La psicologia dello scopo professionale: seguire la vostra chiamata

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Forbes. Iscriviti alla mia newsletter per ricevere i miei articoli direttamente nella tua casella di posta.

"Non c'è niente che mi piacerebbe di più di un lavoro che fosse così significativo per me che l'ho portato a casa", ha detto uno storico dipendente di Liverpool, Terkel, in Working .

Pexels
Fonte: Pexels

Rispecchia la maggior parte di noi: sebbene la maggior parte di noi affermi di non aver trovato la nostra chiamata, ne vogliamo una. Invece, clicchiamo sulle nostre tastiere come un ticchettio.

Come parte della sua ricerca pionieristica sulla grinta, la psicologa dell'Università della Pennsylvania, Angela Duckworth, ha interrogato 16.000 americani americani sulle loro vocazioni. Ha scoperto, sorprendentemente, che la chiamata ha poco a che fare con l'occupazione. I netturbini, i critici del vino, i segretari e altri sono tutti ugualmente propensi a dire che il loro lavoro è una vocazione. Non è che alcune occupazioni siano solo posti di lavoro mentre altre sono chiamate, dice Duckworth. Piuttosto, "come vedi il tuo lavoro è più importante del titolo di lavoro".

Tutti possiamo trasformare il nostro lavoro in chiamate, a volte senza nemmeno cambiare professione.

Come?

Il primo morso della cucina francese di Julia Child ha cambiato la sua vita per sempre. Ma non nel modo in cui pensi. Immaginiamo che le chiamate cadano dal cielo. In verità, cadiamo nelle nostre chiamate nel tempo. Duckworth nota che Child non ha nemmeno considerato inizialmente una carriera di cucina; lei adorava il cibo francese. L'interesse persistente del bambino la attirò verso la sua chiamata.

Le chiamate derivano – lentamente – dalla motivazione intrinseca. Gli obiettivi intrinseci sono intrinsecamente soddisfacenti da perseguire perché soddisfano il nostro desiderio di autonomia, imparzialità, competenza o crescita. Le persone che vedono il proprio lavoro come chiamate lavorano per il gusto di farlo, non per guadagni esterni come denaro, proprietà o status sociale. A sua volta, la motivazione intrinseca migliora il rendimento professionale, la grinta, la motivazione e la salute psicologica.

Pertanto, per sviluppare una chiamata, le persone devono "svolgere un ruolo attivo nello sviluppo e nell'approfondimento dei loro interessi", scrive Duckworth. Trovare la tua chiamata è come seguire una scia di briciole di pane senza sapere esattamente dove ti porteranno.

Ma i millennial possono rimanere appesi qui, perché andare in una direzione preclude necessariamente gli altri. Il mio ragazzo descrive le carriere come una rete di canyon nello Utah. Come si inizia giù, backtracking e scegliendo un altro diventa uno sforzo di montaggio. Non puoi saltare alla prossima opzione; sei impegnato

Fortunatamente, i nostri valori, le fondamenta dei nostri interessi, in genere non cambiano nel tempo. Un'indagine Deloitte del 2016 ha rilevato che i valori dei millennial tendono a non cambiare mentre avanzano professionalmente. In effetti, i nostri valori esistenti spesso diventano più forti man mano che ci spostiamo in posizioni dirigenziali.

Anche così, abbiamo molti valori. Come scegliere quale seguire? Le priorità.

Un modo per stabilire le priorità è ridimensionare e considerare i potenziali esiti dei nostri interessi. Non possiamo sempre vedere dove portano le briciole di pane, ma possiamo studiare dove gli interessi degli altri le hanno prese. Possiamo prevedere dove potrebbero finire interessi specifici. Lo zoom indietro ci protegge dal dare priorità a cose che in fin dei conti non sono importanti per noi. Quindi libera tempo ed energie per perseguire ciò che è.

Possiamo anche confrontare ciò che ci interessa side-by-side. Mentre estirpiamo le cose che ci interessano e ci interessano meno degli altri, le nostre priorità diventano più semplici e il nostro percorso diventa più definito.

Una volta che abbiamo scelto, dobbiamo seguire il nostro canyon di chiamata fino alla fine, o fino a quando non diventa un'ovvia evidente. La professoressa di management di Yale, Amy Resneski, ha osservato che molti di noi danno a ciascun lavoro solo un paio d'anni prima di decidere che non è una chiamata. Il 29enne medio ha già cambiato lavoro più di sette volte e un terzo di loro è durato meno di sei mesi. Ma la ricerca di Duckworth sulla ricerca della perizia e dello psicologo Anders Ericsson suggerisce che spesso ci vuole un decennio o più per raccogliere i frutti dell'impegno.

Infine, i lavori diventano chiamate quando trascendono "me". Ci siamo evoluti per trovare un significato nel servire il branco: le persone che cooperano hanno più probabilità di sopravvivere dei solitari perché la società ci tiene nutriti e ci protegge dai nemici e dagli elementi.

Joe Leader è stato internato con New York City Transit dopo il college per rimborsare i prestiti agli studenti. Dopo decenni, Leader divenne il Vice Presidente Senior, un lavoro che considerava la sua chiamata. Quando ha realizzato la sua parte nel facilitare 1,7 miliardi di viaggi all'anno e costruire stazioni che sarebbero durate 30 anni, "è stato allora che sapevo di avere una vocazione".

Una chiamata è la sensazione che il lavoro "deve essere fatto". Ci collega a qualcosa di più grande di noi stessi. Duckworth spiega: "I lunghi giorni e le sere della fatica … il sacrificio, tutto questo è valsa la pena perché [i nostri] sforzi pagano dividendi ad altre persone".

Possiamo continuamente chiedere come ciò che facciamo si connette ad altre persone e al quadro più ampio. Come può essere un'espressione dei nostri valori più profondi? Questa prospettiva dinamica produce chiamate. Scrive Duckworth: "Uno strato di mattoni che un giorno dice, 'Sto mettendo mattoni' potrebbe a un certo punto diventare lo strato di mattoni che riconosce, 'Sto costruendo la casa di Dio'".

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere i miei ultimi articoli sulla psicologia del lavoro, i millennial e lo scopo direttamente nella tua casella di posta.

Solutions Collecting From Web of "La psicologia dello scopo professionale: seguire la vostra chiamata"