebbe mai vincere la finta invincibilità? Discuterò che l'unica cosa che può essere l'esposizione iperconfident della formula per finta invincibilità. In altre parole, con implacabile fiducia incrollabile, attirando l'attenzione sul realismo dell'opposizione – sii dannatamente formula di fiducia. Per dirlo è domarlo. Mostra quanto è semplice la formula. Suonare il giudice del giudice auto-nominato.

Ignora i problemi, poiché con quelli che fingono l'invincibilità, i problemi non sono mai il punto. Non impegnarsi in un dibattito, dal momento che coloro che fingono l'invincibilità trasformeranno la tua volontà di discutere in evidenza che non sei invincibile come loro. Ignora gli argomenti morali per ammorbidirli, poiché coloro che fingono l'invincibilità tratteranno la volontà di addolcire come un segno di debolezza e la tua riluttanza ad ammorbidire come la tua aggressione iniziale.

Rimani sul messaggio, martellando senza intoppi per esporre la formula. La formula per batterla è anche abbastanza semplice, poiché ogni rifiuto di fingere l'invincibilità può essere esposto come ulteriore prova di finta invincibilità.

Il potere attraverso il rifiuto spudoratamente, anche se realisticamente sicuro, di una finta invincibilità. Nessuno di noi è invincibile. La realtà vince alla fine. Crea eroi incredibilmente fiduciosi di quelli di noi che guadagnano la loro fiducia con il realismo. Scegli i candidati che, con una lingua tagliente e argentata, possono esporre il pericolo di una finta invincibilità come questione cardine della campagna che è diventata.

Questa elezione fu un referendum sulla finta invincibilità e vinse. Ci saranno più referendum negli anni a venire.

Nota sul titolo: è un'opera teatrale su "È l'economia, stupida", il cartello che James Carville ha pubblicato durante gli uffici della sua campagna durante la prima corsa di Bill Clinton per la presidenza

  • L'unità competitiva dei genitori non è adatta ai giochi dei bambini
  • Il potere dell'ideologia
  • Terapia artistica, bambini e violenza interpersonale
  • Elezioni post: repubblicani, democratici e felici
  • Recensione di "Il mito dell'elettore razionale"
  • Rispondere all'odio: dobbiamo semplicemente "amarci l'un l'altro"?
  • Sermonomics
  • Paying It Forward: Generatività e il tuo nervo vago
  • Parla uno psicologo-proctologo: cosa rende un asino un asino?
  • Valori politici e ricerca sul sesso
  • Arousal e Fear sono diversi
  • È il tuo compleanno? Prenditi il ​​giorno libero
  • Piuttosto che uccidere gli animali "Dolcemente", non ucciderli affatto
  • Elezioni per associazione: presentazione di riuscite surrogate
  • Motivare il tuo ragazzo ad allenarsi
  • Trovare il significato della vita oggi
  • Supercharge Your Jogging: una playlist di esempio
  • 009 Nessuna epidemia di autismo - Parte 3
  • Complementi e sostituti
  • L'empatia può portare a intuizioni profonde
  • Faresti un test psicologico per fare domanda per un lavoro?
  • Sesso al primo appuntamento? Non ti vergognare
  • Scrivere come fonte di conforto psicologico
  • Grazie, Billie Jean
  • Senso del direttore dell'FBI James Comey's Testimony
  • Come cambierà la Task Force Opioid della Casa Bianca?
  • Colin Kaepernick, Beyoncé, Chappelle e Black Lives Matter
  • Cosa mi sento?
  • Come mantenere la tua sanità mentale durante periodi politicamente folli
  • Proteste e Forza non cambiano il cuore e la mente delle persone
  • 10 modi per superare la paura di perdere
  • 4 Emozioni per sopravvivere e prosperare in un'America incerta
  • L'85% degli americani sostiene la protezione degli animali: un cambiamento positivo
  • Motivi Trump: Irrazionalità e procrastinazione
  • L'unità competitiva dei genitori non è adatta ai giochi dei bambini
  • Perché la leadership "macho" prospera ancora