La psicologia dietro la recessione

Gli economisti hanno dato molte ragioni per cui gli Stati Uniti sono nel mezzo della peggiore crisi economica dalla Grande Depressione: sotto-regolamentazione, massicci debiti aziendali e mutui subprime sono tra le spiegazioni. Meno discusso è l'atteggiamento di fondo che ha accompagnato questi problemi strutturali – un atteggiamento meglio colto dal tratto psicologico del narcisismo. Un senso del sé inflazionato, spesso noto come egocentrismo o arroganza, narcisismo è la componente psicologica non riconosciuta dell'economia della bolla.

I narcisisti non sono solo fiduciosi, ma troppo sicuri. Sono così convinti che faranno bene a correre rischi inutili e crederanno alla fantasia che non perderanno mai ("I prezzi delle case non scendono mai!"). Sono anche disposti a correre grandi rischi. Di conseguenza, le persone narcisiste fanno spesso abbastanza bene quando i mercati sono in rialzo ei rischi possono ripagare. Ma cosa succede quando il mercato si trasforma a sud? Uno studio dello psicologo Joshua Foster e dei suoi colleghi ha chiesto ai partecipanti di investire $ 10.000 in fondi simulati nelle 30 società Dow Jones nel settembre e nell'ottobre 2008, quando la media è scesa del 27%. I partecipanti al narcisismo hanno perso considerevolmente più denaro di meno persone egocentriche, principalmente perché hanno scelto azioni più rischiose.

I professori di business Arijit Chaterjee e Donald Hambrick hanno trovato un risultato simile nella vita reale: le aziende guidate da CEO narcisistici hanno sperimentato una maggiore volatilità rispetto a quelle guidate da meno auto-esagerando. Quando il rischio di essere troppo sicuri ha dato i suoi frutti, le cose sono esplose; quando non lo facevano, era un busto. In Good to Great, Jim Collins ha riferito che i CEO delle aziende di maggior successo erano umili, laboriosi e hanno dato credito alle loro squadre. Le aziende guidate da leader più egocentrici non hanno mai fatto il salto di qualità. Kevin Hassett dell'American Enterprise Institute ha espresso un giudizio superficiale sulle personalità coinvolte nell'attuale crisi finanziaria: "I narcisisti di Harvard con gli MBA hanno ucciso Wall Street", ha scritto.

Il narcisismo alimentava anche il lato del consumo della bolla economica. Il narcisismo predice il materialismo, la spesa compulsiva, l'assunzione di rischi e persino il gioco d'azzardo. Se anche un piccolo numero di consumatori è disposto a entrare in rischiose quantità di debito per impressionare i loro vicini e soddisfare le loro auto-immagini gonfiate, i prezzi degli immobili sono spinti verso l'alto. Prima che i normali acquirenti di case prendessero in considerazione prestiti non convenzionali solo per entrare nel mercato prima che tutto diventasse inaccessibile. Ora siamo tutti vittime del risultato disastroso. Questo è il modello comune con il narcisismo: il guadagno a breve termine del narcisista causa una sofferenza ad ampio raggio per gli altri.

Sfortunatamente, il narcisismo è diventato molto più comune. In The Narcissism Epidemic, passiamo in rassegna tre dataset, tutti che mostrano aumenti scioccanti nel narcisismo. In uno, i tratti di personalità narcisistica tra gli studenti universitari sono aumentati altrettanto velocemente dell'obesità tra il 1982 e il 2006. In altri due, il tasso di incremento è raddoppiato negli ultimi cinque anni. Nell'ultimo, dal National Institutes of Health, solo il 3% degli americani over 65 aveva mai sperimentato il Disturbo Narcisistico di Personalità (NPD), la forma più severa e clinica del tratto, rispetto a circa il 10% delle persone ventenni.

Il potere dei narcisisti è spesso esagerato attraverso il loro fascino, astuzia e sfruttamento. I narcisisti non fanno i migliori leader nel lungo periodo, ma spesso finiscono comunque a testa alta. In uno studio condotto dalla psicologa Amy Brunell, i partecipanti più narcisistici si sono fatti avanti per prendere in carico le impostazioni di gruppo. In poco tempo, tuttavia, il gruppo si è reso conto che il narcisista non era un buon leader – come puoi essere quando sei centrato su te stesso e non ti importa di nessun altro? Ma a quel punto il narcisista era il capo.

Per ora, la grave recessione ha messo un freno all'eccesso di sicurezza narcisistica. Gli acquirenti di case non possono più ottenere prestiti senza documenti e gli istituti di credito sono ora più cauti nello scrivere ipoteche con un rischio più elevato di insolvenza. Il residuo del narcisismo è visto più chiaramente nella mancanza di responsabilità assunta da molti partecipanti alla bolla del credito. Il desiderio di un salvataggio ha preso il posto del desiderio di un Hummer. Ma con il narcisismo ancora in aumento, potrebbero esserci altre bolle da gonfiare. Le persone troppo sicure hanno ricordi particolarmente brevi, e quando gli alloggi si riprenderanno, sarà una tentazione per gli istituti di credito e gli acquirenti di case di innamorarsi ancora una volta di interessi e zero acconti, e per le banche di correre troppi rischi. Le carte di credito sono ancora facili da trovare e gli americani stanno ancora accumulando abbastanza debiti perché il sistema finisca per crollare. Prima che ciò accada, dovremmo riportare valori che contrastino il narcisismo, come la responsabilità personale, l'integrità e l'orientamento alla comunità. Ovviamente, una maggiore regolamentazione non potrebbe ferire nessuno dei due.

Solutions Collecting From Web of "La psicologia dietro la recessione"