La psicologia evolutiva si applica a tutti

"La natura … è ciò che siamo messi in questo mondo per elevarci sopra." -Katharine Hepburn, African Queen (1951)

//commons.wikimedia.org/wiki/File:Human_evolution.svg?uselang=en-gb, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=53150354
Fonte: Da Tkgd2007 – https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Human_evolution.svg?uselang=en-gb, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php ? curid = 53150354

Mentre la teoria evolutiva ha avuto un impatto di lunga data sulle scienze naturali, le implicazioni di questa teoria hanno avuto impatto solo di recente sui sottocampi della psicologia (ad esempio, neuroscienze cognitive, teoria dell'apprendimento, psicologia sociale, percezione). Nonostante l'influenza relativamente recente, l'impatto della teoria evolutiva su questi sottocampi è stato enorme. Tuttavia, una delle più vaste aree del campo, la psicologia clinica, è solo nella sua infanzia nell'applicare la teoria evolutiva come una struttura.

La missione di questo blog è discutere come si può usare il pensiero evoluzionistico moderno per aumentare la nostra comprensione della natura evoluta della mente umana e come questa concezione influenza l'ampio campo della psicologia clinica (cioè, la nostra visione della natura umana, la teoria dell'umano sofferenza e psicopatologia e strategie che possono essere utilizzate per migliorare la propria vita). Con un occhio a sintetizzare i due ingredienti principali – psicologia evolutiva e psicologia clinica – con un pizzico di neuroscienza cognitiva e filosofia esistenziale – questo blog affronterà le seguenti tre domande essenziali.

In primo luogo, qual è la natura della mente umana – cioè, qual è la natura umana? Tutte le specie hanno una natura unica per la loro lotta per sopravvivere e accoppiarsi (ad esempio, sapete che un cane ha una natura diversa da un leone – la psicologia evolutiva postula che gli umani abbiano una natura specifica – relativamente universale per tutti gli esseri umani. è l'esperienza delle emozioni, chiaramente universale per tutti gli esseri umani nonostante la razza, la cultura, ecc. Da una prospettiva evolutiva le emozioni sono adattamenti che guidano con successo gli umani per risolvere i problemi affrontati durante la loro storia evolutiva. prospettiva evolutiva? Di cosa si preoccupano gli esseri umani – riflessi nell'attivazione di esperienze emotive – e perché? Per rispondere a questa domanda bisogna esaminare adattamenti psicologici evoluti (EPA) che sono stati sempre più identificati dagli psicologi evolutivi per definire una natura umana basata sull'evoluzione empirica Gli EPA sono letteralmente i contenuti della nostra mente che esistono a causa della selezione naturale.

In secondo luogo, quale ruolo svolgono questi APE nella sofferenza umana in generale e nello sviluppo e nell'espressione della psicopatologia (ad esempio, disturbi d'ansia, depressione, disturbi alimentari, dipendenze, disagio relazionale, insoddisfazione generale della vita)? La teoria evoluzionistica ipotizza che, se si attivano stati emotivi negativi cronici, l'individuo non è soddisfacente, o crede di non essere soddisfacente, un importante motivo evolutivo. Questo motivo può essere conscio o inconscio per l'individuo, ma guida comunque il loro comportamento. Forse uno dei contributi più importanti della teoria evolutiva sta esaminando il modo in cui particolari EPA interagiscono con un ambiente in rapida evoluzione senza precedenti. Nello specifico, il contesto attuale in cui tutti noi operiamo è lontano da quello per cui la nostra mente era originariamente concepita (pensare di vivere in una città e l'impatto dei progressi tecnologici, ecc. Rispetto allo stile di vita di un cacciatore-raccoglitore). Questa idea è nota come teoria della mancata corrispondenza che è un quadro potente che ha implicazioni significative per l'aumento della sofferenza umana e della psicopatologia (e malattie fisiche come disordini metabolici, obesità, malattie cardiache) che stiamo osservando nell'ambiente attuale. In effetti, nonostante tutti i nostri tentativi e miliardi di dollari spesi per diminuire i disturbi emotivi e aumentare il benessere generale della popolazione, ogni indicatore suggerisce che questi problemi (ad esempio, malattie mentali, disagio generale e insoddisfazione) stanno aumentando! Quindi la necessità di considerare un reset.

Terzo, con una maggiore comprensione del ruolo della teoria evolutiva nel modo in cui definiamo la natura umana e le basi della sofferenza umana: quali implicazioni ha questo per apportare cambiamenti per migliorare la propria vita? E forse più rilevante per i terapeuti: quali implicazioni ha questo riguardo ai trattamenti psicoterapeutici (ad es. Terapia cognitivo comportamentale, terapia psicodinamica, terapie focalizzate sulle emozioni)? Possono, o devono, essere modificati in qualche modo per aumentare la loro efficacia sulla base delle intuizioni della psicologia evolutiva? Se é cosi, come? La teoria evolutiva può fornire un quadro per unificare la maggior parte degli approcci psicoterapeutici e forse trarre vantaggio dal valore particolare di ogni trattamento?

Non vedo l'ora di considerare queste ampie domande affrontando molti dei dettagli che sono alla base di ciascuna di esse nei futuri blog. Spero che considererai la possibilità di seguire o iscriverti a questo blog e condividerlo con altri che potresti ritenere interessati al contenuto. Nonostante questo primo blog sia un po 'asciutto mentre introduco questo argomento, il mio obiettivo finale per i blog futuri è quello di fornire notizie che è possibile utilizzare!

Solutions Collecting From Web of "La psicologia evolutiva si applica a tutti"