La psicologia delle delusioni

Una delusione è una credenza fissa, relativamente immutabile, persistente, falsa, senza base nella realtà.

Piotr Marcinski/Shutterstock
Fonte: Piotr Marcinski / Shutterstock

Parliamo spesso di persone "deluse": "La persona del talent show è chiaramente delusa dalla loro mancanza di capacità canore." "Quel politico ha manie di grandezza." "È delusa se si aspetta di essere promossa." "Hai essere ingannato per credere a qualsiasi cosa dicono i venditori. "

Un'illusione è una credenza sostenuta da un individuo o gruppo che è dimostrabile falso, palesemente falso, impossibile, fantasioso o auto-ingannevole. Una persona con delusioni, tuttavia, spesso ha completa certezza e convinzione delle sue credenze illusorie. Resistono agli argomenti e dimostrano che hanno torto.

Le persone hanno delle illusioni sull'odore (olfattivo), sul gusto (gustativo), sulla temperatura (termocettiva) e sul tatto (tattile). Possono incontrare odori altamente disgustosi o molto piacevoli o insoliti quando incontrano una persona in particolare. Possono trovare cibi ordinari (arance, cioccolato, latte) con gusti diversi rispetto ad altri. Possono trovare oggetti freschi che bruciano oggetti caldi o caldi congelati; oggetti tradizionalmente lisci (come un palloncino o una pelliccia di gatto) possono sembrare ruvidi o irregolari.

Il più scritto di tutte le delusioni, la paranoia, ha mostrato di seguire varie fasi: sospettosità generale; percezione selettiva degli altri; ostilità; "illuminazione" paranoica in cui tutte le cose vanno a posto; e infine delusioni paradossali di influenza e persecuzione. Le delusioni spesso preoccupano totalmente le persone e causano loro un notevole disagio perché non mettono in dubbio che le loro credenze siano corrette.

Le delusioni differiscono dalle illusioni . Abbiamo illusioni visionarie e uditive; per esempio, che il sole gira intorno alla terra o che i manichini di quel ventriloquo in realtà parlano. Abbiamo ricordi selettivi / illusioni di infanzia felice. Queste sono cose che sembrano vere per i sensi o per la memoria, ma sono conosciute per essere false o non avere fondamento nella realtà.

Ci sono alcuni avvertimenti: alcune delusioni religiose sono impossibili da verificare e quindi falsificano. Altre delusioni hanno una profezia che si autoavvera, come una persona gelosa che accusa e attacca un partner innocente, che poi le lascia per un altro. In questo senso, queste persone fanno sì che le loro delusioni si avverino.

Novelisti e drammaturghi hanno spesso personaggi interessanti con delusioni. Vengono comunemente raffigurate le delusioni secondo le quali una persona controlla totalmente il proprio comportamento o che ha commesso un crimine atroce o terribile o peccato che merita una punizione severa. Ci sono personaggi che credono che gli altri siano lettori della mente, o che gli eventi, gli oggetti o le osservazioni banali e insignificanti di altri abbiano un significato o un significato personale. Le delusioni religiose sono anche note nei secoli.

Psichiatria e Disturbo delirante

Gli psichiatri possono diagnosticare una persona con un disturbo dell'illusione in un numero di situazioni molto specifiche:

  1. Una persona deve manifestare una o più delusioni non bizzarre per almeno un mese.
  2. La persona non ha incontrato altri criteri comportamentali per essere classificata come qualcuno con schizofrenia.
  3. Le allucinazioni audio e visive non sono prominenti, sebbene possano essere allucinazioni tattili e olfattive.
  4. Nonostante le delusioni della persona o le sue conseguenze comportamentali, il loro funzionamento psicosociale non è sostanzialmente compromesso abbastanza da essere considerato particolarmente strano o bizzarro.
  5. Se le delusioni specifiche influenzano l'umore di una persona, queste fluttuazioni non durano molto a lungo.
  6. Il disturbo non è il risultato di condizioni fisiologiche o mediche, come il farmaco che una persona sta assumendo.

A volte gli psichiatri dicono che è difficile distinguere da altri disordini come l'ipocondria (in particolare tra quelli con scarsa consapevolezza di sé); disordine dismorfico del corpo (preoccupazione per i difetti corporei immaginati); Disturbo ossessivo compulsivo e paranoide di personalità.

Le delusioni di persone con schizofrenia sono spesso chiaramente bizzarre, assolutamente non plausibili, per niente comprensibili; si potrebbe credere che il cervello sia stato sostituito da quello di un'altra persona o che uno si sia ristretto per essere alto tre piedi. D'altra parte, potrebbero essere possibili delusioni non bizzarre. Ad esempio, le persone possono sentirsi seguite, fotografate o registrate, che qualcuno le sta lentamente avvelenando, che il loro partner le sta sempre tradendo, o che il loro capo o vicino di casa è innamorato di loro.

Alcune delusioni fanno sì che le persone apportino cambiamenti drammatici nella loro vita: abbandonano il lavoro o il partner, si trasferiscono da casa (o addirittura lasciano il paese) o si vestono in modo molto diverso. La persona con disturbo delirante, tuttavia, appare normale quando le loro idee deliranti non vengono discusse.

