La psicologia dello sviluppo è morta (di nuovo)

Sì, è il momento di proclamare la morte della nostra cara Psicologia dello sviluppo, che è stata uccisa di nuovo nei mesi calanti del 2008, questa volta da No Child Left Behind (altrimenti noto come Nessuna psicologia dello sviluppo lasciata viva) e la sua progenie spirituale e fratelli. L'ultimo chiodo nella bara fu fornito da una maestra d'asilo che chiamerò (per ragioni storiche) Miss Watson. Ma più su di lei più tardi.

La Psicologia dello sviluppo aveva circa cento anni quando morì; la sua data di nascita (come la maggior parte delle scuole di pensiero in psicologia) non fu mai documentata con precisione. Era un neonato, dicono alcuni, quando il professor G. Stanley Hall espose l'idea, nel suo libro sull'adolescenza pubblicato nel 1904, che i modi caratteristici di pensare e sentire dei bambini e degli adolescenti sono diversi dal pensiero e dai sentimenti degli adulti. Questa idea è, ed era, un'ipotesi scientifica: è una proposizione verificabile, e i dati possono essere ed è stato raccolto nel secolo scorso per verificare la veridicità di questa proposizione.

Ma, come la maggior parte delle ipotesi riguardanti il ​​comportamento umano, non è affatto semplice. Ci sono alcune funzioni del comportamento umano che si sviluppano molto presto, e quindi in questi domini i bambini funzionano come gli adulti (alcuni aspetti del sistema visivo sono in questa categoria). In altri domini, la maturità della funzione (che si tratti di una funzione di elaborazione delle informazioni o di alcuni aspetti dello sviluppo emotivo o della loro combinazione) è molto tardiva. Ad esempio, tutti gli hoo-hah negli ultimi cinque anni sui lobi frontali in via di sviluppo degli adolescenti suggeriscono che gli adolescenti non sviluppano capacità simili agli adulti per il controllo degli impulsi e il ritardo fino a quando non hanno poco più di vent'anni. Quindi è più corretto, più in linea con i dati, modificare l'ipotesi di Hall: in qualche modo, i modi di pensare e di sentire caratteristici dei bambini sono diversi da quelli degli adulti. Ma questo suggerisce ancora che dovremmo trattarli in modo diverso, che abbiamo aspettative diverse per loro rispetto a noi stessi, o che le nostre aspettative per i bambini dovrebbero tenere conto del loro livello di sviluppo.

Questo fu il grande risultato pratico della Psicologia dello Sviluppo: metaforicamente, era la psicologia la cui più grande intuizione era la sedia a misura di bambino. Sedie e tavoli a misura di bambino, forbici e tutte le cose progettate ergonomicamente per i bambini, sono uno sviluppo relativamente tardivo in Occidente, spesso attribuito a Maria Montessori e alla sua scuola per bambini, fondata in una baraccopoli di Roma nel 1905. Grazie a Montessori, siamo tutti ha riconosciuto che i bambini sono più a loro agio e quindi apprendono in modo più efficiente in sedie per bambini. Imparano anche in modo più efficiente nei programmi di studio a misura di bambino, che è stata una delle più grandi conquiste della Psicologia dello sviluppo fino alla sua recente scomparsa.

Ora, come risultato del rallentamento delle parentesi, abbiamo ufficialmente perso i programmi di studio a misura di bambino, e quindi abbiamo perso l'intera idea di Psicologia dello sviluppo. L'ansia su "come stanno imparando i nostri figli?" E il suo parente orribile, il movimento di test high-stake ha prima stabilito questi test nelle scuole superiori (come la mia versione locale, il MCAS o il Massachusetts Comprehensive Assessment System). Ma poi, avevamo bisogno di preparare i bambini per la versione high-stakes del test – quello che, se non lo si supera, non si ottiene un diploma di scuola superiore – e quindi dobbiamo preparare i bambini in precedenza e le età precedenti, e valutare i bambini in modo da sapere quali delle nostre scuole sono "underperforming". Nel frattempo, l'intuizione originale, vigoroso e umana della nostra vecchia amica Developmental Psychology è stata gradualmente erosa. Le aspettative degli adulti sui test, su ciò che misurano, a che cosa servono, ecc., Si insinuano dai bambini più grandi ai bambini più piccoli, la cui comprensione dei test e la cui capacità di eseguire su di essi non è la stessa di quella dei bambini più grandi e degli adulti. E poiché il curriculum è distorto per preparare i bambini a eseguire test, i modi in cui i bambini piccoli sono diversi da quelli di età superiore e adulto vengono ignorati, mentre i modi in cui sono simili, o devono cercare di essere simili, sono enfatizzati.

Psicologia dello sviluppo aveva una lunga lista di regole per vivere. Due dei miei preferiti preferiti, e i due che mi mancheranno di più, sono: "Tutti i bambini si sviluppano a ritmi diversi" e "Lo sviluppo emotivo e intellettuale dei bambini è molto più intrecciato di quelli che sono negli adulti". Questo mi porta a ( nel mio prossimo post) I tristi momenti finali della psicologia dello sviluppo: il caso curioso di Miss Watson e l'orsacchiotto di nome Donald.

Solutions Collecting From Web of "La psicologia dello sviluppo è morta (di nuovo)"