Le persone con delusioni possono diventare molto lunatiche, spesso causando le loro relazioni e il lavoro a soffrire. È interessante notare che alcune culture e gruppi hanno credenze particolari che possono essere considerate clinicamente deliranti in altre culture.

È una malattia relativamente rara che di solito si verifica più tardi nella vita, in particolare tra le persone con parenti che hanno altri disturbi. La maggior parte appare polemica e ipersensibile. Molti non cercano cure e diventano, nel corso degli anni, sempre più isolati.

Tipi di delusione

Gli psichiatri hanno notato cinque tipi chiari di delusioni:

  1. Erotomanico. Queste persone credono che qualcuno sia seriamente innamorato di loro, più nel romanzo di Hollywood, persino nel modo spirituale, piuttosto che nel senso sessuale. Spesso è una persona famosa – una star del cinema o un famoso atleta – ma può anche essere un potente superiore al lavoro. Mentre qualcuno con questa delusione può tenerlo segreto e fare molto poco, altri possono spendere una grande quantità di energia cercando di contattare il loro amante delirante tramite e-mail, visite o stalking. La maggior parte sono donne, ma gli uomini con le illusioni tendono ad agire con più audacia e ad avere più problemi con la legge, in particolare se credono che il loro "amante" sia nei guai o in un pericolo imminente.
  2. Grandioso. Questi sono a volte chiamati delusioni di grandezza e si manifestano quando una persona crede (senza prove) che sono speciali: hanno abilità incredibili o hanno fatto una scoperta di importanza vitale. Spesso le delusioni sono religiose per chi ha il disturbo, spesso credendo di avere una relazione unica e privilegiata con "L'Onnipotente". A volte sentono di essere una persona di spicco e hanno relazioni speciali con altre persone importanti.
  3. Geloso. Ciò si manifesta chiaramente nella convinzione forte, ma infondata, che un partner è infedele e che ci tradisce: frammenti di "evidenza" vengono proposti per queste affermazioni. Possono assumere un investigatore privato, tentare di imprigionare il loro partner e attaccarli fisicamente e verbalmente.
  4. Persecutorio. Questa è la convinzione che qualcuno o qualche gruppo stia cospirando contro di loro. Potrebbero essere barare, spiare, molestare o spettegolare su di loro, o persino tentare di avvelenarli o drogarli. Sono spesso arrabbiati e risentiti con profondi sentimenti di ingiustizia. Molti tentano di sedare la persecuzione con mezzi legali o facendo appello alle autorità. È il tipo più comune di tutti i disturbi deliranti. Alcuni addirittura diventano violenti e aggressivi nei confronti di coloro che credono li stiano deliberatamente prendendo di mira.
  5. Somatica. Questa è l'illusione che il proprio corpo sia in qualche modo strano o non funzioni correttamente. Può essere la convinzione che uno abbia un odore strano o che parti particolari (naso, seno, piedi) siano particolarmente strani, deformi o brutti. Spesso le persone con queste delusioni credono di avere qualche bug o parassita interno che sta distruggendo o che colpisce una parte molto specifica del loro corpo.

Causa

Le cause delle delusioni sono sconosciute. Gli attuali interessi in neuropsicologia hanno portato alcuni a ipotizzare che funzioni biologiche malfunzionanti possano causare o esacerbare il problema. Alcuni hanno implicato i gangli della base, altri il sistema limbico e altri ancora la neocorteccia. Le indagini continuano.

Per altri, le spiegazioni genetiche sono le migliori perché così tanti con disturbi deliranti hanno parenti di primo grado con questi e relativi disturbi.

Altri ricercatori sottolineano che molti con il disturbo hanno avuto un'infanzia difficile caratterizzata da instabilità e turbolenza, insensibilità e freddezza. Ritengono che le delusioni siano una menomazione nel sistema di difesa dell'ego volto a proteggere e rafforzare il sé. Vedono le delusioni paranoiche o persecutorie come un tentativo di proiettare su altre cose che non amano ammettere in se stesse. Il trattamento include counseling tradizionale, psicoterapia e l'uso di farmaci antipsicotici.

Dissimulazione e delusioni

Molti affermano giustamente che nelle interviste e nei questionari le persone mentono, fingono o ingannano. Gli psicologi chiamano questa dissimulazione, ma hanno recentemente distinto tra due tipi molto diversi di dissimulazione:

  • Gestione delle impressioni Si tratta di presentarsi in una luce positiva, magari dimenticando certe cose e condividendo piccole "bugie bianche" su un'altra.
  • Auto-inganno. A rigor di termini, questo non sta mentendo, ma è più come un delirio. Se qualcuno dice di avere un senso dell'umorismo, ma tutti quelli che li conoscono dicono che non lo fanno, si stanno ingannando. Allo stesso modo, quando qualcuno si sente brutto o banale mentre tutti gli altri (amico, conoscente, straniero) credono di non esserlo, implicano un autoinganno negativo. Durante le interviste, alcune forme di autoinganno cominciano ad avvicinarsi alle delusioni.

Solutions Collecting From Web of "La psicologia delle delusioni"